Condividi
ivanouk
nespola
nespola
Messaggi : 353
Data d'iscrizione : 12.10.15
080118
Disponibile la nuova top Sennheiser

https://en-us.sennheiser.com/high-end-headphones-audiophiles-hd-820


Prezzo aumentato a dismisura e non ne vedo ragione tecniche o di materiali utilizzati; e' chiaro che ormai il prezzo deve essere alto per attirare gli audiopolli, a prescindere dalla qualita' sonica.
Condividi questo articolo su:diggdeliciousredditstumbleuponslashdotyahoogooglelive

Commenti

Edmond
il 10/1/2018, 21:28Edmond
Infatti la vendetti, ma allora provarla prima era impossibile e, come ho spesso fatto, le cose si acquistano per poterle valutare seriamente, non alla minchia di seugio come fanno, purtroppo, in molti... Le preferivo, e non di poco, la T1 amplificata con i grandi triodi (300B e 2A3)... A 650 €. era, comunque, una cuffia che ammaliava per il suo headstage esagerato ed innaturale e che, quindi, valeva, per me, il suo costo di allora... A 1.200 €. non la ricomprerei assolutamente...
mariovalvola
il 10/1/2018, 21:40mariovalvola
Cerco di spiegarmi meglio. 
Io posso soggettivamente affermare che di Headstage la HD800 ne ha pure oltre quello che è l'evento reale. Però è un mio parere personale anche se basato su registrazioni fatte da me e cercando di rapportarmi all'evento ripreso  confrontato con quello riprodotto.
Per me, rimane una cuffia fantastica ma, ripeto, comprendo chi si irrita ascoltandola.
La sua iperdefinizione, questo suo sottolineare con l'evidenziatore alcuni aspetti della riproduzione possono appagare fino all'orgasmo molti audiofili. In certi casi e per qualcuno potrebbe essere sbagliata, irritante non fedele al reale. Le innegabili esaltazioni della risposta turbano il contenuto spettrale di alcuni strumenti dando un'idea di dettaglio che potrebbe risultare fastidiosa.
A me piace comunque. Anche altri appassionati, pur molto assidui nell'ascoltare musica dal vivo, ne rimangono infatuati e quasi intossicati. Io ritengo che ci voglia un minimo di divertito distacco ricordandosi che anche solo la dimensione ludica è terribilmente importante. A volte mi fa venire in mente i vecchi film in Technicolor con questi colori ipersaturi quasi fumettistici.
Però, vedi, tutto è figlio di quello che si cerca, si anela per far scattare gli intimi e personali interruttori nella nostra testa in grado di scatenare una sorta di endorfina audiofila.
mariovalvola
il 10/1/2018, 21:46mariovalvola
Si consideri, comunque, alla faccia della dimensione ludica, che ho speso in questi anni alcune migliaia di euro solo per provare alcuni componenti in grado, ipoteticamente, di gestire al meglio le potenzialità di questa divina creatura alias gran baldraccona. grande sorriso
grazianux
il 10/1/2018, 22:33grazianux
@mariovalvola ha scritto:Si consideri, comunque, alla faccia della dimensione ludica, che ho speso in questi anni alcune migliaia di euro solo per provare alcuni componenti in grado, ipoteticamente, di gestire al meglio le potenzialità di questa divina creatura alias gran baldraccona. grande sorriso
eheh, lo unico che non si diverte mai con questo benedetto hobby e´ il portafoglio.
io mi ci sono applicato, ma fortunatamente non mi ci sono accanito particolarmente.
e´una cuffia bastarda, concordo in pieno, alla fine la vendevo sempre perche´mi rendevo conto che le mancava qualcosa.
ma poi quando non la avevo, mi mancava lei.
e pure adesso, non ti nascondo che a volte...

comunque il fatto che io stia difendendo a spada tratta una cuffia che non possiedo piu´ discutendone con te che invece la possiedi ancora fa parte di quei nonsense e cortocircuiti che rendono i forum interessanti.....  grande sorriso
fstiffo
bandAlex
il 15/1/2018, 10:51bandAlex
L'articolo spiega chiaramente che, viste le lunghezze d'onda in gioco dell'onda sonora, la chiusura posteriore di vetro che fa da superficie riflettente può in realtà agire solo dai 5 KHz in su.

Per la maggior parte della gamma audio quindi, la HD820 si comporterebbe come qualsiasi altra cuffia chiusa. Tutto dipende da come hanno "tarato" lo smorzamento dei bassi, che poi è ciò che conta sempre in una chiusa, e l'equilibrio tonale.

Dice anche che l'isolamento acustico non è il suo punto forte (certo superiore alla HD800).
dankan73
il 15/1/2018, 12:05dankan73
Io sono intervenuto sulla 595 in quella direzione un po di tempo fa ho chiuso per poco meno della metá la parte interna del padiglione non quindi la griglia che si vede ma la parte forata in plastica interna dietro il driver, con del foglio di alluminio adesivo sagomandolo con cura peccato che non ho fatto foto.
Avevo letto di un tizio su hedafi che proponeva questa mods, asseriva di essere un ingegnere del suono e che era intervenuto con studi e misure per migliorare il basso della 595 caricando il driver con una riflessione posteriore lui aveva usato del nastro adesivo plastico da elettricista io invece ho usato un particolare alluminio adesivo che mi ritrovavo in casa.
La cuffia cosi modificata migliora nel corpo e aumentano leggermente i bassi, la modifica non altera la gamma media e la cuffia non si attufa.
wibblywobbly
il 15/1/2018, 17:27wibblywobbly
@mariovalvola ha scritto:
La sua iperdefinizione, questo suo sottolineare con l'evidenziatore alcuni aspetti della riproduzione possono appagare fino all'orgasmo molti audiofili. In certi casi e per qualcuno potrebbe essere sbagliata, irritante non fedele al reale.
Come fa a essere sbagliata una cosa iperdefinta e che ti mette alla luce tutti e proprio tutti i dettagli?
Sono fantastici i dettagli, scoprire quelli più nascosti. Sono fantastici, perchè esistono. Sono lì, sono reali.
Quindi di sbagliato c'è solo il voler che questi dettagli siano camuffati, nascosti e addolciti.
Se ascolto una registrazione al piano e una cuffia esalta alcune imperfezioni o dettagli impercettibili, ma ben venga! Si può amare anche quello.
Dovrei provare questa cuffia.  Ma avendo già in mio possesso una monitor della Akg, qualcosa credo di aver capito.
bandAlex
il 15/1/2018, 17:55bandAlex
Io credo che Mario con il termine "iperdefinizione" intenda la tendenza ad esaltare i dettagli. Un paragone visivo potrebbe essere il controllo di nitidezza presente sui televisori: un'eccessiva dose di tale valore può essere controproducente, in quanto non apporta realmente informazioni, ma semplicemente esalta quelle che già ci sono, rendendo l'immagine "finta" o irrealistica.

Quindi, paradossalmente, un trasduttore può essere eccezionale nel mettere in evidenza ogni minimo dettaglio epperò non essere aderente alla realtà. Oppure, a causa dell'iperdettaglio, mettere in luce con troppa evidenza i difetti della registrazione, e per questo diventare sgradevole.

Sempre che abbia interpretato correttamente il pensiero di Mario. Sennò, vuol dire che è il mio. grande sorriso

mariovalvola
il 15/1/2018, 17:57mariovalvola
wibblywobbly, permettimi: questa fame, questa bulimia, questa ricerca del dettaglio a tutti i costi, per me, è la madre delle registrazioni moderne che ti fanno sentire anche quanto muco ha in vagina la soprano. Non c'è nulla di realistico. La ricerca di dettaglio per supplire al mancato realismo è una brutta tendenza.
Le registrazioni esageratamente "endoscopiche" possono essere appaganti ma non sono vere.
Lo stesso per certi trasduttori che per appagare questa diffusissima bulimia non esitano anche a stravolgere il corretto contenuto armonico per dare un'idea di maggiore definizione. Ci deve sempre essere un riferimento. Se così non fosse la nostra irrazionale fame non avrebbe mai soddisfazione. Ci sarà sempre di meglio. Con certi generi un riferimento esiste. Con altri, no.
A mio parere, come capacità falsamente radiografante, la HD800 va oltre una Stax SRL700. E', francamente, il colmo.

Ultima modifica di mariovalvola il 15/1/2018, 18:06, modificato 1 volta
wibblywobbly
il 15/1/2018, 18:02wibblywobbly
Quindi la soluzione perfetta quale sarebbe?  Una cuffia neutra? Una monitor?
Domanda ingenua da non esperto come voi.
La tendenza a voler qualcosa di "enfatizzato" è diffusa.
Io, ad esempio, non voglio nulla di enfatizzato.
Mi basta ascoltare quello che è stato registrato.
dankan73
il 15/1/2018, 18:05dankan73
Un altro paragone é quello che avviene in fotografia esaltando la nitidezza e aggiungendo la chiarezza cioé il microcontrasto dei bianchie lo scurimento dei neri e le foto sembrano uscite da un film di Tim Burton. grande sorriso grande sorriso

L'aritificiositá non sempre é la strada migliore, ma la nostra societá invece in ogni campo ce la propone come indice di miglioramento.
mariovalvola
il 15/1/2018, 18:11mariovalvola
Dipende da che generi ascolti e da quali sono i tuoi attuali "catalizzatori" che ti fanno considerare realistico l'ascolto che,con il tempo, cambiano.
La neutralità, in molti casi è una chimera però, almeno con la musica classica, hai modo, dal vivo, di farti dei riferimenti personali. Cosa ti trasporta per magia nell'evento? C'è chie cerca l'iperdettaglio, chi una sorta di metro cubo dell'aria che si respira a concerto chi il contrasto dinamico tout court chi gode anche con un citofono perché la musica ce l'ha già abbastanza in testa.
La risposta è solo dentro di te.
dankan73
il 15/1/2018, 18:13dankan73
In realtá bisognerebbe ascoltare la musica perché non sempre la registrazione é stata fatta a dovere e avere un impianto che non esagera il dettaglio ti permette di godere di molta musica in piú.
Per me é molto piú importante l'equilibrio tonale e sentire lo spartito che viene girato se i violini sono di vetro mi interessa poco.
Una cuffia e un impianto radigrafanti si possono ascoltare solo con registrazioni audiophile e sono molto poche in confronto a aquanta musica é stata registrata in 100 anni.
mariovalvola
il 15/1/2018, 18:19mariovalvola
Esatto. Io non rinnego il mio passato di ascolti in mono durato 20 anni. E' un ascolto giusto o sbagliato quanto lo può essere la stereofonia che, come tutte le cose è partita con buone intenzioni ma è finita male. grande sorriso
wibblywobbly
il 15/1/2018, 18:21wibblywobbly
@mariovalvola ha scritto:Dipende da che generi ascolti
Spazio dalla classica alla musica ambient.
Ma adoro anche la musica acustica. 
Poi nella mia collezione di cd ci sono anche Porcupine tree e Opeth, per fare un esempio.
Quindi?  Quale sarebbe la cuffia perfetta?
Io per neutra intendo che non camuffi.
dankan73
il 15/1/2018, 18:27dankan73
Ci sono cuffie da 100 euro ben sonanti fino a salire a 5000 e ampli da 100 e altri da 10000.
Ovviamente dipende dal budget perché la cuffia necessita sempre di un ampli e di una sorgente e devono essere accoppiati con criterio.
Dirty Harry
il 15/1/2018, 18:27Dirty Harry
@wibblywobbly ha scritto:Quindi la soluzione perfetta quale sarebbe?  Una cuffia neutra? Una monitor?
La tendenza a voler qualcosa di "enfatizzato" è diffusa.
Io, ad esempio, non voglio nulla di enfatizzato.
Mi basta ascoltare quello che è stato registrato.
Penso che ognuno di noi abbia un riferimento sonoro che, per quanto personale, porti a sintesi analisi e naturalezza, affidando a quest'ultima il confine da non oltrepassare.
E, per quanto parziale possa essere, il riscontro sia dato dalla percezione del (proprio, come standard preferito) suono dal vivo (lasciando stare la naturale riproducibilità di tale suono).
Da questo punto di vista, al fine di dare una valutazione oggettiva della riproduzione relativamente fedele del proprio riferimento (si scusi il gioco di parole), lo si valuterà in base a quello: quella sintesi sarà automaticamente data e ci si potrà trovare o meno d'accordo ma uno Steinway non è un Bosendorfer come una Gibson non è una Fender e così via.
Conosciamo, anzittutto, il suono di questi strumenti prima di giudicarli ?
E nulla dico in ordine alla diversità delle voci di quel cantante o quella cantante: li abbiamo mai sentiti dal vivo ?
Perché, diversamente, stiamo parlando di musica riprodotta, in ordine alla quale ognuno può dire ciò che vuole, senza tema di smentite: sta solo parlando del suono che gli piace...
smile

P.S.: puoi ridurre l'immagine del profilo ? Ruba spazio al testo rischiando un effetto tipo maledizione di Alex Drastico...
Edmond
il 15/1/2018, 20:25Edmond
L'iper dettaglio è il miglior specchietto per le allodole e per i gonzi... Iper dettaglio è, per definizione, una fesseria... Le cuffie esaltano questa voglia di stupire che non ha nulla a che vedere con la musica... Io non ho alcun interesse verso l'hi-fi spinto, verso la ricerca della massima restituzione del contenuto del supporto... Odio, pertanto, le registrazioni a 2.000 microfoni ed amo quelle a 2, capaci di rendere tutto quello che c'è da rendere in una registrazione... La scarsa conoscenza del suono degli strumenti da parte degli idiofili e degli audioti è il terreno perfetto per i venditori di olio di squalo, da sempre... Non si comprenderebbe, altrimenti, la quantità infinita di cazzate che si leggono sui forum... E come si possano vendere apparecchi da mille mila euro che suonano come bisturi laser... Porto sempre ad esempio il giudizio da parte di un cosiddetto guru che, dopo aver ascoltato per mezz'ora un disco jazz di tromba con sordina mi disse che l'impianto non era tarato bene perchè il sassofono soprano era reso in modo freddo e metallico...
Wibbly, non farti prendere da queste manie deleterie e, soprattutto, non prendertela... Non stavo parlando male di te!
Edmond
il 15/1/2018, 20:28Edmond
Un esempio concreto? Anche con il meraviglioso ampli di Mario per le Stax, la 009 non riesce a riprodurre frequenze che, invece, riproduce una Beyer T1... E' unproblema?P Assolutamente no! La naturalezza, l'analogicità della resa di questa regina ti fa innamorare dal primo ascolto e vaffanculo tutto il resto... fisch fisch fisch
wibblywobbly
il 15/1/2018, 20:42wibblywobbly
Torno ad ascoltarmene musica forse che è meglio. laugh
Mi viene mal di testa a pensar troppo a ragionare su queste cose.
Quando è solo una cosa che ci deve far star bene, la musica.
A me piaceva anche quando vent'anni fa avevo il mio mangiacassette con le cassette registrate dai cd che avevo allora.
E avevo cuffiette insulse.
mariovalvola
il 16/1/2018, 09:39mariovalvola
[size=57]Tranquillo. Nessuno di noi voleva importi nulla. Semplicemente le nostre erano risposte alle tue domande. [/size]Sennheiser HD 820 - Pagina 3 364988687 
[size=57]Se ti diverti anche e comunque con oggetti semplici, meglio per te. Potrai spendere molto di più in dischi o in altre attività comunque gratificanti. [/size]
[size=57]Però, porta pazienza, non puoi pensare che un "manipolo di inveterati maniaci"  sposi tout court scelte di basso profilo a prescindere. Per chi si abitua bene per anni, diventa difficile tornare alle origini.[/size]
[size=57]Il porsi delle domande, farà venire il mal di testa come la bicicletta fa venire male alle gambe e non solo lì. Non per questo bisogna stare fermi.[/size]
[size=57]Senza prendersi sul serio in queste passioni che, alla fine, sono anche giochi per bambini cresciuti, bisogna, prima o poi chiedersi dove si vuole andare.[/size]
[size=57]P.s. Grazie Giorgio ma sono solo primi vagiti. Vedremo dove si potrà ancora migliorare[/size]
wibblywobbly
il 16/1/2018, 11:26wibblywobbly
@mariovalvola ha scritto:
[size=57]Però, porta pazienza, non puoi pensare che un "manipolo di inveterati maniaci"  sposi tout court scelte di basso profilo a prescindere.[/size]
Per quanto mi riguarda non ho fatto mai scelte di basso profilo. :D
La battuta sul mangiacassette ( che poi non era una battuta) era solo per far capire che il punto per me è l'amore per la musica.
Certo, non tornerei mai al mangiacassette :D  La butterei dalla finestra dopo due minuti.
E comunque se devo prendere un paio di cuffie migliori, un dap migliore e un ampli migliore, non mi tiro indietro.
p.s. Ma chi è Giorgio?  E perchè è tutto size 57?
cotton
il 16/1/2018, 11:41cotton
Giorgio é edmond.

Wibbly, si comincia così e poi si incomincia ad avere voglia di andare più su, te lo posso assicurare.

Fortunatamente sei nel posto giusto per mettere su un impiantino di assoluta qualità senza aver bisogno di spendere cifre esorbitanti, sempre che tu un giorno abbia vogli di andare "oltre"
mariovalvola
il 16/1/2018, 12:00mariovalvola
Mea culpa. Ieri sera, ho scritto senza occhiali e ho dovuto editare il mio intervento questa mattina.
Nel sistemarlo sono affiorate queste anomalie.
kocozze
il 16/1/2018, 23:06kocozze
Riguardo l'iperdettaglio in linea di massima sono d'accordo con dankan &co. Soprattutto perché a mio avviso, il cervello/orecchio umano è estremamente sensibile (motivi evoluzionistici? Boh...) a microinformazioni del mezzo acustico (che so, se non fosse così magari la tigre dai denti a sciabola ci aveva già fatto cucù con la zampetta). Però poi in musica, finisce che non percepisci correttamente l'ensemble, intendo tutto il cucuzzaro dei piani sonori, e ancor di più vieni distolto dal suo naturale svolgimento nel tempo. A mio avviso è proprio fastidioso, all'inizio magari dici pure "che figata, ho sentito l'unghia del terzo dito che struscia sulla sesta corda" poi però dopo un po' ti ricordi una serie di effetti speciali di dettaglio e poco ti rimane dell'insieme del pezzo. Poi per carità, c'è dettaglio e dettaglio, c'è modo e modo, la bravura di un progettista di cuffie/driver/diffusori, dovrebbe stare proprio nel farti percepire la bellezza della parte senza distoglierti dalla piacevolezza dell'intero. Tutto sempre rigorosamente imho.
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum