Condividi
Andare in basso
fstiffo
nespola
nespola
Messaggi : 342
Data d'iscrizione : 02.05.14

Re: Qualcosa di antico (o forse solo di vecchio)

il 18/11/2014, 11:36
Prova le interfacce della iFi, se il dac ha bisogno dei 5V la iUSBPower + cavo sdoppiato , altrimenti solo il cavo sdoppiato con iFi purifier. Altrimenti scheda apposita USB sul PC come la ottima SOtM tX-USB, sicuramente  più definitiva.
avatar
mariovalvola
Golden Ears
Golden Ears
Messaggi : 666
Data d'iscrizione : 09.07.14

Re: Qualcosa di antico (o forse solo di vecchio)

il 18/11/2014, 11:38
Grazie mille smile
avatar
mariovalvola
Golden Ears
Golden Ears
Messaggi : 666
Data d'iscrizione : 09.07.14

Re: Qualcosa di antico (o forse solo di vecchio)

il 18/11/2014, 21:11
ho visto i prezzi... Ci vanno pesanti. Comunque almeno il cavo sdoppiato (ce ne sarebbe in catalogo anche un altro) e il filtro iFi purifier vedrò di prenderli.
Certo che con questi prezzi vale la pena di pensare il PC per musica liquida un poco meglio. Per la scheda USB non ho spazio nel case però potrei ripensare completamente tutto il PC. Consigli sempre graditi.
In un case compatto potrebbe starci agevolmente anche la scheda USB che dovrebbe risolvere alla radice il problema. Ora provo a cambiare gli alimentatori del monitor LCD e del PC con qualcosa non switching.
Comunque, questa sera, è meno rumoroso. I misteri dei PC.
Sono più critici di un ingresso PHONO MC a tubi.
avatar
mariovalvola
Golden Ears
Golden Ears
Messaggi : 666
Data d'iscrizione : 09.07.14

Re: Qualcosa di antico (o forse solo di vecchio)

il 18/11/2014, 21:16
Tornando alle misure, a 100 Hz non si discosta molto dai 1000 Hz. 
Posto, per farla breve la situazione peggiore: 50Hz 10V su 300 Ohm. La distorsione rimane sotto l'1%. attestandosi allo 0,83%. A me basta.
avatar
fstiffo
nespola
nespola
Messaggi : 342
Data d'iscrizione : 02.05.14
Località : Venezia

Re: Qualcosa di antico (o forse solo di vecchio)

il 18/11/2014, 21:38
Posso darti un altro paio di consigli per il PC, perché sí è vero, i PC sono molto più volubili di una sezione pre phono MC a valvole  grande sorriso

1. Stacca la rete ethernet, il wifi e il bluetooth
2. Metti un filtro di rete sulla presa che alimenta il computer
3. Prova tutte le porte USB, non suonano tutte uguale
4. Usa dischi SSD se puoi
5. Fai prove anche col monitor, acceso/spento, cambiando le prese e attacandolo ad un filtro e attacandolo in DVI/HDMI piuttosto che in VGA (lo so è da paranoici, ma a volte funziona)

Aguri e complimenti anche da parte mia per la bellissima e temeraria realizzazione.
avatar
mariovalvola
Golden Ears
Golden Ears
Messaggi : 666
Data d'iscrizione : 09.07.14

Re: Qualcosa di antico (o forse solo di vecchio)

il 18/11/2014, 21:54
Ora che mi ci fai pensare ieri sera il WiFi era acceso. Questa sera no. Grazie ancora per tutto.
Ora è tutto a posto. Ho 0,015mV di rumore con tutto acceso (se mi muovo, l'aria sui tubi lo fa salire ). Mi sto ascoltando la dinamica impressionante di un pianoforte (Schumann Carnaval Op.9). Meravigliosa la HD800.


Ultima modifica di mariovalvola il 18/11/2014, 22:31, modificato 1 volta
avatar
fstiffo
nespola
nespola
Messaggi : 342
Data d'iscrizione : 02.05.14
Località : Venezia

Re: Qualcosa di antico (o forse solo di vecchio)

il 18/11/2014, 22:02
Spero sia Benedetti Michelangeli, il tuo immobilismo marmoreo in sala Lui lo avrebbe certamente apprezzato  happy
avatar
mariovalvola
Golden Ears
Golden Ears
Messaggi : 666
Data d'iscrizione : 09.07.14

Re: Qualcosa di antico (o forse solo di vecchio)

il 18/11/2014, 22:20
No. Purtroppo in digitale ho poco del mitico bresciano. Il piano è suonato da Alessandra Ammara. E' brava, ha avuto maestri anche famosi ma non è al livello di Arturo Benedetti Michelangeli.
Quando sistemerò il plinto del Garrard aggiungendo un altro braccio con fonorivelatore stereo e affiancherò il  mio phono mono a uno stereo, ci sarà da godere anche con il vinile. Potrei, però, almeno per ora, ascoltarli in mono. Devo solo preparare un cavo.
Il mio immobilismo marmoreo serve solo quando il millivoltmetro è acceso... poi anche se si "perturba" l'etere e quindi i tubi molto microfonici, me ne faccio una ragione. 
Bella l'immagine  dell'audiofilo immobile che hai tratteggiato con due parole.grande sorrisogrande sorriso grande sorriso grande sorriso
avatar
mariovalvola
Golden Ears
Golden Ears
Messaggi : 666
Data d'iscrizione : 09.07.14

Re: Qualcosa di antico (o forse solo di vecchio)

il 18/11/2014, 22:50
Se il rumore continua a rimanere basso, a breve, potrò cominciare a giocare con gli induttori. Per iniziare provo sullo stadio driver come carico anodico. Di solito, eliminando la resistenza anodica sostituendola con un induttore, ci dovrebbe essere un aumento della dinamica percepita. Però prima devo ancora postare lo schema dell'ampli così com'è ora.
avatar
mariovalvola
Golden Ears
Golden Ears
Messaggi : 666
Data d'iscrizione : 09.07.14

Re: Qualcosa di antico (o forse solo di vecchio)

il 20/11/2014, 20:24
Adesso ho scoperto qual'era la reale fonte di rumore. La lampada della mia scrivania. E' al neon. Ovviamente da accesa sapevo che disturbava. Ebbene: disturbava anche da spenta. Spostandola, è sparito il rumore...  lol!
Rimane, ovviamente la diversa rumorosità delle porte USB. ma spero di risolvere, presto, anche questo problemino.
avatar
fstiffo
nespola
nespola
Messaggi : 342
Data d'iscrizione : 02.05.14
Località : Venezia

Re: Qualcosa di antico (o forse solo di vecchio)

il 20/11/2014, 21:21
A questo punto consiglio di spostare anche il gatto quando fa le fusa 


Ultima modifica di fstiffo il 20/11/2014, 22:53, modificato 1 volta
avatar
mariovalvola
Golden Ears
Golden Ears
Messaggi : 666
Data d'iscrizione : 09.07.14

Re: Qualcosa di antico (o forse solo di vecchio)

il 20/11/2014, 21:32
grande sorriso
avatar
mariovalvola
Golden Ears
Golden Ears
Messaggi : 666
Data d'iscrizione : 09.07.14

Re: Qualcosa di antico (o forse solo di vecchio)

il 25/11/2014, 23:19
Mi scuso se non ho ancora mantenuto le promesse. Gli schemi precisi, nella loro pochezza, arriveranno.
Avendo tra pochi giorni un ospite autorevole, ho stravolto non poco il circuito. Ho abbandonato il carico resistivo della driver per passare a un carico induttivo alquanto impegnativo. 
All'inizio, usando i tubi driver di prima, con un induttore da 150H  a orecchio la risposta in alto non era più così estesa e avevo un lieve incremento di rumore. (sempre sotto il mV) Ho scelto di cambiare driver e induttori. Ora utilizzo due meravigliosi componenti avvolti da LaFevre da 100H e come tubi le U415 Zenith (Italia). 
Provengono da uno stock della fine degli anni '30 (le due utilizzate hanno l'esenzione tassa radio datata 2 gennaio 1939). Sono sempre dei barium tubes simili alla RE134 (che proverò in questi giorni) ma lievemente più "ruspanti" o meglio autarchici nella costruzione.
In sintesi sono soddisfatto. La dinamica risulta ulteriormente incrementata come anche la capacità di districarsi nei pieni orchestrali. Questa è la prima sensazione ascoltando anche files a 24bit come questo.

avatar
mariovalvola
Golden Ears
Golden Ears
Messaggi : 666
Data d'iscrizione : 09.07.14

Re: Qualcosa di antico (o forse solo di vecchio)

il 6/12/2014, 17:18
E' stata una giornate speciale.
preparativi meticolosi (venerdì sera il mio ampli era ancora collegato agli strumenti per verificare il bilanciamento fra i canali al variare della posizione del potenziometro, post assestamento dei tubi). Notte quasi insonne. 
Alle 9.40 è arrivato a casa mia, per la prima volta, un vero esperto di cuffie. Persona musicalmente molto preparata, (sicuramente molto più di me), dotata di una formidabile esperienza di oggetti audio e di ascolti dal vivo, in sintesi un appassionato completo. Un'assoluta rarità. Una persona concreta, mite ma dotata di notevole senso critico e di placida ironia. 
La mattinata è trascorsa troppo velocemente. Tanta musica chiacchiere piacevoli. Veramente, una giornata memorabile.
Ho avuto modo di vedere e di provare velocemente il lightning. L'esemplare era costruito molto bene. Bello. Poco ingombrante, silenzioso, piacevole da ascoltare. L'unico difetto è che non aveva i tubi sullo stadio di uscita grande sorriso . Non c'era neppure un induttore!!!!  blink grande sorriso
Com'è andato il mio ampli? 
L'illustre appassionato ha dimostrato una rara capacità di sintesi. E' riuscito, in poco tempo, a cogliere perfettamente il suono dei barium tubes. 
Ho apprezzato la sua meticolosità e la sua schiettezza. 
Questi incontri reali e concreti, sono sempre più rari ma fanno davvero crescere. Sono onorato di aver avuto modo di conoscere un appassionato così.
avatar
password
Golden Ears
Golden Ears
Messaggi : 1254
Data d'iscrizione : 03.12.11
Località : Roma

Re: Qualcosa di antico (o forse solo di vecchio)

il 6/12/2014, 18:36
E più concretamente che idea ti sei fatto dal confronto dei due ampli?
avatar
password
Golden Ears
Golden Ears
Messaggi : 1254
Data d'iscrizione : 03.12.11
Località : Roma

Re: Qualcosa di antico (o forse solo di vecchio)

il 6/12/2014, 18:37
Anche per capire la strada che hai percorso con il tuo progetto.
avatar
mariovalvola
Golden Ears
Golden Ears
Messaggi : 666
Data d'iscrizione : 09.07.14

Re: Qualcosa di antico (o forse solo di vecchio)

il 6/12/2014, 19:09
L'ho ascoltato poco per esprimere un parere ponderato. 
Grande lavoro d'ingegnerizzazione, ingombri ridicoli, rapporto qualità/prezzo incredibile.
Mi è sembrato di cogliere un ottimo equilibrio complessivo.  
Il mio ampli, è diverso. Non necessariamente migliore o peggiore. Io, sono meno equilibrato ex-ante.
Nell'ampli di BandAlex c'è molto cervello. Io, sono agli antipodi. Nei miei ampli c'è un approccio "gastronomico". Cerco sempre una contraddittoria miscela tra rigore ed edonismo. Non è detto che piaccia.
Tubi davvero celestiali che prendono vita insieme a componenti modernissimi partendo da un coacervo di idee che ambirebbe ad avere una sorta di dignità.
avatar
mariovalvola
Golden Ears
Golden Ears
Messaggi : 666
Data d'iscrizione : 09.07.14

Re: Qualcosa di antico (o forse solo di vecchio)

il 6/12/2014, 23:38
immagino che abbiate indovinato. Chi è venuto a trovarmi? wink
avatar
bandAlex
Golden Ears
Golden Ears
Messaggi : 5673
Data d'iscrizione : 29.04.11
Località : Roma

Re: Qualcosa di antico (o forse solo di vecchio)

il 6/12/2014, 23:56
@mariovalvola ha scritto:immagino che abbiate indovinato. Chi è venuto a trovarmi? wink

Io ho capito. grande sorriso Del resto, è l'unico di quelle parti con un Lightning... grande sorriso
avatar
mariovalvola
Golden Ears
Golden Ears
Messaggi : 666
Data d'iscrizione : 09.07.14

Re: Qualcosa di antico (o forse solo di vecchio)

il 7/12/2014, 10:33
Le indicazioni autorevoli avute ieri dal mio graditissimo ospite, mi hanno fatto riflettere.
Mi hanno confermato l'impostazione generale dell'ampli tendente al chiaro che porta ad assecondare l'impostazione della Sennheiser HD800
Non è priva di bassi. Manca un poco di "fisicità" che, anche con la musica classica serve.
Ieri, riascoltando il concerto appena registrato, avrei gradito un maggiore spessore dei violoncelli e dei contrabbassi. Questo non per mia preferenza personale ma perché dal vivo era così. Non so se con un altro posizionamento dei microfoni avrei potuto ovviare a questa mancanza. L'unica "leva" su cui posso agire, a questo punto,  è solo l'ampli. Provo a rivederlo cercando di assecondare meno il carattere particolare della HD800. C'è da dire che la particolare magia della HD800 probabilmente confligge con una marcata matericità. 
un appassionato sloveno (Alex, grazie) quest'estate, mi sconsigliò l'eccesso di barium tubes. Forse aveva ragione.
Anche se l'insieme è assolutamente spettacolare, tende a spostare l'equilibrio tonale complessivo. Sto pensando di cambiare qualcosa.
Provo a tenere le finali e cambio la driver (LP2) oppure tengo la driver e metto una finale più "piena" come la PX4 che, com'è noto, non è un barium tube. Vediamo.


Ultima modifica di mariovalvola il 8/12/2014, 09:09, modificato 1 volta
avatar
Edmond
Fragola
Fragola
Messaggi : 1064
Data d'iscrizione : 28.08.13

Re: Qualcosa di antico (o forse solo di vecchio)

il 8/12/2014, 00:23
La giornata di ieri è stata davvero una bella giornata. Ho conosciuto una persona estrememente interessante, cosa poco usuale al giorno d'oggi, dotato di una passione sana per la musica e la sua riproduzione. Una persona d'altri tempi, mi verrebbe da dire, senza offesa per l'età, sicuramente inferiore alla mia...

D'altronde una persona che ascolta vinili con un sistema monofonico ad alta efficienza merita tutto il mio rispetto...

L'amplificatore di Mario è un sistema assolutamente anticonvenzionale, sia per il ricorso a valvole quasi novantenni, che per soluzioni progettuali assolutamente intriganti.

L'amplificatore, ascoltato sia con la HD-800 che con la HD-565 ha un suono che potrei definire magico, dotato probabilmente della miglior gamma medio-alta che io abbia mai avuto la gioia di ascoltare in tanti anni. E' difficile spiegare quale sia la sensazione che si percepisce, ma ho sentito qualcosa che solo con la Stax 009 ed il suo amplificatore avevo sentito.

E' vero, la connotazione timbrica delle valvole tende a sbilanciare la resa verso una chiarezza percepibile, che, però, non diventa mai fastidiosa, nemmeno con la frizzante signora tedesca. Ma la tridimensionalità, la spazialità del suono reso è da primato. Anche con la 565, che grazie ad una impostazione più equilibrata tonalmente della 800 si trova alla perfezione con l'amplificatore.

E' altrettanto vero che un pelo di corpo in più non guasterebbe, anche con l'orchestra, rendendo davvero completo il suono dell'amplificatore. Ma so che il nostro eroe sta già pensando ad un cambiamento in questa direzione...

Il confronto con il Lightning mostra la bonta sonica di quest'ultimo, il suo maggiore equilibrio tonale, con un corpo in gamma bassa e medio-bassa che un po' difetta alle valvole tedesche di Mario. Ma la magia è inferiore, così come la bellezza del medio-alto, non raggiungibile dal pur ottimo ibrido di Alex. Se Mario riuscirà a regalare un po' di punche alla gamma bassa e medio-bassa del suo amplificatore senza snaturare la lucente bellezza del medio-alto, sarà davvero un grandissimo amplificatore.

Un grande ringraziamento al mio ospite per l'ospitalità, la gentilezza e la passione dimostrata, cose che fanno sempre grande piacere.

Un grazie anche per le belle parole, non so se meritate, spero di essere stato utile per un giudizio più "asettico" sull'opera di Mario, con la promessa di ospitalità per l'ascolto della 009!
avatar
mariovalvola
Golden Ears
Golden Ears
Messaggi : 666
Data d'iscrizione : 09.07.14

Re: Qualcosa di antico (o forse solo di vecchio)

il 8/12/2014, 11:09
Grazie. E' stato bello incontrare un appassionato del tuo calibro. Spero di poter imparare molto dalle tue esperienze (anche sul sistema ad alta efficienza avrò alcune cose da chiederti). 
Le vecchiette sono incredibili. E' un peccato dover constatare cosa ci siamo persi in nome del progresso.  Sei stato davvero utilissimo. Ho apprezzato molto il tuo contributo e ti ringrazio per essere venuto.  
Provo oggi a fare due modifiche. Prima sostituirò la rettificatrice utilizzandone una più "piena" come la RGN4004 mesh globe. (foto presa dalla rete).



ora c'è solo una discreta 5U4G di produzione inglese. 
Oppure, proprio per ricercare quel minimo di corpo in più, potrei provare anche la AZ50 (foto presa dalla rete)


Vediamo. Poi sostituirò la driver: prima metto due RE134 che sono piuttosto simili alle U415 (ma non equivalenti) che sono meno vetrose. In alternativa, provo due UX112A (amate da Jean Hiraga) rompendo definitivamente la concatenazione di barium tubes. Se non basterà cambierò le finali. Probabilmente, tornerò alle origini con le pive nel sacco ma vale sempre la pena di tentare.
avatar
mariovalvola
Golden Ears
Golden Ears
Messaggi : 666
Data d'iscrizione : 09.07.14

Re: Qualcosa di antico (o forse solo di vecchio)

il 8/12/2014, 16:00
Ovviamente, mi sono dimenticato di precisarlo, questo non  è un giochino da "tube roller". i tubi per ora utilizzati, provengono da due "famiglie diverse"come guadagno. La RE084 ha una Rp maggiore e un guadagno maggiore. La U415 e la RE134 (Rp quasi dimezzata e guadagno inferiore rispetto alla 084), pur con lievi differenze sulla Rp, e sulla massima tensione di lavoro, risultano abbastanza simili tra loro (anche come suono ma non sono uguali). Ogni tubo sostituito, richiede un'accurata taratura del regolatore per accendere il filamento (il famoso dht reg di Coleman) pertanto, questo ampli, è l'incubo del classico tube roller. Va poi considerata l'accurata selezione ex-ante in termini di Gm.
avatar
cicciopasticcio
Golden Ears
Golden Ears
Messaggi : 122
Data d'iscrizione : 25.07.14
https://www.youtube.com/user/magrosi65, https://www.youtube.com/

Re: Qualcosa di antico (o forse solo di vecchio)

il 11/12/2014, 20:32
@mariovalvola ha scritto:In alternativa, provo due UX112A (amate da Jean Hiraga) rompendo definitivamente la concatenazione di barium tubes.

Ciao Mario!
La UX112A e' una bella valvoletta, sicuramente meno "asettica" delle tedesche, effettivamente potrebbe ridimensionare la "caratterizzazione" che riscontri...

N.B.: Sono 2slow4u sotto mentite spoglie! happy
avatar
mariovalvola
Golden Ears
Golden Ears
Messaggi : 666
Data d'iscrizione : 09.07.14

Re: Qualcosa di antico (o forse solo di vecchio)

il 11/12/2014, 22:07
Ciao. Mi fa sempre piacere leggerti. Sei uno dei pochi in Italia, con una vera esperienza con i DHT. Grazie per il tuo contributo.
In teoria, potrebbe essere. Ho solo paura di perdermi l'incredibile medio-alto offerto dai barium tubes. Per ora, ho ovviato, anche se può sembrare una contraddizione, usando le RE134. Avendo una Rp lievemente inferiore alle U415 (almeno, con quelle che ho misurato) e, soprattutto, una caratterizzazione meno marcata (anche se presente) rispetto alle citate Zenith, le cose sembrano lievemente meglio. Faccio proprio fatica a mollare le tedesche. Queste RE134 sono del 1937. Conturbanti ma sinistre con tanto di aquile e svastiche. Non sono per nulla "nostalgico". Semplicemente la scuola europea e, in particolare quella tedesca, era molto avanti  rispetto a quella americana. (Con Western Electric, bisognerebbe fare alcuni distinguo)
In questi giorni decido. Devo solo sostituire i DHT regs, gli zoccoli, e "ricentrare" il punto di lavoro per utilizzare le UX112A. Un lavoro di poche ore.
avatar
mariovalvola
Golden Ears
Golden Ears
Messaggi : 666
Data d'iscrizione : 09.07.14

Re: Qualcosa di antico (o forse solo di vecchio)

il 11/12/2014, 22:11
Le tue PX25 cos'erano? RD27? non mi ricordo.
Contenuto sponsorizzato

Re: Qualcosa di antico (o forse solo di vecchio)

Torna in alto
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum