Condividi
Andare in basso
Edmond
Fragola
Fragola
Messaggi : 1123
Data d'iscrizione : 28.08.13

Re: Qualcosa di antico (o forse solo di vecchio)

il 8/11/2014, 12:34
Ma da quanto tempo collezioni 'sti gioelli?
avatar
mariovalvola
Golden Ears
Golden Ears
Messaggi : 667
Data d'iscrizione : 09.07.14

Re: Qualcosa di antico (o forse solo di vecchio)

il 8/11/2014, 12:49
io, non mi sento un collezionista  grande sorriso
Sono semplicemente un maniaco..... blink
I primi tubi li ho usati nel 1975-76.
Mio padre, anche se è diventato medico, da ragazzo, era un fanatico radiocostruttore. Nei primissimi anni'50 in Alessandria, prima che ci fossero le trasmissioni Rai stabili, era riuscito a costruirsi un televisore a tubi (con mezzi di fortuna) impiegando un tubo catodico da radar a fosfori verdi (si vedeva in verde e nero). Il suo compagno di liceo, quando ero ragazzino, mi ha regalato libri, riviste (dagli anni '30 agli anni'50) tubi, strumenti e materiale. Ho iniziato così. Ero predestinato smile


Ultima modifica di mariovalvola il 8/11/2014, 22:09, modificato 1 volta
avatar
Edmond
Fragola
Fragola
Messaggi : 1123
Data d'iscrizione : 28.08.13

Re: Qualcosa di antico (o forse solo di vecchio)

il 8/11/2014, 12:56
Che c... Ooopsss!!! Che fortuna!!!!!!!!!!! grande sorriso grande sorriso grande sorriso
avatar
mariovalvola
Golden Ears
Golden Ears
Messaggi : 667
Data d'iscrizione : 09.07.14

Re: Qualcosa di antico (o forse solo di vecchio)

il 8/11/2014, 13:46
Per anni, non si trovava nulla.
Da qualche rivenditore di Pavia, alla fine degli anni '70 e negli anni '80, si trovavano tubi ordinari. Qualche trasformatore d'uscita non proprio assoluto. 
Con pazienza, grazie a tutta una rete di amicizie (internet non esisteva) ho scoperto la rivista francese L'Audiophile. 
Giri di fotocopie per posta, cose incredibili. Ora si trova tutto in rete 
http://www.asrr.org/biblioteca/Revue%20Audiophile/INDEX
con estrema facilità. (forse anche troppa)
Ero, completamente traviato. Grazie a questa rivista prima e, dopo, grazie a Sound Practices, ho scoperto l'esistenza, in Giappone, di Tango e Tamura. In Inghilterra c'erano i famosissimi Partridge. Nei primissimi anni '90, sono riuscito ad importarmi i primi ferri dall'oriente. Si faceva tutto per fax. 
Alla fine degli anni'80 iniziai a trovare i primi triodi seri (6B4, 2A3, 211, 1619, ecc. e tubi comunque ottimi: 6SN7, 56,76, 6SJ7 e raddrizzatrici formidabili.
Grazie a Sacchi, un anomalo rottamaio di Tortona pieno di surplus con quantità impressionanti di tubi provenienti da lotti militari della seconda guerra mondiale e del primo dopoguerra, ho recuperato molte di queste valvole.
Il giro di conoscenze costruito, mi ha permesso negli anni '90, di recuperare le AD1, le RE604, le 2A3 monoplacca, le PX4, ecc..


Ultima modifica di mariovalvola il 26/11/2014, 06:35, modificato 1 volta
avatar
mariovalvola
Golden Ears
Golden Ears
Messaggi : 667
Data d'iscrizione : 09.07.14

Re: Qualcosa di antico (o forse solo di vecchio)

il 9/11/2014, 08:03
@agenzia.tormenti ha scritto:
Nel frattempo ho mandato mail a michael per chiedere notizie sul B7 ordinato pagato più di un mese fa e per chiedere se per caso gli avanza una coppia dei tuoi.

Francesco
Che ti ha risposto LaFevre? a fine giugno, erano disponibili pochi nuclei.
agenzia.tormenti
arancia
arancia
Messaggi : 140
Data d'iscrizione : 18.06.11

Re: Qualcosa di antico (o forse solo di vecchio)

il 9/11/2014, 08:50
Lefevre risponde aloe mail con gli stessi tempi di consegna grande sorriso

Se va bene mi risponde tra una settimana.

Ho visto che hai intenzione di utilizzare anche la 6j5. Hai in mente dei punti di lavoro ottimali?
avatar
mariovalvola
Golden Ears
Golden Ears
Messaggi : 667
Data d'iscrizione : 09.07.14

Re: Qualcosa di antico (o forse solo di vecchio)

il 9/11/2014, 09:20
No. Nel brevissimo, no. Il punto di lavoro ottimale è sempre in funzione di quello che vuoi ottenere.  wink
Di solito, a me, rispondeva abbastanza alla svelta. Calcola che nei fine settimana non legge e che Philadelphia è 6 ore indietro.
avatar
mariovalvola
Golden Ears
Golden Ears
Messaggi : 667
Data d'iscrizione : 09.07.14

Re: Qualcosa di antico (o forse solo di vecchio)

il 9/11/2014, 16:56
Sono praticamente bollito.
Dopo una forzosa indigestione di lirica e baracca essendo rimasto per parecchie ore inchiodato alla scrivania, terminati i primi test senza tensione, montati i Coleman e i due condensatori d'alimentazione per le finali (il cablaggio, in questo caso, è ancora provvisorio.. devo vedere bene cosa fare), l'ampli è terminato!!!
Ora devo  provare ad accenderlo senza l'anodica, regolare i Coleman, controllare il corretto negativo di griglia, inserire l'alta tensione e vedere correnti e tensioni complessive.
avatar
mariovalvola
Golden Ears
Golden Ears
Messaggi : 667
Data d'iscrizione : 09.07.14

Re: Qualcosa di antico (o forse solo di vecchio)

il 9/11/2014, 17:42
tensioni a posto. Non rumoreggia. Ottimo. E', come prevedevo, terribilmente microfonico. A naso, suona benino (guadagno non basso). Sente molto l'inquinamento da telefonini che ho in casa.
avatar
mariovalvola
Golden Ears
Golden Ears
Messaggi : 667
Data d'iscrizione : 09.07.14

Re: Qualcosa di antico (o forse solo di vecchio)

il 9/11/2014, 17:59
... Devo tarare meglio i CCS.
avatar
mariovalvola
Golden Ears
Golden Ears
Messaggi : 667
Data d'iscrizione : 09.07.14

Re: Qualcosa di antico (o forse solo di vecchio)

il 9/11/2014, 20:37
Non ho fatto misure per non essere influenzato. Ora che le correnti sono a posto, è davvero un'esperienza molto particolare. 
Premetto che non sono ancora arrivato a un parere ponderato. Sono semplicemente impressioni fugaci da primo ascolto.
Come previsto, è un bisturi. Le differenze tra la SRH940 e la HD-800 emergono in modo molto più evidente che con il Valhalla.
Mi ritrovo con una vivacità, una dinamica, mai sentite.


Ultima modifica di mariovalvola il 10/11/2014, 06:56, modificato 1 volta
avatar
b.veneri
Fragola
Fragola
Messaggi : 1538
Data d'iscrizione : 29.07.11
Località : Roma

Re: Qualcosa di antico (o forse solo di vecchio)

il 9/11/2014, 21:29
Realizzazione spettacolare!
Peccato che io non sia in grado non dico di capirla tecnicamente, ma neppure di replicarla wink

--


Benedetto - Now playing: AF-6 
avatar
mariovalvola
Golden Ears
Golden Ears
Messaggi : 667
Data d'iscrizione : 09.07.14

Re: Qualcosa di antico (o forse solo di vecchio)

il 9/11/2014, 22:15
Grazie.  bowdown

C'è ancora molto da lavorare ma, immodestamente, mi sento molto soddisfatto.
Per un uso normale penso sia ancora troppo critico. La microfonicità c'è e me l'aspettavo. 
Un telaio definitivo, se sarà questo l'assetto, dovrà essere molto diverso con strutture flottanti. Gli zoccoli in silicone non bastano.
avatar
mariovalvola
Golden Ears
Golden Ears
Messaggi : 667
Data d'iscrizione : 09.07.14

Re: Qualcosa di antico (o forse solo di vecchio)

il 10/11/2014, 17:40
A breve, cercherò di postare schemi più dettagliati ( tanto non c'è proprio nulla di nuovo  grande sorriso) e misure.
avatar
bandAlex
Golden Ears
Golden Ears
Messaggi : 5804
Data d'iscrizione : 29.04.11
Località : Roma

Re: Qualcosa di antico (o forse solo di vecchio)

il 12/11/2014, 23:29
Come va? guitar
avatar
mariovalvola
Golden Ears
Golden Ears
Messaggi : 667
Data d'iscrizione : 09.07.14

Re: Qualcosa di antico (o forse solo di vecchio)

il 13/11/2014, 06:32
Bene. Grazie  smile
Misure ne ho fatte ancora poche. Spero nel fine settimana.
avatar
mariovalvola
Golden Ears
Golden Ears
Messaggi : 667
Data d'iscrizione : 09.07.14

Re: Qualcosa di antico (o forse solo di vecchio)

il 13/11/2014, 06:50
Quel poco che ho visto, alle misure, è controverso.
La risposta in frequenza è abbastanza a posto. (flat da 20 a 20 KHz) Ovviamente con due tubi a riscaldamento diretto (considerando le importanti capacità interelettrodiche presenti) in cascata che guadagnano, senza alcuna forma di retroazione, la banda passante non può essere quella del solo trasformatore. (dovrei strutturare il circuito diversamente per ottenere questo.). La potenza in uscita per la HD800, basta e avanza. Per cuffie più dure, no.
Devo capire se è il carico attivo o cosa a farmi perdere in potenza. E' una cosa per me inattesa.
Devo studiarci un poco sopra.
I due canali, senza selezione dei tubi, e senza il controllo manuale previsto, sono bilanciati, a vari livelli, entro 0,7dB. (comprendendo la tolleranza del potenziometro del volume).
Si conferma l'impostazione timbrica che è figlia del tipo di tubi utilizzato. Potrebbe anche non piacere l'eccesso di analisi quasi "endoscopico".


Ultima modifica di mariovalvola il 13/11/2014, 10:47, modificato 1 volta
avatar
mariovalvola
Golden Ears
Golden Ears
Messaggi : 667
Data d'iscrizione : 09.07.14

Re: Qualcosa di antico (o forse solo di vecchio)

il 13/11/2014, 08:22
Ho capito in ritardo il problema. Devo dare maggiore tensione al ccs per farlo lavorare corettamente anche a potenze superiori. Brutta cosa essere abituati a utilizzare solo induttori  blink
avatar
mariovalvola
Golden Ears
Golden Ears
Messaggi : 667
Data d'iscrizione : 09.07.14

Re: Qualcosa di antico (o forse solo di vecchio)

il 13/11/2014, 21:55
Ho pagato con questa beffa la mia volubilità sulla scelta dei tubi finali. Dovevo pensare con maggiore attenzione alle esigenze del CCS che deve "digerirsi" una differenza di potenziale in DC sicuramente superiore alla variazione di segnale sull'anodo. Ovviamente, aumentando la potenza desiderata, anche questa differenza di potenziale deve essere incrementata.
Ora va meglio. Sto abbondantemente superando la barriera dei 500 mW. In questi giorni proverò varie opzioni con il simulatore PSUD II per salire ulteriormente di anodica senza fare soffrire la rettificatrice (ancora una trentina di Volt).
All'ascolto, era dinamico anche prima. Ora, lo è molto di più. E' impressionante. Adesso non c'è solo l'analisi da microscopio. C'è spinta, cattiveria e dolcezza insieme. Sempre più soddisfatto.
Fa cantare la SRH940 come non l'ho mai sentita.
Spero di riuscire a postare qualche misura entro domenica
avatar
bandAlex
Golden Ears
Golden Ears
Messaggi : 5804
Data d'iscrizione : 29.04.11
Località : Roma

Re: Qualcosa di antico (o forse solo di vecchio)

il 13/11/2014, 23:11
@mariovalvola ha scritto:All'ascolto, era dinamico anche prima. Ora, lo è molto di più. E' impressionante. Adesso non c'è solo l'analisi da microscopio. C'è spinta, cattiveria e dolcezza insieme. Sempre più soddisfatto.
Fa cantare la SRH940 come non l'ho mai sentita. Spero di riuscire a postare qualche misura entro domenica

Seguo... cool
avatar
Edmond
Fragola
Fragola
Messaggi : 1123
Data d'iscrizione : 28.08.13

Re: Qualcosa di antico (o forse solo di vecchio)

il 13/11/2014, 23:37
Seguiamo........... fisch
avatar
mariovalvola
Golden Ears
Golden Ears
Messaggi : 667
Data d'iscrizione : 09.07.14

Re: Qualcosa di antico (o forse solo di vecchio)

il 14/11/2014, 07:05
Oggi riesco a farmi dare un portatile per riuscire ad ottenere delle misure di distorsione, con Visual Analyser, prive di spurie.
avatar
bandAlex
Golden Ears
Golden Ears
Messaggi : 5804
Data d'iscrizione : 29.04.11
Località : Roma

Re: Qualcosa di antico (o forse solo di vecchio)

il 14/11/2014, 10:26
@mariovalvola ha scritto:Oggi riesco a farmi dare un portatile per riuscire ad ottenere delle misure di distorsione, con Visual Analyser, prive di spurie.

Se stai sotto lo 0.1%, sei a posto... wink
avatar
mariovalvola
Golden Ears
Golden Ears
Messaggi : 667
Data d'iscrizione : 09.07.14

Re: Qualcosa di antico (o forse solo di vecchio)

il 14/11/2014, 12:50
@bandAlex ha scritto:
@mariovalvola ha scritto:Oggi riesco a farmi dare un portatile per riuscire ad ottenere delle misure di distorsione, con Visual Analyser, prive di spurie.

Se stai sotto lo 0.1%, sei a posto...   wink
Bella battuta  wink
Sulla distorsione armonica, sono piuttosto "ondivago".
Cerco di minimizzarla con tutti i sistemi leciti. 
Cerco di stare lontano dalla cancellazione armonica creata ad hoc, non uso retroazioni di nessun tipo. Fatto questo, mi va bene quasi tutto.
Dal poco che ho capito, il peso della distorsione armonica è, ancora, da chiarire.
Se nel 1986 Hiraga ha stupito  con un SE di 300B che aveva tante virtù ma sicuramente non una distorsione bassa, possiamo quantomeno chiederci quanto la thd, possa essere un indicatore incontrovertibile qualità


Ultima modifica di mariovalvola il 14/11/2014, 20:52, modificato 1 volta
avatar
bandAlex
Golden Ears
Golden Ears
Messaggi : 5804
Data d'iscrizione : 29.04.11
Località : Roma

Re: Qualcosa di antico (o forse solo di vecchio)

il 14/11/2014, 13:19
Infatti, la mia non era affatto una battuta.  wink

Da quello che ho potuto vedere (anzi, ascoltare) in tutti questi anni di sperimentazione, la THD, ovvero la distorsione ARMONICA, non è un indicatore valido della qualità audio intesa come piacere di ascolto. O meglio, è un indicatore (insieme a tanti altri) di come va un circuito (per chi progetta) per capire se la strada è quella giusta oppure no. Di certo, non è una regola valida quella di minimizzare la THD per avere automaticamente un circuito ben suonante.

Cocente è stata la delusione quando, tanti anni fa, realizzai un preamplificatore con operazionali ad alte prestazioni, con THD dello 0.003%, per scoprire poi che suonava sterile e privo di vita, ovvero in maniera innaturale. Quindi, ok uno sguardo alla THD (tanto per capire come va il circuito), ma tenere conto dell'ascolto è cosa fondamentale, per questo uno 0.1% di THD non è detto che suoni peggio di uno 0.0000001%, anzi l'esperienza insegna il contrario...    wink
avatar
Edmond
Fragola
Fragola
Messaggi : 1123
Data d'iscrizione : 28.08.13

Re: Qualcosa di antico (o forse solo di vecchio)

il 14/11/2014, 20:44
Dai Mario, che sto ascoltando con le 45 per adattami............. grande sorriso grande sorriso grande sorriso
Contenuto sponsorizzato

Re: Qualcosa di antico (o forse solo di vecchio)

Torna in alto
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum