Condividi
Andare in basso
avatar
supertrichi
arancia
arancia
Messaggi : 178
Data d'iscrizione : 07.11.11

Quello che le misure non dicono

il Mer 19 Lug 2017 - 20:54
Con il caldo arriva pure il sottoscritto a tirarvi su questo pippone sugli ampli per cuffia.
Negli ampli per diffusori, la letteratura è esaustiva.  Riviste come Suono e AR hanno codificato delle prove di potenza, distorsione, banda passante Tritim ecc.  che rendono l’idea del prodotto, quantomeno del loro contenuto tecnico.
Negli ampli per cuffia invece queste info sono rare o assenti.
Lasciando perdere FdS che le misure le evita per scelta, su questi prodotti tutti sembrano orientati a pubblicare solo le impressioni d’ascolto, incluso Suono e AR.
Se pensiamo anche all’ultimo Riviera di Chiomenti, che come progettista più di altri dovrebbe avere l’indole scientifica, tranne i dati di targa e qualche infomarketing, sul contenuto tecnico trapela poco o nulla e un argomento circuitale che convinca i più micragnosi a sganciare 11K, io non l’ho trovato.  Può essere per discrezionalità o forse perché ritenute info non necessarie come argomento di vendita. Meglio puntare sulla scolpitura del case ad opera di mastri cesellatori , sulle manopole placcate oro per soddisfare pubblici orientali e ovviamente le impressioni  di ascolto che lasciano presagire visioni mistiche.
Una scelta, una strategia oppure una consapevolezza sulla inutilità o incompletezza delle misure ?
Ho provato in casa, con strumenti rudimentali,  a vedere come si comportano tre amplificatori aventi come carico la HD800.
Il segnale d’ingresso è un’onda quadra sulle frequenze dell’estremo di banda. Non saprei dirvi se questa prova ha un senso, ma ipotizzo sia un bene che il segnale in uscita sia il più simile a quello d’ingresso.
Questi i tre risultati:
https://drive.google.com/open?id=0B_Eq2XlGrgm9U2tlVGxUNGx1T2M
https://drive.google.com/open?id=0B_Eq2XlGrgm9X3FwWTZZVGpQS1U
https://drive.google.com/open?id=0B_Eq2XlGrgm9dkVsSm9EV3hDOHc

Mi sembra evidente che stando al risultato delle prove non ci sono dubbi sulla validità dell’ ampli N°1:
Peccato che dal punto di vista sonoro, con la HD800, sia quello peggiore. Traspare tutta l’asprezza della HD800 nel medio alto. Direte, e potrei condividere, è un problema della cuffia.
Però  questa cuffia ha altre qualità e voglio ottimizzarla riuscendo  a farlo con l’ampli N°3 che, visto dai grafici, pare abbia un radioso futuro come soprammobile.
Non so spiegarvi per quale motivo ma il suono viene ammorbidito, la gamma bassa leggermente più corposa ed il suono finale molto naturale, perdendo la freddezza e l’iper dettaglio che ottenevo in abbinamento all’ampli N°1.
L’ampli N°2 invece è un interessante compromesso tra i due.

La stessa prova fatta con la LCD-X o con la Alessandro 1, capovolge le cose. Utilizzando l’ampli N°2 il tutto è praticamente inascoltabile a causa di una evidente distorsione; con il N°3 i bassi sono gonfiati e sporchi mentre tutto rientra nella norma con l’ampli N°1.


Ultima modifica di supertrichi il Mer 19 Lug 2017 - 20:58, modificato 1 volta
avatar
supertrichi
arancia
arancia
Messaggi : 178
Data d'iscrizione : 07.11.11

Re: Quello che le misure non dicono

il Mer 19 Lug 2017 - 20:55
Per vostra info:
Ampli N°1 = VHF-MOS
Ampli N°2 = Ibrido in fase sperimentale simile a questo:
https://drive.google.com/open?id=0B_Eq2XlGrgm9QjI2cGUwaVZDN2M
Ampli N°3 = Un OTL simile a questo:
https://drive.google.com/open?id=0B_Eq2XlGrgm9anVMdTlvdzkxcXM

N.B. Cambiando le valvole le misure grossomodo rimangono tali
avatar
supertrichi
arancia
arancia
Messaggi : 178
Data d'iscrizione : 07.11.11

Re: Quello che le misure non dicono

il Mer 19 Lug 2017 - 20:56
I più esperti trarranno le loro conclusioni tecniche, ma le domande sono:
Quanto contano le misure ?
Esiste l’ampli per cuffie universale?
Se non esiste, ha senso combinarlo con una cuffia dedicata?
Siamo sul limite del Myfi ,ma ditemi come fare per capire se le cose si sposano senza che uno debba prendersi  la Utopia con il Riviera?
Le opinioni che si leggono in giro, soprattutto nei forum, in quanto tali sono inconfutabili ma soggettive. 
La cosa critica è che, a differenza delle misure, queste non sono codificate. Frasi del tipo: Suona benissimo, ed altre molto generiche sono molto interpretative. Rispetto a cosa? In quale ambito ? Con quale catena? ecc.
Per essere comprensibili dovrebbero essere strutturate. Bisogna dare info sull’hardware, sul software, dei termini di paragone con combinazioni già provate e per ultimo una serie di analisi su determinati parametri come ad esempio il Suonogramma
http://mariobon.com/Articoli_nuovi/421_Prova_Suono.htm


Personalmente mi spiace vedere il degrado di diversi 3D nei vari forum e noterete che tutto parte quando uno si trincera dietro frasi del tipo : “ Io l’ho sentito…” che sicuramente è un presupposto fondamentale, se consideriamo che parecchi parlano di cose che NON hanno sentito, ma non può essere sufficiente.
Se le opinioni non vengono organizzate, oltre ad essere poco utili, fanno scivolare gli utenti nel Fight Club.  grande sorriso
avatar
bandAlex
Golden Ears
Golden Ears
Messaggi : 5804
Data d'iscrizione : 29.04.11
Località : Roma

Re: Quello che le misure non dicono

il Mer 19 Lug 2017 - 23:40
Ho avuto la HD800 per diverso tempo. Mi ha sempre affascinato, e ho provato in tutti i modi a farmela piacere e ad addomesticarla edulcorando le caratteristiche dell'ampli. Ho alzato l'impedenza, messo resistenze in mezzo, modellato la risposta in frequenza, tolto il feedback, messo il feedback... Alla fine l'ho rivenduta per sfinimento.

Io riconosco le qualità di quella cuffia, il suo headstage fantastico, la sua "velocità" etc, ma quella cuffia ha certamente qualcosa che non va. E non è sufficiente attaccarla ad un ampli appositamente disegnato per lei: se si corregge la sua timbrica, spariscono anche alcune delle sue qualità più intriganti e allora tanto vale ascoltare con una HD600.

Una risposta all'onda quadra come questa:


evidenzia una forte esaltazione della gamma bassa, oltre che una mancanza di controllo sul movimento del trasduttore. Naturalmente questa cosa è ampiamente positiva per una cuffia come la HD800. Per questo motivo si dice che l'ampli ideale per lei è un OTL.

Ma l'OTL non ha proprietà magiche: con cuffie ad alta impedenza è come inserire un filtro passa-basso sul percorso del segnale. Più l'onda quadra è inclinata, maggiore è l'esaltazione in basso e il "punch" percepito con la cuffia.

Tutto ciò è il risultato dell'impedenza non lineare della cuffia, con il suo picco intorno ai 100 Hz, dell'impedenza ben lontana dallo zero dell'OTL, e probabilmente della capacità in uscita dell'ampli. Tutto questo insieme di cose rende più piacevole l'ascolto con la HD800, ma le caratteristiche della cuffia vengono meno, rendendola più vicina ad una qualsiasi altra cuffia dinamica.

Con un amplificatore dalle caratteristiche neutre, ovvero con impedenza di uscita sufficientemente vicina allo zero, senza condensatore all'uscita, con il finale fuori del loop di controreazione, quale è il VHF-MOS, niente aiuta il trasduttore a recuperare il punch e a smussare le asprezze in gamma alta.

Se pensiamo anche all’ultimo Riviera di Chiomenti, che come progettista più di altri dovrebbe avere l’indole scientifica, tranne i dati di targa e qualche infomarketing, sul contenuto tecnico trapela poco o nulla e un argomento circuitale che convinca i più micragnosi a sganciare 11K, io non l’ho trovato.  Può essere per discrezionalità o forse perché ritenute info non necessarie come argomento di vendita. Meglio puntare sulla scolpitura del case ad opera di mastri cesellatori , sulle manopole placcate oro per soddisfare pubblici orientali e ovviamente le impressioni  di ascolto che lasciano presagire visioni mistiche.

Ho già detto la mia sul Riviera. Trovo scandaloso che un ampli di quel costo non sia accompagnato da informazioni tecniche ben più che esaurienti. La discrezionalità c'entra poco: se ci fosse chissà quale innovazione tecnica, sarebbe sbandierata ai quattro venti.

E invece il nulla assoluto: solo una messa in bella mostra di manopole dorate, che sanno tanto di cinese. Evidentemente sanno bene come prendere in giro i cuffiofili quelli del Riviera...
avatar
best5656
pesca
pesca
Messaggi : 605
Data d'iscrizione : 01.04.15

Re: Quello che le misure non dicono

il Gio 20 Lug 2017 - 1:02
I dati e le misurazioni sono importanti in campo Hi-Fi, sopratutto per chi sa interpretarli, tuttavia al di la di questo aspetto, Io reputo fondamentale per la scelta di un Set up, la sinergia che si crea tra Driver, Cuffia, Sorgente e Cablaggio, e l'ascolto finale, che ne deriva. Per cui per quanto riguarda la Sennheiser HD800, Io ho trovato la mia quadra, per una accoppiata perfetta, in termini di Performance Musicale, Headstage, Trasparenza e Velocità, con il Driver QES Lab HPBA-2S, con Sorgente Mecc./Conv. Accuphase, Cavo Cuffia Bilanciato Custom Cans in Copper Litz e Cavo Segnale e di Alimentazione AirTech, tutto in Full Balance. 

Sono quasi 10 anni che si parla nel bene o nel male di questa Cuffia, tuttavia al di la di tutto, e del proprio giudizio personale, la tedesca è l'unica Cuffia, che ha venduto quasi 60.000 unità, per cui è ed è stata un grande successo commerciale, e che ad ogni uscita di un'altra Top, è la Cuffia con cui poi si fanno necessariamente i "Raffronti" sulle prestazioni.



Contenuto sponsorizzato

Re: Quello che le misure non dicono

Torna in alto
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum