Condividi
Andare in basso
avatar
Dirty Harry
pesca
pesca
Messaggi : 938
Data d'iscrizione : 16.06.11

VHF 1.1d e 1.1e.

il 7/1/2012, 14:08
Complice la pausa natalizia, ho finito di realizzare l'assemblaggio nel cabinet della versione 1.1e (versione prototipale implementata sulla scheda senza dissipatori del progetto originario), con corrente di polarizzazione pari a 75 mA ; proprio quest'ultima caratteristica, comune alla 1.1d, unita ad una sostanziale uniformità realizzativa dalla quale si differenzia - oltre, ovviamente, che nelle diversità circuitali delle versioni - nei materiali impiegati solo nei condensatori, mi ha convinto ad una prova a confronto tra le due.

Approfitterò di questo week-end - l'ultimo libero - per una prova d'ascolto comparata.
smile

--


"Un uomo dovrebbe conoscere i propri limiti..."
avatar
Dirty Harry
pesca
pesca
Messaggi : 938
Data d'iscrizione : 16.06.11

Re: VHF 1.1d e 1.1e.

il 7/1/2012, 21:37

L'interno del VHF 1.1d...


...e quello del VHF 1.1e.


Ultima modifica di Dirty Harry il 8/1/2012, 14:35, modificato 2 volte

--


"Un uomo dovrebbe conoscere i propri limiti..."
avatar
b.veneri
Fragola
Fragola
Messaggi : 1538
Data d'iscrizione : 29.07.11
Località : Roma

Re: VHF 1.1d e 1.1e.

il 7/1/2012, 23:16
Senza parole... sembra leggendo la tua recensione di essere li ad ascoltare musica con te, anzi meglio, che le tue orecchie sentono sicuramente meglio delle mie e soprattutto riesci ad esprimere a parole sensazioni come quelle descritte.

Grazie per la recensione, a questo punto oltre alla comparativa con la 1.1d non puoi esimerti da quella con il vhf-n

--


Benedetto - Now playing: AF-6 
avatar
Dirty Harry
pesca
pesca
Messaggi : 938
Data d'iscrizione : 16.06.11

Re: VHF 1.1d e 1.1e.

il 8/1/2012, 14:21
Comprimari di rilievo nell'ascolto a confronto delle versioni 1.1d e 1.1e del VHF, il Denon DCD 3560, modifica Aurion Audio nell'uscita analogica (collegati da un XLO Type 1), e l'AKG K 501, inizio l'ascolto con il 10th Anniversary Special Edition, doppio CD della Chesky Records.
Miss Bea di McCoy Tyner, dallo sfolgorante hard-bop di New York Reunion, frutto di un quartetto composto da Joe Henderson, Ron Carter e Al Foster, viene interpretata in modo notevole : la limpida pulizia dei giri armonici viene esaltata dal 1.1e che restituisce senza soluzione di continuità la solida - ma non stolida - base ritmica allo stesso modo della raffinatezza del sax, dorato e sempre cantabile, lasciando all'espressività pianistica tipica di Tyner, uno dei legittimi e più autorevoli aspiranti all'eredità powelliana, l'onere di contraddirsi tra percussività e purezza della nota.
Rispetto al 1.1d, che si caratterizza da subito per una maggiore omogeneità ed una certa vena di asciuttezza, emerge una più ampia scatola sonora alla quale contribuisce una maggiore luminosità del messaggio musicale, frutto di una maggiore persistenza di un alone sonoro nella propagazione della nota piuttosto che di uno squilibrio timbrico.
Tuttavia occorre dire che questa maggiore essenzialità del 1.1d conserva, pur registrando un soundstage inferiore rispetto al 1.1e, una sua validità nella riproduzione del jazz accentuandone la dinamica apparente.
Con Meditation - dall'album Rio After Dark - di Ana Caram (con la straordinaria partecipazione di Jobim) e What you don't know - dall'album Tell Me I'm Not Dreamin' - di Sara K. metto alla prova la capacità di restituire senza aberrazioni di sorta due voci femminili diametralmente opposte, tendenti a virare verso i registri superiori, la prima, e verso quelli inferiori, la seconda : da parte di ambedue le versioni del VHF il controllo della situazione è totale ma occorre distinguere. Infatti, pur scongiurando ambedue, della prima quella fastidiosa esilità di fondo che gli impianti meno equilibrati fanno trapelare, connotandola del giusto intimismo che deve avere, e della seconda quella perdita di agilità del medio a causa dello sconfinamento sul medio basso della voce potente dell'artista americana, della quale esce giustamente sottolineato il pathos, si tratta di un risultato raggiunto per vie diverse : il 1.1d sdrammatizza il problema senza insistere sul micro dettaglio ma perdendo così qualcosa in completezza della riproduzione ; il 1.1e, al contrario, accompagnando ad una selettività superiore una conseguente finezza di grana, raggiunge il risultato con una performance di grado di soddisfazione più elevato.
Il 1.1e restituisce una notevole mole di dettagli, arricchendo gli strumenti di una notevole ariosità sulle frequenze superiori, riuscendo a fornire al contempo un soundstage credibile con gli strumenti ben definiti nello spazio ma omogenei e funzionali ad un contesto ben definito, in cui la musica non lascia spazi vuoti né si congestiona ; un mix inferiore per riuscita solo all'eccellente compromesso tra analisi e musicalità della riproduzione complessiva che la K 501 contribuisce senza dubbio a donare : due caratteri con diversi punti in comune, a partire da un'indiscutibile finezza di grana.
Il 1.1d, invece, restituisce un suono maggiormente omogeneo e compatto, frutto di una maggiore copertura dello spazio musicale e di un conseguente inferiore soundstage, perdendo il confronto in termini di ariosità.
Il bilanciamento timbrico di ambedue i VHF, pur non lasciando adito a critiche, caratterizzandosi per un'eccellente neutralità di fondo tra le gamme di frequenza, è naturalmente influenzato dalle suddette caratteristiche. Sicuramente, la tavolozza del 1.1e è più ricca senza che a ciò si accompagni un'introspezione clinica : il basso estremo fa sentire la sua presenza con calda discrezione ; il medio-basso è articolato ma ricco di informazioni, senza invadere le frequenze adiacenti ; il medio eccelle per definizione ed agilità ; il medio-alto arricchisce di ariosità ed impreziosisce questo notevole grado di analisi senza appesantirne i contenuti con la fatica d'ascolto ; l'estremo superiore rifinisce con una naturalezza accompagnata ad un grande senso della misura. Non è che che la tavolozza del 1.1d sia scarsa, è l'approccio che è diverso : sia il basso estremo che il medio-basso sono controllati ed articolati, con una leggera prevalenza del transiente sulla ricchezza di informazioni ; anche il medio vede prevalere fuoco e definizione ; il medio-alto ha una naturale inclinazione verso una materica incisività, incisività che viene conservata dall'estremo superiore, leggermente calante.
L'ascolto della storica incisione del Concerto No.2 di Rachmaninoff di Earl Wild con la Royal Philarmonic fa emergere la capacità di gestire al meglio, da parte di ambedue i VHF, anche incisioni attempate - ma sempre apprezzabili - con sfumature diverse e conseguenti a quanto detto prima. Il 1.1e mantiene la luminosa liquidità del timbro del pianoforte e conserva un'apprezzabile ricchezza dell'incisione originale mentre il 1.1d ne fa apprezzare più la sua percussività in dialogo serrato con l'orchestra, risultando comunque evidente la discendenza del pianista americano dall'impostazione horowitziana, per amabilità del timbro dello strumento.
Anche la musica da camera con i Flute Quartets No.4 di Mozart, eseguita da Gary Schocker & Chester String Quartet, risulta molto convincente nei timbri riproposti con la stessa differente impostazione, a seconda che possa risultare più apprezzabile la composta articolazione del messaggio musicale ovvero la ricchezza delle sfumature prodotte dagli strumenti musicali.
How & Why, The recording secrets of Velut Luna-Vol.2, incentrato sulle voci femminili, conferma il lusinghiero responso nei confronti del 1.1e emerso con il CD Chesky, facendo emergere l'alto rispetto del messaggio originale : Gli uomini del vento di Paola Casula, la cover di Fire and rain di Fabiana Martone e quella di Please send me someone to love di Cristina Sartori esaltano la naturalezza della ripresa della Factory veneta.
Ne esce fuori un quadro realistico dei parametri connaturati al concetto di ripresa dell'evento sonoro, dinamica e timbro in primis : voci con caratteristiche diverse fanno emergere una varietà timbrica naturalmente caratterizzata da sibilanti, labiali e tutto ciò che rende reale la riproduzione della musica.
Lascia piacevolmente colpiti la capacità complessiva di restituzione di un'elevata analisi del messaggio musicale senza alcuno dei sintomi da iperrealismo che tendono di solito a caratterizzare tale qualità, ed anzi facendo emergere una gradevolezza insolita, se rapportata proprio a questa elevata capacità introspettiva.
Occorre dire che non altrettanto bene fa il 1.1d che, pur restituendo correttamente il brano della Casula, riproduce con eccessiva franca asciuttezza - mancando di quell'alone armonico di cui è dotato il 1.1e - le sibilanti della Martone e non agevola la giusta fruizione del divertissement della Sartori, restituito con un po' troppa asprezza.
Anche la splendida cover di Song to the siren (una delle canzoni più belle della storia del rock frutto di uno dei più grandi vocalist della storia del rock, Tim Buckley) di Robert Plant è resa, nonostante la sua equalizzazione, dal 1.1e con un fascino elevatissimo per la sua intensità e la sua spazialità e meno bene - in tono con quanto precedentemente detto - dal 1.1d.
Trionfa, nel 1.1e, il massimo grado di analisi - relativa - contemperata dalla massima concreta sostenibilità dell'ascolto, che credo sia l'obiettivo - compatibile alle risorse disponibili - che si prefigge l'audiofilo maturo, che è colui il quale vuole essere in grado di poter meditare su tutto ciò che riesce a metabolizzare/sentire senza sforzo e con piacere : gli amanti della parzialità - alti incisivi, medi esaltati e bassi che raggiungono le viscere dallo sfintere anale - possono tranquillamente rivolgersi verso altri lidi...
E non è che quello del 1.1e sia un suono inutilmente femmineo ovvero addomesticato ad ascolti borghesi : basterebbe sentire la resa con la cover di Black magic woman di Patricia Barber nell'imperdibile Companion per fugare ogni dubbio !
Il treno pulsante costituito dalla batteria e dalle percussioni del duo Montzka/Alvarez unitamente al basso di Arnopol, guidato dai fischi di vapore di - apprezzabile - varia intensità dell'Hammond della Barber, porta l'ascoltatore sui binari della dinamica e dell'emozione consapevole sino alla fine del percorso, senza deragliare per inutile esibizionismo e cattivo gusto, superando sotto questo aspetto il 1.1d che, nonostante la fulminea prontezza ai transienti sembra dotato di minore risoluzione dinamica.
L'ascolto dei tre sampler della Blue Note - Shades of Blues, Contemporary Superstars e New Voices in Blue - che possiedo e che uso come test per verificare la resa sulle incisioni odierne conferma l'analisi sin qui condotta : la dinamica, soprattutto in basso, esce fuori pulita e non sacrificata sull'altare degli alti livelli di distorsione in ambedue gli ampli con le diversità esaminate.
Certo, a volte nel 1.1e sembra emergere in alcuni contesti (dove si è già autonomamente provveduto a mitigare gli effetti dell'età di alcune registrazioni), come per esempio in alcune incisioni Verve d'annata, un'eufonia persino eccessiva sul medio-alto, comunque mai fastidiosa (ad avercene sempre di questi problemi !), che invece favorisce il 1.1d (la storica Girl from Ipanema, classico del jazz-samba, risulta più correttamente restituita da quest'ultimo).
Insomma, pur rappresentando il VHF 1.1e una sicura evoluzione rispetto al 1.1d non so se sia corretto recitare il de profundis per la precedente release, potendo continuare comunque a conservare un certo senso il suo utilizzo.
Cercherò di ritagliarmi un supplemento di indagine... wink
smile

--


"Un uomo dovrebbe conoscere i propri limiti..."
avatar
Dirty Harry
pesca
pesca
Messaggi : 938
Data d'iscrizione : 16.06.11

Re: VHF 1.1d e 1.1e.

il 8/1/2012, 14:42
@b.veneri ha scritto:Senza parole... sembra leggendo la tua recensione di essere li ad ascoltare musica con te, anzi meglio, che le tue orecchie sentono sicuramente meglio delle mie e soprattutto riesci ad esprimere a parole sensazioni come quelle descritte.

Grazie per la recensione, a questo punto oltre alla comparativa con la 1.1d non puoi esimerti da quella con il vhf-n

Grazie Ben ! happy
Ho aggiornato il post preferendo una disamina unitaria, sembrandomi così maggiormente chiari i termini del confronto ma non è finita qui... grande sorriso
Per il VHF-N occorrerà aspettare l'arrivo degli ultimi condensatori, purtroppo ! cry


Ultima modifica di Dirty Harry il 17/1/2012, 15:03, modificato 1 volta

--


"Un uomo dovrebbe conoscere i propri limiti..."
avatar
bandAlex
Golden Ears
Golden Ears
Messaggi : 5811
Data d'iscrizione : 29.04.11
Località : Roma

Re: VHF 1.1d e 1.1e.

il 10/1/2012, 00:13

Leggendo questa recensione scritta in maniera magistrale da Harry, devo dire che mi trovo d'accordo su gran parte delle sensazioni riportate, in particolare sulle differenze colte a riguardo della gamma bassa e dell'headstage tra i due VHF-1.

Io stesso, che conosco profondamente il VHF-1, non avrei saputo esporre meglio le impressioni e descrivere con tanta abilità le caratteristiche sonore di questo piccolo amplificatore.

Grazie davvero.
Ospite
Ospite

Re: VHF 1.1d e 1.1e.

il 10/1/2012, 11:33
Salve! Scusate le domande da ignorantone e scusate se disturbo, quì sono solo un ospite. :)
Ma come si pone questo VHF-1 nei confronti di ampli commerciali? Sto pensando ad alternative in Classe A, come lo Schiit Asgard o il Burson... ma il confronto fatelo con quello che volete, è giusto per rendere l'idea! :)

Poi riguardo la numerazione... il VHF-1.e sarebbe il definitivo 1.2? O l'1.2 è una versione ancora diversa?

Buon proseguimento, e complimenti! Fa sempre piacere vedere delle persone che prendono sul serio la propria passione! :)
avatar
Dirty Harry
pesca
pesca
Messaggi : 938
Data d'iscrizione : 16.06.11

Re: VHF 1.1d e 1.1e.

il 10/1/2012, 11:52
silver_85 ha scritto:Salve! Scusate le domande da ignorantone e scusate se disturbo, quì sono solo un ospite. :)
Ma quale disturbo ! smile

silver_85 ha scritto:
Ma come si pone questo VHF-1 nei confronti di ampli commerciali? Sto pensando ad alternative in Classe A, come lo Schiit Asgard o il Burson... ma il confronto fatelo con quello che volete, è giusto per rendere l'idea! :)

Non ti posso aiutare in tal senso con gli apparecchi da te menzionati ma non dubito ci sia chi lo possa fare.
La mia - almeno - è un'esperienza personale d'ascolto che prescinde da confronti diretti e tende ad essere assoluta - secondo il mio relativo punto di vista, naturalmente - pur avendo a modello alcune amplificazioni top.

silver_85 ha scritto:
Poi riguardo la numerazione... il VHF-1.e sarebbe il definitivo 1.2? O l'1.2 è una versione ancora diversa?

Buon proseguimento, e complimenti! Fa sempre piacere vedere delle persone che prendono sul serio la propria passione! :)

Qui posso esserti di maggiore aiuto.
Il VHF 1.2 gode degli ultimi improvement del progetto tenendo ferma la PCB precedente a quella del VHF-N, che è stata riprogettata (pur nel rispetto dei parametri originariamente previsti) facendo tesoro dell'esperienza di Alex con il Nemo : è quindi diverso dal 1.1e ed è quasi un VHF-N, tenendo ferma la PCB relativa alla versione 1.1d ed 1.1e.
Spero di essere stato chiaro...
smile

--


"Un uomo dovrebbe conoscere i propri limiti..."
Ospite
Ospite

Re: VHF 1.1d e 1.1e.

il 10/1/2012, 11:55
Grazie mille! Mi sono accorto da solo, spulciando il forum, che ci sono alcune differenze tra 1.E e 1.2. Già che la corrente di bias è passata da 75 a 90 mA... chiedo venia! :)
Chissà come cambia ancora il suono...

Un altro dubbio che mi tarla è l'impedenza d'uscita... 3Ohm nel VHF-1 e 18Ohm nel VHF-N... ma in qualche altro post avevo letto che non erano 18, ma 8... Qual'è il numero giusto? Ma soprattutto non sarà un po' troppo alto per cuffie con impedenza non troppo elevata? Io ho provato sulla mia pelle l'effetto di un dampin factor troppo basso. Ed ho delle Sennheiser HD598...
avatar
bandAlex
Golden Ears
Golden Ears
Messaggi : 5811
Data d'iscrizione : 29.04.11
Località : Roma

Re: VHF 1.1d e 1.1e.

il 10/1/2012, 14:04

8 o 18 ohm? La confusione nasce dal fatto che l'impedenza di uscita - intrinseca - del VHF-N è di 8 ohm. Ma in serie all'uscita è stata messa una resistenza da 10 ohm, che porta l'impedenza totale a 18 ohm.

La differenza tra le due impedenze è impercettibile in cuffia, in quanto l'impedenza della cuffia è ben superiore - nel caso della HD598 si tratta di 50 ohm. Si potrebbero avere problemi solo con cuffie di impedenza inferiore a 20 ohm, che sono rarissime, almeno in ambito hi-fi.

La grossa differenza la si sente passando ad un amplificatore con impedenza nei dintorni del centinaio di ohm o superiore. La HD598 per suonare al meglio ha bisogno di un amplificatore a bassa impedenza, e quindi se la si attacca ad un ampli integrato o con impedenza inusitatamente alta perde gran parte delle sue qualità. Questo non si verifica con il VHF-N, con il quale la HD598 suona davvero bene - così come con il VHF-1 del resto.
avatar
Dirty Harry
pesca
pesca
Messaggi : 938
Data d'iscrizione : 16.06.11

Re: VHF 1.1d e 1.1e.

il 10/1/2012, 14:06
silver_85 ha scritto:Grazie mille! Mi sono accorto da solo, spulciando il forum, che ci sono alcune differenze tra 1.E e 1.2. Già che la corrente di bias è passata da 75 a 90 mA... chiedo venia! :)
Chissà come cambia ancora il suono...

Diciamo che l'innalzamento del bias gioca sulla maggiore capacità di pilotaggio del VHF più che sulla qualità, essendo possibile e - soprattutto - previsto portare a 90 mA il bias del 1.1e.

silver_85 ha scritto:
Un altro dubbio che mi tarla è l'impedenza d'uscita... 3Ohm nel VHF-1 e 18Ohm nel VHF-N... ma in qualche altro post avevo letto che non erano 18, ma 8... Qual'è il numero giusto? Ma soprattutto non sarà un po' troppo alto per cuffie con impedenza non troppo elevata? Io ho provato sulla mia pelle l'effetto di un dampin factor troppo basso. Ed ho delle Sennheiser HD598...

Obiettivamente, visto il dato comunque basso dell'impedenza (più basso di qualunque cuffia in commercio), penso sia un falso problema non diversamente dal giudicare la qualità di un amplificatore valvolare dal fattore di smorzamento.
Io non penso che ci siano molti altri amplificatori commerciali come il VHF-N capaci di erogare 500 mW su 32 Ohm che penso sia un dato che scongiuri qualunque apprensione in merito al controllo del trasduttore di una cuffia anche ostica !
wink

--


"Un uomo dovrebbe conoscere i propri limiti..."
avatar
Dirty Harry
pesca
pesca
Messaggi : 938
Data d'iscrizione : 16.06.11

Re: VHF 1.1d e 1.1e.

il 17/1/2012, 10:57
Supplemento di indagine

Conclusivamente, alla luce dei programmi musicali impiegati per cercare di stanare la personalità degli amplificatori, mi sembra di poter dire - ciò almeno nella mia configurazione - che il VHF 1.1d conserva un rispetto elevato delle incisioni già buone o anche rivedute e corrette, con poche predilezioni sulla natura timbrica dell'intervento quanto sul gradimento della ricchezza armonica - con riferimento al dato d'ambienza - del segnale musicale, rivelando una certa nota d'asciuttezza complessiva frutto, probabilmente, di una prontezza e perentorietà di livello davvero elevato nel trattamento dei transienti.
Il VHF 1.1e vede una positiva evoluzione nel progetto dell'amplificatore della quale - cercando di ritagliarmi un'improbabile ruolo di detective audio - mi sembra responsabile il nuovo equilibrio dato dalla felice combinazione tra diminuizione della corrente circolante nella coppia differenziale ed aumento del guadagno : di fronte ad una percepibile minore perentorietà nel trattamento dei transienti emerge una generale maggiore gentilezza nell'analisi del segnale musicale che rende meno critica la versione in esame anche nella riproduzione delle incisioni mediocri, senza diminuire il livello d'introspezione. Ovviamente esce avvantaggiato da questo nuovo atteggiamento il trattamento delle frequenze superiori delle quali viene drammaticamente ridotta quell'affilatezza presente nel VHF 1.1d nella riproduzione di incisioni tecnicamente poco apprezzabili, ciò grazie anche ad una ritrovata capacità di restituzione delle armoniche in un soundstage più ampio e naturale ; ma anche la restituzione delle ottave inferiori assume un carattere diverso, venendone esaltata la naturale immanenza piuttosto che il nervoso dinamismo della precedente versione, ed anche il medio è più raffinato nel micro e liquido nel macro, pur rimanendo ben definito.
Insomma, allo stato, preferisco - data quell'apprezzabile caratteristica di velocità e perentorietà dinamica del VHF 1.1d - mantenere una certa versatilità d'utilizzo nelle amplificazioni, piuttosto che fare l'upgrade - semplicissimo persino per me ! - alla versione 1.1e ; ma non ho ancora testato il nuovo VHF-N a causa del mancato arrivo (e tra poco penso che mi dovrò rassegnare a considerarli perduti) dei Rubycon ZLH da 470 uF/6,3V : la situazione potrebbe cambiare... wink
smile


Ultima modifica di Dirty Harry il 17/1/2012, 13:52, modificato 4 volte

--


"Un uomo dovrebbe conoscere i propri limiti..."
avatar
b.veneri
Fragola
Fragola
Messaggi : 1538
Data d'iscrizione : 29.07.11
Località : Roma

Re: VHF 1.1d e 1.1e.

il 17/1/2012, 11:14
Rimaniamo in attesa anche noi dei Rubycon...
Le tue disamine sono sempre appassionanti

--


Benedetto - Now playing: AF-6 
avatar
Dirty Harry
pesca
pesca
Messaggi : 938
Data d'iscrizione : 16.06.11

Re: VHF 1.1d e 1.1e.

il 17/1/2012, 11:25
@b.veneri ha scritto:Rimaniamo in attesa anche noi dei Rubycon...

La settimana scorsa mi sono arrivati quelli da 1.500 uF ma ho paura che questi ormai non arrivino più. sad
Spero di sbagliarmi... unsure

@b.veneri ha scritto:
Le tue disamine sono sempre appassionanti

Grazie !
happy

--


"Un uomo dovrebbe conoscere i propri limiti..."
avatar
AndreaFx
pesca
pesca
Messaggi : 704
Data d'iscrizione : 21.06.11
Località : Milano (nord-ovest)

Re: VHF 1.1d e 1.1e.

il 17/1/2012, 12:20
Mi è capitato solo 1 volta che i pezzi non arrivassero.....però ero stato prontamente avvisato telefonicamente dal call center.
Stasera provo a dare un occhio se me ne sono rimasti, se li trovo ti mando un MP e ci accordiamo per l'invio happy

Complimenti per le recensioni, davvero molto belle e precise special cool
avatar
Dirty Harry
pesca
pesca
Messaggi : 938
Data d'iscrizione : 16.06.11

Re: VHF 1.1d e 1.1e.

il 17/1/2012, 12:37
@AndreaFx ha scritto:Mi è capitato solo 1 volta che i pezzi non arrivassero.....però ero stato prontamente avvisato telefonicamente dal call center.

Purtroppo, Andrea, li ho presi su eBay lo scorso 21/11 da un venditore di Hong Kong non trovando da altre parti i ZLH ma mi sa che ormai la spedizione non è andata a buon fine... sad

@AndreaFx ha scritto:
Stasera provo a dare un occhio se me ne sono rimasti, se li trovo ti mando un MP e ci accordiamo per l'invio happy

Complimenti per le recensioni, davvero molto belle e precise special cool

Un doppio grazie, Andrea ! flowers
Che condensatori avevi preso, quelli indicati da Alex nella part list ? huh


Ultima modifica di Dirty Harry il 17/1/2012, 13:51, modificato 1 volta

--


"Un uomo dovrebbe conoscere i propri limiti..."
avatar
b.veneri
Fragola
Fragola
Messaggi : 1538
Data d'iscrizione : 29.07.11
Località : Roma

Re: VHF 1.1d e 1.1e.

il 17/1/2012, 12:42
@Dirty Harry ha scritto:
La settimana scorsa mi sono arrivati quelli da 1.500 uF ma ho paura che questi ormai non arrivino più.
Spero di sbagliarmi...


Dove li hai presi?

--


Benedetto - Now playing: AF-6 
avatar
AndreaFx
pesca
pesca
Messaggi : 704
Data d'iscrizione : 21.06.11
Località : Milano (nord-ovest)

Re: VHF 1.1d e 1.1e.

il 17/1/2012, 12:48
@Dirty Harry ha scritto:
Che condensatori avevi preso, quelli indicati da Alex nella part list ? huh

Si, io ho seguito minuziosamente la part-list
avatar
bandAlex
Golden Ears
Golden Ears
Messaggi : 5811
Data d'iscrizione : 29.04.11
Località : Roma

Re: VHF 1.1d e 1.1e.

il 17/1/2012, 13:00
Vorrei far presente che i condensatori in questione, quelli da 470 uF 6.3V, possono anche essere di tipo economico perchè la loro qualità non influisce sul suono. Al limite, si tratterebbe solo di un problema di durata e di affidabilità, ma non di tipo sonoro.

Ricordo che nel VHF-N non ci sono condensatori sul percorso del segnale. Gli unici importanti sono i due che nella part-list sono indicati come polistirene, da 47 pF.
avatar
Dirty Harry
pesca
pesca
Messaggi : 938
Data d'iscrizione : 16.06.11

Re: VHF 1.1d e 1.1e.

il 17/1/2012, 13:02
@b.veneri ha scritto:
Dove li hai presi?

Quelli da 1500 qui.

--


"Un uomo dovrebbe conoscere i propri limiti..."
avatar
Dirty Harry
pesca
pesca
Messaggi : 938
Data d'iscrizione : 16.06.11

Re: VHF 1.1d e 1.1e.

il 17/1/2012, 13:06
@bandAlex ha scritto:Vorrei far presente che i condensatori in questione, quelli da 470 uF 6.3V, possono anche essere di tipo economico perchè la loro qualità non influisce sul suono. Al limite, si tratterebbe solo di un problema di durata e di affidabilità, ma non di tipo sonoro.

Sì, lo so...
Ma costavano poco, erano della stessa serie e sono comunque ad elevata durata e per quello li avevo presi.
sad

--


"Un uomo dovrebbe conoscere i propri limiti..."
avatar
AndreaFx
pesca
pesca
Messaggi : 704
Data d'iscrizione : 21.06.11
Località : Milano (nord-ovest)

Re: VHF 1.1d e 1.1e.

il 19/1/2012, 14:11
Niente condensatori....mi spiace cry
Ho preso giusto 1 pezzo in più per tipo, in caso di guasti......
avatar
Dirty Harry
pesca
pesca
Messaggi : 938
Data d'iscrizione : 16.06.11

Re: VHF 1.1d e 1.1e.

il 19/1/2012, 15:31
Tranquillo...
Grazie ad un altro benefattore ho comunque rimediato !
La settimana prossima dovrei avere il tutto per iniziare ad assemblare anche il VHF-N. wink
smile

--


"Un uomo dovrebbe conoscere i propri limiti..."
Ospite
Ospite

Re: VHF 1.1d e 1.1e.

il 5/2/2012, 10:25
come va con la costruzione del VHF-N?
Le differenze potrebbero essere anche maggiori che tra 1.1d e 1.1e, son parecchio curioso... grande sorriso
avatar
Dirty Harry
pesca
pesca
Messaggi : 938
Data d'iscrizione : 16.06.11

Re: VHF 1.1d e 1.1e.

il 9/2/2012, 20:38
silver_85 ha scritto:come va con la costruzione del VHF-N?
Le differenze potrebbero essere anche maggiori che tra 1.1d e 1.1e, son parecchio curioso... grande sorriso

Sono stato fuori, indaffarato in impegni indifferibili ma ora sono tornato e conto, entro la settimana prossima, di assemblare il tutto, non mancando più niente.
Presto vi dirò... wink
smile

--


"Un uomo dovrebbe conoscere i propri limiti..."
Contenuto sponsorizzato

Re: VHF 1.1d e 1.1e.

Torna in alto
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum