Condividi
bandAlex
Golden Ears
Golden Ears
Messaggi : 6223
Data d'iscrizione : 29.04.11
050618
Ho volutamente tralasciato la marca nel titolo, con l'intenzione di solleticare la curiosità di chi passa da queste parti. Di questa cuffia infatti non se ne parla affatto, in nessun forum italiano. Neanche una parola, niente. Ma può darsi che abbia cercato male e che, negli anfratti di qualche discussione sperduta, si trovi menzionata o magari solo linkata. Chissà.

E non è che si tratti di una economica da supermercato. Parliamo di una cuffia da cinquecento euro, una cifra che dovrebbe incutere un certo rispetto. Oddio, è pur vero che ultimamente le centinaia di euro sono considerate pochi spiccioli per una cuffia degna di attenzione, e se questa non costa almeno migliaia di euro non viene nemmeno considerata. Sarà questo il motivo?

Intanto ho messo il titolo. Qualcuno l'ha già ascoltata? Io lo farò domani. Che poi, per chi legge, potrebbe essere oggi, oppure ieri. Che giorno è "domani"?

Amiron Home - Pagina 2 40779079580_cd30730c6b_o_d

Amiron Home - Pagina 2 42535212602_d6a4d10a5a_o_d


Ultima modifica di bandAlex il 6/6/2018, 16:52, modificato 1 volta
Condividi questo articolo su:diggdeliciousredditstumbleuponslashdotyahoogooglelive

Commenti

bandAlex
il 10/6/2018, 15:58bandAlex
CON IL DODOCOOL DA106...

Ho aggiornato il firmware del lettore all'ultima versione presente sul sito. Devo dire che le cose sono cambiate rispetto a quando ho sentito il dodocool per la prima volta.

La Amiron sembra fatta apposta per il DA106. Per un ascolto ad un livello sonoro medio-alto è sufficiente portare il volume a 85/100. Con questa accoppiata lettore-cuffia c'è tutto: estensione, headstage, punch, correttezza timbrica. L'equalizzatore è disattivato perchè non sento la necessità di alcuna correzione. Forse, e ripeto forse, una tacca in meno a 300 Hz, ma un po' si perde la pienezza che caratterizza questa cuffia. Il dodocool è leggermente più asciutto della postazione desktop, e in certi casi con questa cuffia è pure un bene. Davvero notevole il livello di dettaglio e l'assoluta mancanza di artefatti di qualunque tipo. Solo nei passaggi più forti e carichi di strumenti si avverte una certa perdita di definizione, ma è cosa assolutamente normale, considerando anche il prezzo del lettore. La grande pienezza di questa cuffia nel medio e medio-basso e la sua spettacolare ricostruzione del palcoscenico fanno sembrare il dodocool molto più "grande" di quello che è. Un'accoppiata vincente.

Naturalmente la DT880 PRO BLACK parte svantaggiata per via della sua sensibilità inferiore. Per un livello di ascolto medio-alto bisogna arrivare a 95/100. C'è da dire che non si notano distorsioni particolari, e nemmeno compressioni evidenti. Il basso della DT880 è perfetto, il punch c'è tutto anche a volume massimo. Anche con la DT880 PRO BLACK si può godere di un ascolto decisamente di alta classe per un portatile.

Rispetto alla Amiron si perde la particolare apertura del medio e dell'headstage, però qualcuno potrebbe preferire questa cuffia con i generi come rock e metal.

A questo punto credo che il dodocool abbia superato ampiamente il test di ascolto. Se si considera quanto l'ho pagato, si tratta di un vero piccolo miracolo (ammazzagiganti?) nel panorama dei lettori portatili.
password
il 10/6/2018, 18:44password
Le Beyer sembrano andare alla grande.
Devo passare per un ascolto. band
bandAlex
il 10/6/2018, 23:00bandAlex
@password ha scritto:Le Beyer sembrano andare alla grande.
Devo passare per un ascolto. band

Eh sì. Ora sto ascoltando Haydn, Sinfonia n. 67. E' una goduria. tongue

Incredibile lo spazio ricreato da queste cuffie. Sembra di essere di fronte all'orchestra. L'equilibrio tonale è perfetto, puoi ascoltare ad un volume coinvolgente senza la minima fatica d'ascolto, neanche dopo ore. Anche la capacità di restituire i dettagli, la risoluzione è eccezionale. E nonostante tutto i dettagli arrivano con naturalezza, senza strillarti nelle orecchie. E' meglio per te che non passi, sennò poi te la compri pure tu! wink laser

E più suona, più si sente bene... possibile? Ora dovrei essere sulla soglia delle 50 ore, considerando anche il rodaggio notturno. Oddio, ho nominato la parola rodaggio... cry special cool

Ultima modifica di bandAlex il 10/6/2018, 23:51, modificato 1 volta
torna
il 10/6/2018, 23:45torna
@bandAlex ha scritto:E' meglio che non passi, sennò poi te la compri pure tu! wink laser
fisch 

Mi ritrovo con le conclusioni di Alex... 
Ho avuto la Amiron per qualche mese e sinceramente non volevo lasciarla andare.
Poi, dopo una giornata di ascolti in compagnia... la cuffia ha cambiato padrone bye. La separazione non era pianificata, ma avendo ancora t1 e t90 ho lasciato fare per godermi e "pesare" le precedenti. 
 
Ora, dopo mesi, la t1 è andata e la t90 è sulla porta(forse). 
Quasi dimenticata questa Amiron, poi spunta Alex e mi piazza una scimmia... 
Mi toccherà ricomprarla  special cool
cotton
bandAlex
il 11/6/2018, 12:16bandAlex

Grazie. Stasera me le leggo con attenzione.
Edmond
il 11/6/2018, 13:19Edmond
In effetti il malefico Alex fa venire delle discrete famigliole di scimmiette............  grande sorriso grande sorriso grande sorriso
bandAlex
il 15/6/2018, 23:35bandAlex
blink

Che cuffia, ragazzi.

Ora sto ascoltando



Amiron + AF-N, una meraviglia.

Una ricostruzione spaziale, per un brano registrato da urlo, fenomenale. Sembra di essere davanti alla band.

E la voce... ohhhh la voce... E il basso... la batteria...

Non faccio paragoni con altre cuffie, anche molto più costose, perchè QUESTO è ciò che voglio sentire. Dopo tanto tempo, posso dirmi, non soddisfatto. No, soddisfatto no. La parola giusta è appagato.

Grazie, beyer.
Edmond
il 16/6/2018, 07:30Edmond
Maledetto Carter................... furious furious furious
dankan73
il 16/6/2018, 15:27dankan73
@bandAlex ha scritto:blink

Che cuffia, ragazzi.

Ora sto ascoltando



Amiron + AF-N, una meraviglia.

Una ricostruzione spaziale, per un brano registrato da urlo, fenomenale. Sembra di essere davanti alla band.

E la voce... ohhhh la voce... E il basso... la batteria...

Non faccio paragoni con altre cuffie, anche molto più costose, perchè QUESTO è ciò che voglio sentire. Dopo tanto tempo, posso dirmi, non soddisfatto. No, soddisfatto no. La parola giusta è appagato.

Grazie, beyer.

Non é la cuffia é il disco che é magnifico suona cosi anche con la mia grado e il matrix m-stage grande sorriso
bandAlex
il 17/6/2018, 10:40bandAlex
@dankan73 ha scritto:Non é la cuffia é il disco che é magnifico suona cosi anche con la mia grado e il matrix m-stage grande sorriso

Caro @dankan73, dimentichi che io posso fare il confronto con la HE1000...

Con la HE1000 abbiamo una riproduzione di altissima qualità, il brano viene esaltato nella sua spazialità, nella sua ariosità, nella sua musicalità.

Con la Amiron alcuni parametri sono addirittura superiori: la voce, ad esempio, è migliore (almeno con questo brano), perchè è più definita, mentre nella HE1000 tende ad "allargarsi" un po' troppo in orizzontale. Anche la dinamica generale, sembra migliore con la Amiron. Il basso della HE1000 è più profondo, ma quello della Amiron è più coinvolgente, più veloce e c'è più punch.

Ebbene sì. Sto paragonando la HE1000 alla Amiron. Qualcuno potrebbe ritenere assurdo un confronto tra due cuffie così diverse, sia per tecnologia che per livello di prezzo, ma voi avendone la possibilità, non lo fareste?

In definitiva, tra le due cuffie c'è un divario che potrebbe essere solo una questione di preferenze personali, oltre che economico, ovviamente.

Voi sapete quanto amo la HE1000 e quanto ne abbia apprezzato le sue doti finora. Per lei ho praticamente messo da parte tutte le altre cuffie, e ogni cuffia che ho avuto l'ardire di paragonare a lei non è durata più di cinque minuti. Ora è la prima volta che mi trovo con un accostamento che non solo regge il confronto, ma che addirittura sembra essere superiore in alcuni parametri non secondari.

Entrambe le cuffie hanno una timbrica molto corretta, con una leggera preferenza per il medio-basso di Amiron e una leggera preferenza per il medio-alto della HE1000. Ognuna delle due ha i suoi punti forti, e le sue criticità. Ma non c'è dubbio che in entrambi i casi si tratta di prestazioni ad altissimo livello, e per questo posso dire che questa Amiron è una delle migliori cuffie dinamiche che abbia mai ascoltato, a qualsiasi livello di prezzo.
dankan73
il 17/6/2018, 10:54dankan73
ma questo é fare outing...  laugh
Appena ho un fine settimana libero e riusciamo ad organizzarci passo a trovarti sono troppo curioso di sentirla.
dankan73
il 17/6/2018, 11:01dankan73
link

Qui il prezzo é molto buono ma c'é anche la recensione di un utente che l'ha comprata.......

Ultima modifica di dankan73 il 17/6/2018, 11:58, modificato 1 volta
bandAlex
il 17/6/2018, 11:15bandAlex

Avevo già letto quella recensione ma, a parte il fatto che è l'unico a pensarla così su tutto il pianeta, io credo che molto dipenda da come si è abituati ad ascoltare, al tipo di apparecchiature che si possiedono, e... alle capacità uditive. grande sorriso
torna
il 17/6/2018, 11:19torna
@dankan73 ha scritto:ma c'é anche la recenzione di un utente che l'ha comprata.......
Mah, recensione... Diciamo opinione personale, anche poco circostanziata.
cotton
il 17/6/2018, 12:03cotton
Al link di sotto trovate un ottimo esame strumentale fatto su questa cuffia
Inoltre scorrendo in  basso alla pagina ci sono molte misure eseguite su altre cuffie anche blasonate per avere un metro di paragone

https://diyaudioheaven.wordpress.com/headphones/measurements/brands-a-i/amiron/

Mi interessava sapere l'opinione di Alex riguardo di quel picco sulle alte freq.
bandAlex
il 17/6/2018, 13:17bandAlex
@cotton ha scritto:https://diyaudioheaven.wordpress.com/headphones/measurements/brands-a-i/amiron/

Mi interessava sapere l'opinione di Alex riguardo di quel picco sulle alte freq.

Ho già scritto in tempi non sospetti che le misure di risposta in frequenza sulle cuffie sono attendibili solo fino a circa 2 KHz. E infatti l'andamento della risposta da quella frequenza in giù rispecchia abbastanza fedelmente il comportamento in fase di ascolto. Per le frequenze più alte entrano in gioco diversi fattori che possono inficiare la misura e renderla del tutto inconsistente.

Per fortuna io ho avuto per diversi giorni entrambe le cuffie, la Amiron e la DT1990, e quindi possono dire con cognizione di causa che le due cuffie non sono minimamente paragonabili come resa alle alte frequenze, essendo la Amiron, all'ascolto, estremamente godibile, e invece la DT1990 sibilante e fastidiosa.

Eppure le due cuffie non sembrano così diverse a vedere le curve nella zona che va dai 5 ai 10 KHz.

Amiron Home - Pagina 2 41041091180_219a7ac9ba_z_d

Invece, a dispetto delle curve molto simili, la DT1990 ha preso la strada del ritorno al negoziante, mentre la Amiron è ancora qui con me...

Amiron Home - Pagina 2 41951521125_07c16c9bb0_z_d
cotton
il 17/6/2018, 13:37cotton
Grazie Alex per questa tua disamina, la cuffia é interessante.
Diciamo che al momento se la gioca con la focal clear come futuro acquisto che vorrei fare.
Vittorio
il 29/6/2018, 08:30Vittorio
Alessandro; 
come saprai, e come sapranno gli utenti del forum da post precedente, preso dalla smania di acquistare una Hifiman HE6 usata avevo venduto la Hifiman HE500 e il Vhf-Mos per poi pentirmene anche per la difficoltà di reperire una HE6 in ottimo stato e a prezzo accettabile. Ora in attesa di un acquisto cuffia ed ampli sono rimasto incuriosito dalla Amiron Home e dalla tua recensione che addirittura forse preferisci alla HE6 definendola non più al passo dei tempi e addirittura confrontandola con la HE1000. 
Consiglio: passando dalla HE500 ad una Amiron Home avrei solo vantaggi? Aftermarket eventualmente si potrà cambiare il cavo (i connettori si trovano facilmente?).
E soprattutto con quale ampli di fascia dai 500 ai 1.000€ (per restare nel range di prezzo della cuffia) abbinarle per farle volare.
Grazie.
Ciao.
bandAlex
il 29/6/2018, 12:02bandAlex
@Vittorio ha scritto:come saprai, e come sapranno gli utenti del forum da post precedente, preso dalla smania di acquistare una Hifiman HE6 usata avevo venduto la Hifiman HE500 e il Vhf-Mos per poi pentirmene anche per la difficoltà di reperire una HE6 in ottimo stato e a prezzo accettabile.

Quello dell'upgrade a tutti i costi è un morbo al quale noi appassionati (di qualunque tipologia) non riusciamo proprio a sfuggire. La HE500 era un'ottima cuffia, per certi versi migliore delle successive di HiFiMAN, ed è stato proprio il costruttore  a decretarne l'uscita di produzione. E' durata troppo poco sul mercato, io stesso non ho avuto il tempo di valutarla bene perchè uscì la HE-6 e poi la HE560. Io credo che tu non sia l'unico ad esserti pentito dopo averla rivenduta.

Ora in attesa di un acquisto cuffia ed ampli sono rimasto incuriosito dalla Amiron Home e dalla tua recensione che addirittura forse preferisci alla HE6 definendola non più al passo dei tempi e addirittura confrontandola con la HE1000. 
Consiglio: passando dalla HE500 ad una Amiron Home avrei solo vantaggi?

Io credo che la HE-6 sia ormai una cuffia che non può competere per tanti motivi, il primo dei quali è la sua inerente scomodità e il suo peso. Il fatto che sia difficile da pilotare è del tutto secondario, vista l'abbondanza di amplificatori nerboruti che ci sono in giro. Del resto, chi cerca una HE-6 non lo fa certo per un uso portatile. Invece per l'aspetto ergonomico e il comfort è ormai da considerarsi un oggetto preistorico. Mi domando come abbia fatto il sottoscritto, per così tanto tempo, ad accettare dei pads così rigidi, dei connettori così odiosi e un cavo talmente lontano dalle specifiche ottimali da potersi definire demenziale. Il fatto è che la HE-6 è una cuffia che suona decisamente bene, e fino a poco tempo fa c'erano ben poche alternative a quel livello di prezzo.

Mi sono reso conto poi che per la foga innescata dalla tecnologia magnetoplanare abbiamo concesso troppo ai cinesi e alle loro stravaganze. Quello che abbiamo accettato è stato il frutto dell'incapacità di un costruttore di fornire soluzioni più adeguate e in linea con i canoni moderni di ergonomia. Una cuffia come la HE-6 (e anche altre che hanno fatto la storia, vedi gran parte delle elettrostatiche) oggi non sarebbero più accettabili, ma mentre per le cuffie storiche si tratta di un processo evolutivo del tutto naturale, nel caso delle magnetoplanari cinesi si è trattato di una concessione fin troppo generosa da parte degli appassionati, un voler chiudere un occhio e passare sopra a tutti quegli aspetti grotteschi di un produttore alle prime armi fin troppo sopravvalutato.

Insomma, non è che la HE-6 è fatta in quel modo per delle scelte progettuali precise (a parte il trasduttore, ovviamente): è fatta così perchè quel produttore cinese non era in grado (o non poteva dal punto di vista economico) proporre qualcosa di meglio. Basti pensare alla scelta dei connettori, alle coppe in pesante metallo, al sistema di attacco dei pads (che funesta tuttora le cuffie di quel marchio e che dimostra una profonda incapacità progettuale), alla qualità stessa dei pads che persino su una cuffia da tremila euro suonati, la HE1000, è discutibile. Siamo passati sopra a tutto questo in nome della presunta qualità sonora, e questo vale non solo per i cinesi ma anche per marchi americanissimi come Audeze.

E come tutte le cose che ci abbagliano e ci trascinano in un vortice, solo successivamente si comprende esattamente l'accaduto e, se si ha il coraggio di ammettere le proprie debolezze, magari si cambia pure idea...

Il lato positivo di tutto questo è che, data l'enorme offerta di magnetoplanari cresciuta in pochissimo tempo, tutti i produttori, compresi quelli storici come Sennheiser e Beyerdynamic, hanno potuto farsi un'idea più precisa di ciò che cercano gli appassionati, delle loro preferenze soniche, e anche delle loro idiozie. Tra le idiozie annoveriamo la passione per i cavi, di giocare con i cavi, e per il cosiddetto "bilanciato". Non è un caso che oggi nessun produttore si sognerebbe di sfornare una cuffia di livello medio-alto con un cavo non removibile. Tra le cose serie invece possiamo mettere l'importanza di un basso ben presente e controllato, dell'headstage, e la fobia per la fatica di ascolto. Leggendo sui vari forum ci si rende conto che la prima preoccupazione per una nuova cuffia è che questa non sia affaticante, cioè si antepone la piacevolezza di ascolto ad ogni altra cosa. Un altro fattore importante è il coinvolgimento e l'immersione nell'evento sonoro da cui scaturisce la cosiddetta "emozionalità", un termine più adatto ad un contesto psicologico che acustico. Ma tant'è.

Un marchio come beyerdynamic oggi si trova a che fare con due tipologie di clienti. Da una parte ci sono i professionisti che badano al sodo e sanno perfettamente quello che gli serve. La cuffia è uno strumento, o meglio un mezzo per conseguire un fine preciso, e perciò deve essere neutrale, affidabile, non farsi sentire troppo, ed economica. Dall'altra ci sono tutti coloro per i quali la musica è l'aspetto principale, e questi a loro volta si suddividono in normali ascoltatori e gli audiofili. Questi ultimi sono quelli che spingono al massimo sulle prestazioni alla ricerca di un risultato spesso irraggiungibile. E purtroppo in questa ricerca entrano in gioco aspetti che con l'audio non hanno nulla a che fare, compresa proprio la ricerca del risultato. Raggiungere, ma anche soltanto capire, il risultato voluto da un audiofilo è compito molto difficile, perchè si tratta molto spesso di un obiettivo in costante cambiamento, condizionato dagli umori dei recensori e dagli stessi produttori, che lo alimentano e lo provocano in modo da poter aumentare i prezzi.  

In tutto ciò, ebbene sì, la Amiron Home è una di quelle cuffie riuscite, miracolosamente riuscite direi, che ormai scalzano via una gran parte di tutto l'approssimativo e improbabile parco ortodinamico che c'è in giro.

Ed inoltre...

Aftermarket eventualmente si potrà cambiare il cavo (i connettori si trovano facilmente?).

sì, si può persino cambiare il cavo.

E soprattutto con quale ampli di fascia dai 500 ai 1.000€ (per restare nel range di prezzo della cuffia) abbinarle per farle volare.

L'AF-N, sicuramente. Non so se le fa volare (stasera ci provo), per ora mi sembra solo che emettano dei suoni meravigliosi.
Edmond
il 29/6/2018, 13:34Edmond
Alex, tu hai potuto ascoltare la Sennheiser HD660? Ero curioso riguardo alla Amiron...
bandAlex
il 29/6/2018, 13:58bandAlex
No la HD660 non l'ho ascoltata, però in settimana prossima mi arriva la HD58X jubilee di Massdrop. Sembra che sia molto vicina alla HD660.
Edmond
il 29/6/2018, 14:42Edmond
Mi/ci racconterai di un confronto?
bandAlex
il 29/6/2018, 14:49bandAlex
Certamente!
password
il 2/7/2018, 22:13password
Che cuffia!
bandAlex
il 2/7/2018, 23:49bandAlex
@password ha scritto:Che cuffia!

blink huh fisch
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum