Condividi
Andare in basso
password
password
Golden Ears
Golden Ears
Messaggi : 1400
Data d'iscrizione : 03.12.11
Località : Roma

Perle audiofile Empty Perle audiofile

il 10/5/2019, 08:57
Apro questo tread per invitare a segnalare quello che si capta dal web in ambito audio che ci stupisce, quello che sconcerta, quello che va oltre la ragione e sconfina nell'irrazionale, nello pseudoscientifico, nel paranormale.
Soprattutto quello che fa ridere o scatena la nostra umana… compassione. cry 

Eccone una: "le differenze tra le sorgenti e/o altri componenti sono direttamente proporzionali alla qualità dell'intero set-up che include l'acustica ambientale che lo accomoda, la qualità della tensione con la relativa gestione delle masse a terra ed il corretto settaggio di tutta la catena. Si possono fare tutti i test che si vogliono ma se la "base" è compromessa dalle fondamenta è veramente difficile ricavarne utili impressioni."
bandAlex
bandAlex
Golden Ears
Golden Ears
Messaggi : 6148
Data d'iscrizione : 29.04.11
Località : Roma

Perle audiofile Empty Re: Perle audiofile

il 10/5/2019, 10:51
Dallo stile sembrerebbe sempre lo stesso forum, vero? grande sorriso

password
password
Golden Ears
Golden Ears
Messaggi : 1400
Data d'iscrizione : 03.12.11
Località : Roma

Perle audiofile Empty Re: Perle audiofile

il 10/5/2019, 11:16
E' una sorgente inesauribile.
Edmond
Edmond
Fragola
Fragola
Messaggi : 1267
Data d'iscrizione : 28.08.13

Perle audiofile Empty Re: Perle audiofile

il 10/5/2019, 11:33
Fantastico...
ivanouk
ivanouk
nespola
nespola
Messaggi : 343
Data d'iscrizione : 12.10.15

Perle audiofile Empty Re: Perle audiofile

il 10/5/2019, 12:03
@password ha scritto:..... "le differenze tra le sorgenti e/o altri componenti sono direttamente proporzionali alla qualità dell'intero set-up che include l'acustica ambientale che lo accomoda...

io non ho capito che significa  blink
Edmond
Edmond
Fragola
Fragola
Messaggi : 1267
Data d'iscrizione : 28.08.13

Perle audiofile Empty Re: Perle audiofile

il 10/5/2019, 12:32
Si accomodi...  grande sorriso
bandAlex
bandAlex
Golden Ears
Golden Ears
Messaggi : 6148
Data d'iscrizione : 29.04.11
Località : Roma

Perle audiofile Empty Re: Perle audiofile

il 10/5/2019, 13:48
Comunque, c'è da dire una cosa. Un forum che si chiama "Fine tuning audio", che argomenti può affrontare?

Se si trattasse di automobili, sarebbe chiaro a tutti a quale tipo di persone si rivolge. A quelli che attaccano l'alettone posticcio, che mettono i distanziali, che ribassano, che rialzano, che allargano...

Senza sapere che il vero FINE tuning (nel senso di "fino", "di precisione") lo fanno gli ingegneri che progettano l'auto. Quelli che scrivono i software delle varie centraline, che conoscono le caratteristiche dei sensori, che conoscono i protocolli di comunicazione tra i vari apparati, che disegnano la varie parti del motore: sono quelli che fanno il vero fine tuning.

Quando si tratta di mettere le mani in un motore moderno, servono competenze a largo spettro. Per questo motivo oggi le officine, soprattutto quelle autorizzate dai vari marchi, si attengono a procedure rigidamente fissate, e spesso sono le automobili stesse a comunicare cosa c'è che non va in caso di guasto. Il meccanico (quello in gamba) è un esperto nel sapere come sostituire i vari pezzi e resta comunque una figura fondamentale, ma mai si azzarderebbe a toccare o modificare un componente in base alle sue sensazioni. Anche perchè in una automobile una modifica maldestra potrebbe avere conseguenze fatali.

Nell'audio il "fine tuning" è qualcosa per cui non serve alcuna competenza. Mentre persino il peggior tamarro da autostrada ha comunque un minimo di consapevolezza su quello che fa, l'audiofilo frustrato, tutto cambia cavi e connettori, basa le sue manovre solo sul sentito dire o su presunte capacità uditive che però nessuno può certificare. E mai si azzarderebbe a mettere in dubbio il suo udito o le sue percezioni. Perchè metterle in dubbio, significherebbe togliere valore a tutte le cavetterie, passamanerie, feticcerie e amuleti di cui si circonda.

Non ci sarebbe da perderci molto tempo su tali questioni, ma il fatto è che queste persone stanno creando un danno enorme a tutta la categoria. In primis, un danno di immagine. Ormai l'opinione diffusa a riguardo degli audiofili rasenta la ridicolaggine. Ma soprattutto il danno economico. Il motivo per cui oggi paghiamo un banale cavetto di segnale almeno dieci volte quello che sarebbe il prezzo congruo lo dobbiamo a loro. E non si tratta solo di cavetti, ma di tutto ciò che può fregiarsi dell'appellativo hi-fi sostituito ormai da anni con quello senza significato di "hi-end".

Il fatto che queste storie sui cavi siano il frutto di allucinazioni è dimostrato dal fatto che le stesse dinamiche si innescano con le stesse modalità pure con altri componenti e accessori che nulla hanno a che vedere con i cavetti. Persino quando di mezzo non c'è nemmeno un componente fisico ma solo qualcosa che potenzialmente è in grado di modificare il suono, si scatenano tali dinamiche. Ad esempio quando si tratta di segnali digitali e frequenze di campionamento. E' ormai la norma (e per questo non ci facciamo più caso, ahimè!) per alcuni descrivere le meraviglie del DSD, o dei formati cosiddetti "hi-res". Per non parlare di quando descrivono le differenze soniche tra un player e l'altro. Come se un software potesse infondere allo stream digitale proprietà particolari (probabilmente dovute ai programmatori, anch'essi audiofili, ovvio).

Come ho già detto, tali questioni non avrebbero neanche dignità di essere considerate. Uno legge, sorride, e passa oltre. Il problema è che le castronerie sono scritte da persone ritenute importanti per il loro ruolo. O sono persone riconosciute come degli "esperti", oppure hanno responsabilità e incarichi importanti nelle varie attività del settore. Tra queste attività si annoverano importatori, rivenditori, recensori di riviste o pubblicazioni, amministratori di forum o gruppi facebook, imprenditori e persino tecnici progettisti o che si proclamano tali. E poi ovviamente il codazzo di amici degli amici ognuno dei quali ha i suoi piccoli interessi e che per questo mai si sognerebbe di contraddire le opinioni dominanti in un settore che campa proprio su quelle.

E quindi... potrebbe essere davvero utile continuare la lista delle perle audiofile. Se qualcuno inciampa qui sopra, anche solo per sbaglio, magari ha una piccola possibilità di riflettere prima di buttare via i soldi per una multipresa hi-end da centinaia di euro.
grazianux
grazianux
mela
mela
Messaggi : 94
Data d'iscrizione : 10.02.16

Perle audiofile Empty Re: Perle audiofile

il 10/5/2019, 13:55
Ahah, per la multipresa troppo tardi....
Ma era una permuta, lo.giuro
mariovalvola
mariovalvola
Golden Ears
Golden Ears
Messaggi : 724
Data d'iscrizione : 09.07.14

Perle audiofile Empty Re: Perle audiofile

il 10/5/2019, 18:53
Alex: parlando con il mio capo officina VW di queste cose, piangeva dal ridere. I bimbominkia  in auto sono ormai a livello degli idiofili. Ho visto una bellissima Golf GTI con il motore rovinato (bronzine e pistoni irrecuperabili) semplicemente perché il padrone aveva letto in rete meraviglie su un olio destinato a motori completamente diversi con una gradazione sbagliata. Ci vogliono doti sovraumane per arrivare a simili capolavori con motori meravigliosi e molto affidabili e longevi come l'EA888 in tutte le sue declinazioni.
grazianux
grazianux
mela
mela
Messaggi : 94
Data d'iscrizione : 10.02.16

Perle audiofile Empty Re: Perle audiofile

il 10/5/2019, 19:39
Bah, io credo che la "idiofilia" sia componente imprescindibile e molta della parte del divertimento nello hobby della riproduzione musicale.
Se si limitasse tutto allo ascoltare bene o ad utilizzare un prodotto performante o appagante per i nostri parametri, ci saremmo fermati tutti svariati anni fa.
Invece ci nutriamo della voglia di lasciarci sorprendere, lo mettiamo in conto di farci prendere un po' per il culo, a volte siamo i primi a farlo con noi stessi.
Nulla di male.
Ma quando si raggiungono livelli da offesa alla logica o negazionismo scientifico credo che chi ne abbia la capacità, e la voglia, certo, dovrebbe fare un po' chiarezza, almeno sui massimi sistemi.
Se si cominciano a confondere le competenze di pizzaioli e ingegneri nei rispettivi ambiti, poi diventa difficile....
E tutto diventa possibile, avvertire iuna disomogeneità ad orecchio sui 15 hz e pure filare un cavo di potenza con le mani...
mariovalvola
mariovalvola
Golden Ears
Golden Ears
Messaggi : 724
Data d'iscrizione : 09.07.14

Perle audiofile Empty Re: Perle audiofile

il 10/5/2019, 19:57
Nel mio piccolo, con i miei limiti, io ci ho provato. Si passa per guastafeste, per bambini cattivi che ti rompono il giocattolo nuovo a Natale.
Io, non ho nulla contro una sana dimensione ludica. Ci può anche stare ma, spesso, si supera il limite.
Le cazzate attecchiscono con una facilità sorprendente.
password
password
Golden Ears
Golden Ears
Messaggi : 1400
Data d'iscrizione : 03.12.11
Località : Roma

Perle audiofile Empty Re: Perle audiofile

il 10/5/2019, 22:52
@mariovalvola ha scritto:Le cazzate attecchiscono con una facilità sorprendente.
Effettivamente è un verità incontrovertibile
password
password
Golden Ears
Golden Ears
Messaggi : 1400
Data d'iscrizione : 03.12.11
Località : Roma

Perle audiofile Empty Re: Perle audiofile

il 11/5/2019, 09:50
Vi offro un'altra perla: "mio nonno, classe 1891 ebbe la fortuna di assistere a una proiezione WE  o Cinemeccanica in Italia, Vitavox in Inghilterra o Siemens Klangfilm in Germany.  L’audio Da Cinema tra le due guerre, probabilmente la massima espressione del suono riprodotto ad oggi. Per chi non ha le orecchie di capitan findus, ovviamente."
Edmond
Edmond
Fragola
Fragola
Messaggi : 1267
Data d'iscrizione : 28.08.13

Perle audiofile Empty Re: Perle audiofile

il 11/5/2019, 10:29
Ricordo a Colonia tanti anni fa, durante una Photokina, la riedizione di un set di proiezione filmografica con un proiettore alimentato a gasolio (giuro!!!) con lenti Leica e audio Klangfilm... Non ho più visto qualcosa di così coinvolgente
Edmond
Edmond
Fragola
Fragola
Messaggi : 1267
Data d'iscrizione : 28.08.13

Perle audiofile Empty Re: Perle audiofile

il 11/5/2019, 10:31
Eppure, Alex, i software di riproduzione audio suonano diversi. E io credo che la cosa sia dovuta, volutamente, ad artifici realizzati dai programmatori per "drogare" la musicalità del proprio software secondo un proprio gusto personale...
grazianux
grazianux
mela
mela
Messaggi : 94
Data d'iscrizione : 10.02.16

Perle audiofile Empty Re: Perle audiofile

il 11/5/2019, 12:16
E' anche vero che molte volte si ottengono risultati che sulla carta e datasheet non si dovrebbero ottenere, e capire il perché non e' neppure semplicissimo.
Tra gli impianti migliori che ricordi uno audio note dal prezzo assurdo che pilotava due concentrici da 38 tannoy, in una cassa di compensato perché non erano riusciti a montare il mobile in tempo per la esibizione, appoggiate sulla parete di cartongesso di una stanzetta gremita di persone.
Eppure areosita e scena olografica come non ne ho piu' viste.
O un paio di linn tukan pilotate da un gainclone
Il cui suono tutti pensammo provenire da delle dynaudio da pavimento poste dietro a causa di una gamma bassa e dinamica davvero imperiose.
Probabilmente riprovandoci uno altro milione di volte a riprodurre quella situazione non ci si sarebbe riusciti.
Chiaro che ci siano delle risultanti di leggi fisiche e di acustica ambientale, mescolate con aspettative e quanto altro, ma valle a spiegare razionalmente...
password
password
Golden Ears
Golden Ears
Messaggi : 1400
Data d'iscrizione : 03.12.11
Località : Roma

Perle audiofile Empty Re: Perle audiofile

il 11/5/2019, 14:22
",se mister Enel diffonde una corrente stabile un buon cavo di alimentazione rimane costante nelle prestazioni,emanando tutte le sue virtù. la qualitàoriginaria del rame è comunque basilare...Be Yamamura so che usa rame di origine vulcanica giapponese,in trent'anni di ricerche lo considera assolutamente musicale e rigorosamente costante nelle prestazioni."
Dirty Harry
Dirty Harry
Fragola
Fragola
Messaggi : 1005
Data d'iscrizione : 16.06.11

Perle audiofile Empty Pirla audiofili...

il 11/5/2019, 14:44
@password ha scritto:",se mister Enel diffonde una corrente stabile un buon cavo di alimentazione rimane costante nelle prestazioni,emanando tutte le sue virtù. la qualitàoriginaria del rame è comunque basilare...Be Yamamura so che usa rame di origine vulcanica giapponese,in trent'anni di ricerche lo considera assolutamente musicale e rigorosamente costante nelle prestazioni."
Secondo me, se glielo riferisci, Be Yamamura manco sa di che cazzo stai parlando... shifty

--


"Un uomo dovrebbe conoscere i propri limiti..."
Edmond
Edmond
Fragola
Fragola
Messaggi : 1267
Data d'iscrizione : 28.08.13

Perle audiofile Empty Re: Perle audiofile

il 11/5/2019, 14:47
E' una vera banalità estrarre il rame vulcanico...
ivanouk
ivanouk
nespola
nespola
Messaggi : 343
Data d'iscrizione : 12.10.15

Perle audiofile Empty Re: Perle audiofile

il 11/5/2019, 18:10
Ma perche' quello che e' sottoterra non era fuso anche quello ai primordi?

Mi sorge una domanda per esperti: nella terrapiatta ci sono i vulcani?
bandAlex
bandAlex
Golden Ears
Golden Ears
Messaggi : 6148
Data d'iscrizione : 29.04.11
Località : Roma

Perle audiofile Empty Re: Perle audiofile

il 13/5/2019, 13:16
@mariovalvola ha scritto:Si passa per guastafeste, per bambini cattivi che ti rompono il giocattolo nuovo a Natale.
Io, non ho nulla contro una sana dimensione ludica. Ci può anche stare ma, spesso, si supera il limite.
Le cazzate attecchiscono con una facilità sorprendente.

Profondamente vero. Per quanto mi riguarda, ho smesso ormai da un bel po' di fare la parte del cattivo. Se alcuni si sentono meglio buttando via i soldi in cavetti e quant'altro, che sia così e pace all'anima loro. Ciò non significa escludere o negare una parte ludica... semplicemente, come da bambino non mi piaceva giocare con le bambole, ora da adulto non mi piace giocare con i cavi pitonati. Poi ognuno ha i suoi giocattoli, ovviamente.  grande sorriso

Cosa c'è di interessante in una multipresa? O in un cavetto? Eppure oggi le fiere dell'hi-fi sono piene di bancarelle con prese elettriche, ciabatte, connettori, cavi, che sembrano quelli usati nei vecchi ferri da stiro. Roba che sembra di stare nel reparto casalinghi di un supermercato. Altro che hi-fi.

La schizofrenia audio. Da una parte, si punta alle elettroniche più sofisticate e moderne. Dall'altra, si torna in piena epoca pre-industriale, quando la corrente elettrica sembrava nascondere misteri imperscrutabili. Poi parlano di gigabit e hires... ma va a cagher...

frankie


Ultima modifica di bandAlex il 13/5/2019, 14:09, modificato 1 volta
bandAlex
bandAlex
Golden Ears
Golden Ears
Messaggi : 6148
Data d'iscrizione : 29.04.11
Località : Roma

Perle audiofile Empty Re: Perle audiofile

il 13/5/2019, 14:05
@Edmond ha scritto:Eppure, Alex, i software di riproduzione audio suonano diversi. E io credo che la cosa sia dovuta, volutamente, ad artifici realizzati dai programmatori per "drogare" la musicalità del proprio software secondo un proprio gusto personale...

Finora non mi è mai capitato di sentire due player software "suonare" in maniera diversa. Quando mi sono accorto di alcune differenze, era perchè alcune impostazioni erano palesemente sbagliate, come quando in un player, che non ricordo quale, un'impostazione sul ricampionamento doveva essere OFF, e invece per colpa di un bug era ON a prescindere.

Ora, c'è da domandarsi quante volte succederà, tra le miriadi di impostazioni di cui i player dispongono, spesso sepolte in qualche sottomenu o maschera di configurazione, che talune differenze in ascolto non siano proprio dovute ad impostazioni non congrue, o comunque a funzioni aggiuntive (ricampionamenti, ripassaggi farlocchi), driver mal scritti, bug software, e non perchè il software faccia qualcosa di particolare. Che poi, in fondo, un player scritto bene deve fare una cosa molto semplice, ovvero decodificare il formato (wav, mp3, flac che sia) e direzionare lo stream verso l'interfaccia preposta senza metterci becco. Ecco, l'ultimo assunto è quello più importante. Meno fanno (e meno orpelli ci sono) e meglio è. Io li conosco bene i programmatori...
UpTo11
UpTo11
mela
mela
Messaggi : 46
Data d'iscrizione : 14.02.18
Località : Poco a Nord della Romagna, a un passo dall'Emilia

Perle audiofile Empty Re: Perle audiofile

il 13/5/2019, 14:57
@bandAlex ha scritto:Che poi, in fondo, un player scritto bene deve fare una cosa molto semplice, ovvero decodificare il formato (wav, mp3, flac che sia) e direzionare lo stream verso l'interfaccia preposta senza metterci becco. Ecco, l'ultimo assunto è quello più importante. Meno fanno (e meno orpelli ci sono) e meglio è.

Quoto!

@bandAlex ha scritto:Io li conosco bene i programmatori...

laser        fisch
Edmond
Edmond
Fragola
Fragola
Messaggi : 1267
Data d'iscrizione : 28.08.13

Perle audiofile Empty Re: Perle audiofile

il 13/5/2019, 16:33
Eppure le differenze soniche io le rilevo abbastanza nettamente, a fronte di una installazione base... Segno, per me, che il progettista ha voluto definire un certo tipo di suono, se vuoi manipolando scientemente alcuni settaggi, ma tant'è...
password
password
Golden Ears
Golden Ears
Messaggi : 1400
Data d'iscrizione : 03.12.11
Località : Roma

Perle audiofile Empty Re: Perle audiofile

il 27/5/2019, 17:05
Correlatore armonico
Io penso che potrebbe giovare.
Torna in alto
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum