Condividi
Dirty Harry
Dirty Harry
Fragola
Fragola
Messaggi : 1058
Data d'iscrizione : 16.06.11
021213
HiFiMAN RE 400 Waterline : Life in the fast lane... Re40010
La confezione - con gli accessori forniti - della in-ear della casa della Grande Mela.


Alla fine, complici gli spostamenti - rigorosamente low-cost - a cadenza quasi settimanale per salire a Roma, ho ceduto alla tentazione di acquistare un in-ear, insoddisfatto dal suono terribile e dal posizionamento meccanicamente instabile delle classiche cuffiette (e dalle loro fastidiose spugnette).
Come al solito, partendo da cose economiche - i classici best-buy che hanno contrassegnato la mia vita da consumatore - sono arrivato tra le scelte suggerite ad una cosa - relativamente - costosa che, però, aveva il fascino di introdurmi al suono della casa newyorkese che tanti successi sta mietendo nel Forum : il solito quarto d'ora di notorietà di warholiana memoria ?
Vedremo...
roll


Ultima modifica di Dirty Harry il 25/12/2013, 18:28, modificato 4 volte

--


"Un uomo dovrebbe conoscere i propri limiti..."
Condividi questo articolo su:diggdeliciousredditstumbleuponslashdotyahoogooglelive

Commenti

Pgragnani2
Io le ho e mi piacciono molto. ariose e leggiadre. I bassi sono un pò leggeri anche se corretti.
Pgragnani2
L'unico difetto è dato dai gommini per le orecchie: troppo poche possibilità di fit. Ho dovuto usare quelli di un paio di vecchie UE.
Pgragnani2
Ehi, 201 messaggi e sono ancora arancia!!!!!!!!
bandAlex
@Pgragnani2 ha scritto:Ehi, 201 messaggi e sono ancora arancia!!!!!!!!
Eccoti accontentato... grande sorriso 
oi37203
nespola... band bleh bleh bleh bleh
Pgragnani2
Grazie, cercherò di meritarlo!bookread
Dirty Harry
Low cost listening...


Sul mio Huawei ho provveduto a caricare, per i momenti di relax tra uno sconforto politico e l'altro, un po' di CD - in assortimento variabile ma non troppo - adattati in versione MP3 (quella più nobile...).
I Kraftwerk di Minimum-Maximum vengono restituiti con un'eccellente impatto ma soprattutto con un'imperiosità che, al di là di pretenziosi discorsi su improbabili palcoscenici immaginari, non risuonano - troppo - dentro la testa : il risultato è veramente notevole !
Ottime le peripezie melodico-ritmico-elettroniche del gruppo della Centrale elettrica, in quella combinazione che l'ha reso celebre e che - nell'evoluzione discografica - vede l'album in esame al centro di un originale technopop, capace di trasformare anche i lavori originali : apprezzabile il suono espanso senza alcun accenno di asprezza.
I Camel di Stationary traveller sono un appuntamento fisso della mia scheda SD per un trittico formidabile - Stationary traveller, West Berlin e Fingertips - che costituisce più di un bastione inespugnabile del miglior progressive-rock di tutti i tempi : nel primo la Fender di Andy Latimer rapisce per un mix di eccitazione e commozione che ha ben pochi paragoni ; nel secondo l'incedere ritmico da' perfettamente il senso dell'angoscia della separazione ; nel terzo il sax di Mel Collins impreziosisce memorabilmente l'invito a non perdere l'attimo (reso celebre dal carpe diem di Orazio) per vivere il presente senza calcoli meschini.
Ritorna la capacità evidente di non bucare il segnale né di affollare il messaggio musicale, pur nella classica separazione degli strumenti derivante dall'ascolto in cuffia, per un insieme abbastanza completo di pienezza e selettività sonora ; la fatica d'ascolto è assente e il suono denota una piacevole venatura smooth che rende particolarmente ruffiani gli strumenti che insistono sul medio-alto con una menzione doverosa sul quasi miagolio della Fender e sul soffice e dorato sax di Collins.
Anche gli Eagles di Hell freezes over costituiscono un appuntamento imperdibile dei miei ascolti solitari con le loro melodie inconfondibili divise tra sentimenti gioiosi e controversi : Tequila sunrise, I can't tell you why, Take it easy ed Hotel California, oltre a restituire in modo esemplare i disagi esistenziali della west-coast più famosa, svelano una certa predilezione della nostra in-ear per il sound guitar oriented.
Le corde vengono, infatti, fruite con grande fascino tra pienezza e dettaglio per un equilibrio che viene pepercepito con naturalezza come il falsetto di Glenn Frey in estro di I can't tell you why, meno mieloso del solito.
E' inutile, quindi, che vi dia conto dell'ottimo risultato con Paul Weller (At the BBC) e i Led Zeppelin (Remasters) dei quali viene conservata anche una certa gradevole dose di acidità che le incisioni ed il genere musicale posseggono ; voglio però rimarcare la qualità delle basse frequenze della RE 400, immanenti e sempre ben coese al resto della struttura dei brani ai quali contribuiscono in modo deciso ma senza voler mai strafare.
Un ultimo appunto sulla voce di Stevie Nicks in Violet and blue, restituita con il caratteristico, sensuale appeal di una delle più famose signore del rock degli anni '80.
Insomma, la piccola HiFiMAN è tutt'altro che una cuffietta già ad un ascolto povero, tramite smartphone, e non è neanche lontana parente dei piccoli abomini a normale corredo degli apparecchi telefonici ; buono l'assortimento e la qualità dei gommini di tenuta forniti per i condotti uditivi degli appassionati e più che sufficiente la sensibilità.
La prova continua...
 bye
Sincerio
Sono molto indeciso sulle Hifiman RE-400 e le Jabra Vox, qualcuno può far pendere la bilancia? Mi piace un suono equilibrato ma se risultasse lievemente spostato sulle medio-basse sarebbe comunque perfetto.
Grazie
Pgragnani2
Il suono delle 400, che possiedo, è neutro, al limite del chiaro. I bassi ci sono e sono molto ben controllati, ma non hanno grande impatto. Gli alti sono eccellenti e i medi molto buoni, in linea con le hifiman ortho. Ovviamente bisogna trovare i tips giusti, se no addio bassi.
Per 80 euro, francamente, bisognerebbe comprarne due paia.
Sincerio
Non ho capito se l'ultima frase si riferisse ai tips giusti o alle cuffie, mi chiarisci  no ? Grazie.
Pgragnani2
alle cuffie, of course
Sincerio
Vado per le Jabra  pope , grazie.
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum