Preamplificatore a operazionali

Pagina 2 di 3 Precedente  1, 2, 3  Seguente

Andare in basso

Re: Preamplificatore a operazionali

Messaggio Da password il 26/2/2018, 07:45

Ottima spiegazione Alex, come sempre.
Pensaci tu a dividere in due argomenti, che sono molto interessanti.

password
Golden Ears
Golden Ears

Messaggi : 1216
Data d'iscrizione : 03.12.11

Torna in alto Andare in basso

Re: Preamplificatore a operazionali

Messaggio Da bandAlex il 26/2/2018, 10:09

@Davide. ha scritto:Se posso, nella mia versione "semplificata" invece cosa vedi?
- C'è un operazionale in più (i due stadi di guadagno separati e il buffer?)
- Gli operazionali sono tutti singoli
- Potenziometro da 50k di serie
- Disaccoppiato in continua (la qualità del condensatore influisce molto sul suono)
- il secondo trimmer per l'offset influisce, anche se molto meno del primo
  - offset totale a zero segnale sempre stabile a 5mA (misurato con diversi tester)

P.s.
La versione che stavate osservando prima del mio intervento credo sia preparata per poter montare gli stessi operazionali dell'MBL originale (AD797ANZ) che hanno bisogno di compensazioni sull'alimentazione (infatti ci sono più condensatori in poliestere del mio). La mia versione, al contrario, può utilizzare gli operazionali che ben conosciamo (appunto gli NE, OPA, LME, e così via...), ma non gli AD797, almeno non senza modifiche.

La tua versione è sicuramente migliore della prima, se non altro hai la possibilità di mettere gli operazionali più indicati ai vari stadi. Il fatto che sia disaccoppiato (all'uscita, presumo) è una buona cosa: ti eviti di regolare l'offset (togli i trimmer) e non ti preoccupi di eventuale componente continua che potrebbe andare dritta dritta al finale (con conseguenze non prevedibili).

Evidentemente i trimmer ci sono per coloro che vogliono eliminare il condensatore all'uscita.

Il condensatore all'ingresso potrebbe anche essere eliminato, in quanto le sorgenti - di solito - hanno un condensatore all'uscita (i dac quasi tutti, ad esempio).

L'AD797 è bene lasciarlo stare: è notoriamente una bestia difficile, soprattutto con i layout improbabili dei cinesi.
Lo dice pure il suo progettista, Scott Wurcer.
https://linearaudio.net/authors/367
avatar
bandAlex
Golden Ears
Golden Ears

Messaggi : 5504
Data d'iscrizione : 29.04.11
Località : Roma

Torna in alto Andare in basso

Re: Preamplificatore a operazionali

Messaggio Da Davide. il 26/2/2018, 23:45

Ciao, grazie mille!

Dunque :) il condensatore di disaccoppiamento della continua è sull'ingresso ed è il primo componente che il segnale incontra dopo essere uscito dalle sorgenti.

Questo condensatore, insieme alla qualità degli operazionali e dell'alimentazione, vanno a definire il suono del circuito.

Dopo il condensatore in ingresso, il segnale incontra gli operazionali ed esce andando all'amplificatore.

Anche in presenza di questo condensatore in ingresso, i trimmer (soprattutto i primi due) hanno una forte incidenza: si può andare anche a 100mV di offset (e forse anche oltre, non ho provato).

Togliendo il condensatore in ingresso, tutto funziona ugualmente, ma l'offset mi sembra diventi molto più variabile durante l'utilizzo con la musica di quanto non sia con il condensatore inserito.

Per rendere il più trasparente possibile l'ingresso, ho provato un pò di tutto, compresi i mundorf supreme (che mi hanno un pò deluso per questo particolare utilizzo)


La soluzione che ho trovato essere più trasparente, è stata quella d'aumentare il valore di fabbrica (che è 2,2uF, calcolato, credo, sulla resistenza da 50K in ingresso), ad almeno 3,3uF, con un parallelo di più condensatori.

In pratica 2,2uF + 1uF + 0,1uF + 0,01uF per canale, evitando così la presenza di condensatori di grandi dimensioni come i "silver oil & co." su una scheda priva dello spazio necessario a contenerli.


Sono dei normali Evox MMK (sopra la pcb) e Kemet (sotto la pcb) che, messi insieme, risultano più trasparenti e "assenti" del mundorf supreme da 40 euro.


Il potenziometro del volume, invece, è come se non ci fosse: anche con l'alps economico di serie, non dà alcun segno di "timbrica". La scheda però è già predisposta per l'RK27.


Con 25 euro arriva già assemblata e collaudata, c'è solo da accenderla. Ne ho acquistate già due e sono sempre identiche nella qualità e nella consistenza dei componenti.

Naturalmente, così come arriva, la pcb monta gli NE (che hanno un loro suono ben preciso...), il condensatore in ingresso che "smagrisce" il suono e il potenziometro Alps economico (che è davvero il meno).

Il tutto sostituibile facilmente in pochi istanti... :)

:)
avatar
Davide.
mela
mela

Messaggi : 74
Data d'iscrizione : 25.02.18

Torna in alto Andare in basso

Re: Preamplificatore a operazionali

Messaggio Da bandAlex il 27/2/2018, 00:46

Gli Evox/Rifa sono ottimi condensatori, hai fatto bene a mettere condensatori più piccoli in parallelo, piuttosto che un condensatore più grande. La capacità a te necessaria è comunque piccola e le tensioni basse, il che permette di scegliere un poliestere abbastanza piccolo, senza necessità di parallelare. Per condensatori a film piccoli (di dimensione) non vi è la necessità di mettere in parallelo altri condensatori più piccoli. Questa pratica è diventata un luogo comune ereditato dal passato, quando i condensatori avevano prestazioni inferiori, ma soprattutto a parità di capacità erano molto più grandi: la conseguenza era un aumento dell'induttanza parassita, che imponeva il parallelo con condensatori più "veloci".

E' bene evitare, per quanto possibile, i grossi film plastico ad alta tensione, di solito in polipropilene, perchè si fanno sentire parecchio sulle alte frequenze. Tutti i grossi bombolotti che vediamo in alcuni apparecchi hi-end (o che spesso vi sono inseriti a forza durante gli "upgrade") sono deleteri. Provato con le mie orecchie. Meglio un poliestere piccolo di un polipropilene enorme, nonostante il dielettrico di qualità peggiore nel primo caso. Sempre che le tensioni in gioco lo permettano, naturalmente.

E non è nemmeno vero che il miglior condensatore è quello che non c'è. Molto spesso un condensatore sul percorso del segnale è sacrosanto, perchè permette di evitare un sacco di complicazioni per gestire le quali si peggiorano altre caratteristiche. E' il caso di questo preamplificatore a operazionali: meglio mettere il condensatore sulle uscite piuttosto che la follia di 4 trimmer, per i quali è necessario collegare il sensibile ingresso dell'opamp al positivo di alimentazione.

Come modifica principale ti consiglio proprio questo: eliminare il condensatore all'ingresso e metterlo all'uscita. Un poliestere da 4.7uF 63V va benissimo ed è assolutamente trasparente. In seguito a questa modifica puoi eliminare i 4 trimmer e le 4 resistenze da 10Mohm.

Per quanto riguarda gli operazionali, il mio consiglio è di specializzare i compiti. Per la parte di gain puoi (devi) usare un opamp silenzioso, tenendo presente però che non è un preamplificatore phono, e quindi le prestazioni al riguardo non devono essere così estreme. Meglio un opamp con ingresso a fet, più indicato ad interfacciarsi con un potenziometro. Consigliati sono l'OPA134 (usato spesso nei preamplificatori microfonici), migliore secondo me dell'OPA627, oppure, se vuoi fare il figo, l'LT1115, e puoi dire di aver messo l'operazionale più silenzioso del west.

Per lo stadio di uscita devi scegliere un opamp capace di erogare alte correnti. Non perchè ti serva potenza, ma perchè i carichi capacitivi dei cavi molto lunghi possono mettere in difficoltà opamp più fragili da questo punto di vista. Un'uscita robusta fa il preamplificatore di buona qualità, che poi è uno dei motivi per cui si usa un preamplificatore attivo e non passivo.

Ti consiglio di provare all'uscita gli AD825. Ma comunque potrai fare test di ascolto e scegliere quello che più si addice ai tuoi gusti, tenendo presente però che puoi usare solo opamp di tipo voltage-feedback, e NON current-feedback (ad esempio l'AD811 NON va bene).
avatar
bandAlex
Golden Ears
Golden Ears

Messaggi : 5504
Data d'iscrizione : 29.04.11
Località : Roma

Torna in alto Andare in basso

Re: Preamplificatore a operazionali

Messaggio Da Davide. il 27/2/2018, 00:59

Alex, troppo gentile.

A questo punto, anche per ringraziare del supporto tecnico, compro un'altra scheda per effettuare tutte le prove del caso separatamente.


Per ora ne ho due di pcb, modificate allo stesso modo, ma una monta gli LME49710 e l'altra gli OPA627BP (che, come sappiamo, sono costati un occhio... :) )


Alimentazioni ovviamente diverse... la scheda che vorrei utilizzare con il DarTZeel ha l'alimentazione maggiorata.


Per quanto riguarda il condensatore da 4,7uF da porre in uscita (per eliminare trimmer, resistenze e cond. ingresso), è corretto inserirlo anche se poi sugli ingressi del finale, si troverà un altro condensatore di disaccoppiamento?

Sia sul mio ampli cuffie che sul Dartzeel, ci sono condensatori disaccoppiamento DC sull'ingresso.



P.s.


Mille grazie anche per il parere sui condensatori, perché credevo di sbagliarmi... un mundorf supreme che suona peggio di un evox, mi sembrava un'eresia... :)
avatar
Davide.
mela
mela

Messaggi : 74
Data d'iscrizione : 25.02.18

Torna in alto Andare in basso

Re: Preamplificatore a operazionali

Messaggio Da bandAlex il 27/2/2018, 11:11

@Davide. ha scritto:Per ora ne ho due di pcb, modificate allo stesso modo, ma una monta gli LME49710 e l'altra gli OPA627BP (che, come sappiamo, sono costati un occhio... :) )

Il motivo per cui gli OPA627 costano un occhio è del tutto slegato dall'audio: è la loro precisione in DC che li rende costosi da fabbricare (processo di trimming al laser del circuito di ingresso). Un requisito del tutto sprecato in un amplificatore audio, per questo è meglio utilizzare un OPA134, molto meno costoso e con risultati analoghi.

Per quanto riguarda il condensatore da 4,7uF da porre in uscita (per eliminare trimmer, resistenze e cond. ingresso), è corretto inserirlo anche se poi sugli ingressi del finale, si troverà un altro condensatore di disaccoppiamento?

Certo che sì. La cosa da considerare in fase di progetto è proprio quella che potrebbe essere presente un condensatore di disaccoppiamento anche all'ingresso dell'apparecchio seguente, e quindi calcolare la capacità necessaria non per una frequenza di taglio di 20Hz, ma di 2Hz. In questo modo, le capacità negli apparecchi, in serie tra loro, saranno comunque sufficienti a garantire l'estensione in basso necessaria.

Mille grazie anche per il parere sui condensatori, perché credevo di sbagliarmi... un mundorf supreme che suona peggio di un evox, mi sembrava un'eresia... :)

Ti assicuro che non è affatto un'eresia. Semmai, è un'idiozia spendere tanti soldi per quella roba.
avatar
bandAlex
Golden Ears
Golden Ears

Messaggi : 5504
Data d'iscrizione : 29.04.11
Località : Roma

Torna in alto Andare in basso

Re: Preamplificatore a operazionali

Messaggio Da Davide. il 27/2/2018, 17:17

Ecco, "roba" è il termine giusto...

Li ho misurati con un capacimetro serio e dovrebbero togliere l'indicazione del +-2%!

Con due Supreme da 1uF in parallelo, non si superava 1,8uF.


Altroché 2%... :)
avatar
Davide.
mela
mela

Messaggi : 74
Data d'iscrizione : 25.02.18

Torna in alto Andare in basso

Re: Preamplificatore a operazionali

Messaggio Da bandAlex il 28/2/2018, 12:07

Ma a parte la tolleranza, che potrebbe non essere importante, non si capisce come possa essere considerato migliore un condensatore che è grosso 10 volte di più di quanto sarebbe necessario, con tutto ciò che questo comporta a livello di induttanza parassita. Per non parlare dello spazio occupato, ovviamente. Si torna sempre al solito discorso: le dimensioni contano, fanno scena, e per gli audiofili è valido il concetto che più grosso è, meglio è. Concetto che si può traslare su tutto quanto ci viene in mente: componenti elettronici, trasformatori, cavi, e altro ovviamente.

E poi c'è il concetto dell'abbondanza. Una volta tale concetto era legato alle provviste di cibo e al benessere. Qui da noi c'erano le "fontane che danno vino, quanta abbondanza c'è" che ogni romano avrà canticchiato almeno una volta nella sua vita. Tra gli audiofili l'abbondanza è fondamentale per capire quanto valore può avere un apparecchio audio. Per questo motivo gli orientali, che non sono stupidi, riempiono le loro schede su aliexpress di "roba" spesso inutile, ma ben visibile. Un esempio lampante può essere l'inserimento di un chip ulteriore in un dac, di cui non c'è affatto bisogno. Pensate che stia esagerando? Niente affatto, basta andarsi a vedere la maggior parte delle schede dac cinesi, in cui mettono di tutto: alimentatori ridondanti, con relativi dissipatori, e ovviamente condensatori di bypass ovunque, perchè mettere un bypass è la cosa più semplice di questo mondo e normalmente ciò non causa disastri. E fa peso, ovviamente. Se poi tutta questa abbondanza è perfettamente allineata sulla scheda, ancora meglio. Agli audiofili piacciono tanto le schiere di condensatori tutti in fila in bella mostra. Naturalmente, in un layout ben congegnato non succede quasi mai di poter allineare più di due o tre componenti: ma chissenefrega del layout. Quello non si vede mica.

Di solito l'abbondanza, almeno in circuiti semplici, non arreca troppi danni. Ma in quei circuiti dove conta davvero preservare il segnale, spesso la presenza di un componente inutile può essere fatale. Un condensatore di bypass messo in un punto sbagliato può peggiorare le prestazioni, invece di migliorarle. Un noto costruttore novello di ampli per cuffie, esplicitando le caratteristiche del suo ampli parla di "capacità distribuita".  glasses



Questo è un esempio di come il costruttore, per far leva sull'immaginario audiofilo, scrive cose che non hanno senso dal punto di vista tecnico, e che per un normale cliente interessato al risultato sonoro sono come l'aramaico antico. Però fanno scena.

Inutile dire che l'unica cosa sensata per un vero ascoltatore che ama l'audio di qualità, sarebbe leggere delle specifiche serie, e poi semmai il parere di chi ha l'orecchio allenato e di cui ci si può fidare. Ma oggi non c'è più nessuno di cui ci si può fidare, perchè ognuno può dire la sua, le competenze non contano nulla, e il rumore di fondo è così elevato che il prezzo è diventato l'unico parametro di giudizio. Per cui, se una cosa costa x e un'altra costa x * 10, pesa di più, e fa più scena, allora inevitabilmente suonerà meglio dell'altra.

Spesso l'audiofilo non è in grado di capire se un amplificatore, o un dac, suona meglio di un altro, perchè non ha riferimenti, si circonda di oggetti inutili che aumentano la sua confusione (punte, cavi, sostegni hi-end), e si mette nella situazione più difficile che non gli consente un giudizio chiaro e definitivo. Spesso il problema sono i diffusori, ma l'audiofilo cambierà tutto ciò che sta intorno, compresi i cavi, prima di cedere all'evidenza dei fatti, ovvero al dramma che quelle casse, pagate un'eresia, fanno davvero schifo.

Nella confusione generale di un settore ormai in agonia da anni, gli squali girano indisturbati e approfittano della situazione.
avatar
bandAlex
Golden Ears
Golden Ears

Messaggi : 5504
Data d'iscrizione : 29.04.11
Località : Roma

Torna in alto Andare in basso

Re: Preamplificatore a operazionali

Messaggio Da bandAlex il 28/2/2018, 12:23

Forse sono andato un po' OT.
avatar
bandAlex
Golden Ears
Golden Ears

Messaggi : 5504
Data d'iscrizione : 29.04.11
Località : Roma

Torna in alto Andare in basso

Re: Preamplificatore a operazionali

Messaggio Da Davide. il 28/2/2018, 20:29

Alex, tutt'altro. Ho letto con sommo interesse.


La mancanza di qualità nell'audio attuale e la mancanza di giudizio da parte degli utenti hanno reso ipertrofiche le dimensioni esterne degli oggetti (ormai difficilmente inseribili in ambiente domestico e la saletta dedicata è inevitabile) e il prezzo.


Una decina di anni fa, con la paghetta del diploma del liceo, andai in un noto negozio "hi-end" della mia città, perché volevo acquistare un finale per pilotare i miei diffusori, su cui vennero spesi mesi di calcoli e lavori a notte fonda... Ricordo che mi portò in una sala dove c'era tutto il meglio di quel momento: sonus faber, halcro, metronome.....

Bene, prese un finale che mi stava consigliando e lo collegò a due diffusori da pavimento MOLTO costosi (ometto la marca per rispetto).

Il suono che usciva da quei conetti di qualità car-audio, venduti però a 20 MILA Euro, era così distorto che mi venne spontaneo dire: "da questi diffusori è impossibile valutare la qualità dell'amplificatore".

Annuendo con comprensione, passò ai diffusori subito accanto, 50 MILA la coppia.
Ecco, andavamo meglio... grande sorriso


Riguardo i condensatori, ho l'impressione che pur di vendere, stiano cominciando a metterli piccoli dove servono grossi e a metterli grossi dove servono giusti.


Quindi per quel progettista, un'alimentazione con questo condensatore, sarebbe inevitabilmente lenta?

Mi toccherà venderli sulla baia... grande sorriso

(Ma questi geni, le leggono le specifiche sui datasheet?)

(E poi... ci sentono o sono anche sordi...?)



avatar
Davide.
mela
mela

Messaggi : 74
Data d'iscrizione : 25.02.18

Torna in alto Andare in basso

Re: Preamplificatore a operazionali

Messaggio Da cesarev il 19/3/2018, 11:20

Buongiorno……….., oggi nevica..... popcorn


Vedo se posso intromettermi in questa discussione. In pratica io ho acquisito la PCB versione nera quale MBL6010 V1.2.
Mi è arrivata con tutti i componenti (tranne il pot). La prima incongruenza che rilevo è che mentre nella versione saldata, così come nell’elenco dei componenti si precisa che vengo forniti 8 pcs di condensatori chiamati ”double mica”, di cui credo, vista anche la versione già saldata(pcb nera), siano dei “mica-argento”.
Quindi vado a controllare e codesti non ci sono nella fornitura, ma al loro posto vengono spediti degli anonimi, si suppone MKT, celesti quadratini che riportano solo la capacità. In conseguenza ho provveduto a sostituire tutta la componentistica, con prodotti che avevo già in casa e altri acquistati(tipo i silver mica). Quasi sempre e diciamo al 99% i componenti cinesi sono farlocchi, a meno che non siano già usati. Comunque è una pratica che già usavo fare.
Detto questo vado a vedermi lo schema pubblicato che è identico per le due versioni (quella nera e quella verde), ma diverso nella realizzazione. Mentre nella PCB verde lo stadio di alimentazione è completamente separato, nella nera e integrato e non solo. Ovvero mancano i due 1N4002 di protezione al regolatore. Anzi nella verde sono  due sull’alimentazione e due sugli ingressi della sconda PCB. Sempre seguendo il progetto noto che nella vers.verde non esistono dei mica-argento, ma ad occhio ci sono dei MKP/FKS ecc.
Altra incongruenza, nella nera sono serigrafati (i due cap di livellamento grossi), quali 1500/4700µF mentre nello schema viene riportato 35v/10000µF. Niente di grave, siamo su un pre, ci metterò i Nippon Chemicon da 6800µF 35V oppure i Nichicon(Audio HI-Grade) da 4800µF 35v, mentre per gli altri due da 2200µf metto sempre dei  Nichicon (Audio HI-Grade) da 2200µF 35v.
Ora chiedevo un parere su:
a)      Cosa ne pensate dei silver-mica. Vanno bene o si dovrebbe mettere degli MKP/MKT
b)      Vorrei aggiungere almeno un diodo di protezione sul LM317 non avendo le piazzole credo che lo salderò in parallelo sulla resistenza R1 da 220r (posta davanti al regolatore) e rispettando ovviamente l’orientamento. Quindi potrei tentare di mettere anche  il secondo diodo tra il piedino dell’ IN e dell’Out del LM317. Così almeno specifica il datasheet degli LM317. Per quanto concerne, invece il LM337, non vedo diodi sullo schema del datasheet.
c)       Metterò un cap di bypass(0,1uf MBM foil) sui due elettrolitici grossi ed un altro MKP/K7510 sempre da 0,1µf su gli altri due da 2200uF, in quanto nello schema sono da 0,22µF, ma anche qui non ci sono le piazzole.(tutta roba che ho a magazzino)
d)      Priama del ponte di diodi metterò un CAP da 0,22/0,68µF così come metterò un X2 sull’ingresso della 230V
e)      Per il POT avrei in casa un’ALPS da 100K
Che ne pensate???, suggerimenti, correzioni, dritte sono gradite….
Cordialmente e grazie ancora,
 
                                                        Cesarev.... bookread
avatar
cesarev
mela
mela

Messaggi : 11
Data d'iscrizione : 15.03.18

Torna in alto Andare in basso

Re: Preamplificatore a operazionali

Messaggio Da bandAlex il 19/3/2018, 13:08

@cesarev ha scritto:Buongiorno……….., oggi nevica..... popcorn

Sarebbe da interpretare come una battuta, se non fosse che qui a Roma ha già nevicato un mese fa, e quindi forse da te nevica davvero.  grande sorriso

così come nell’elenco dei componenti si precisa che vengo forniti 8 pcs di condensatori chiamati ”double mica”, di cui credo, vista anche la versione già saldata(pcb nera), siano dei “mica-argento”. Quindi vado a controllare e codesti non ci sono nella fornitura, ma al loro posto vengono spediti degli anonimi, si suppone MKT, celesti quadratini che riportano solo la capacità.

a) Cosa ne pensate dei silver-mica. Vanno bene o si dovrebbe mettere degli MKP/MKT

I silver-mica sono di qualità superiore a qualunque altro dielettrico, però spesso le loro qualità nell'audio sono inutili. Sono molto precisi, e il loro pregio maggiore è la stabilità rispetto alla temperatura e nel tempo. Ma come bypass sono sprecati. In quel ruolo, meglio i ceramici che costano una frazione e possono essere più piccoli a parità di capacità. Se hai un circuito con tensioni elevatissime (valvolari et similia) allora i silver mica ti vengono in aiuto. Altrimenti, meglio dielettrici con rapporto capacità/volume più alti, perchè l'induttanza parassita è sempre in agguato, anche con i silver mica. Per le frequenze audio, l'induttanza parassita di solito non è un problema (tranne che nei percorsi di feedback e tranne nei dac). Quindi: ottimi i silver mica, ma poichè la capacità massima di questi condensatori arriva fino a qualche centinaio di picofarad, difficilmente si possono usare come accoppiamento nell'audio, e il loro utilizzo è quasi esclusivamente di tipo estetico, o... esoterico.   grande sorriso

Se usati nel circuito di feedback degli opamp vanno benissimo, non c'è nulla di meglio (forse il polistirene, che è più piccolo a parità di capacità).

b) Vorrei aggiungere almeno un diodo di protezione sul LM317 non avendo le piazzole credo che lo salderò in parallelo sulla resistenza R1 da 220r (posta davanti al regolatore) e rispettando ovviamente l’orientamento. Quindi potrei tentare di mettere anche  il secondo diodo tra il piedino dell’ IN e dell’Out del LM317. Così almeno specifica il datasheet degli LM317. Per quanto concerne, invece il LM337, non vedo diodi sullo schema del datasheet.

Il diodo di protezione è necessario quando la capacità DOPO il regolatore è superiore a quella di filtro che sta prima di esso: quando si spegne il circuito, tale condensatore potrebbe far circolare corrente nel verso contrario attraverso il regolatore.  Ma serve anche ad evitare la stessa cosa in caso di guasto (ad esempio salta il fusibile prima del regolatore). Quindi, se nessuna di queste due condizioni può verificarsi, il diodo è del tutto inutile.

c)Metterò un cap di bypass(0,1uf MBM foil) sui due elettrolitici grossi ed un altro MKP/K7510 sempre da 0,1µf su gli altri due da 2200uF, in quanto nello schema sono da 0,22µF, ma anche qui non ci sono le piazzole.(tutta roba che ho a magazzino)

Con gli elettrolitici moderni, soprattutto di qualità superiore, è del tutto inutile mettere dei film plastico in parallelo. Anche perchè, in base a come sono disegnate le piste dello stampato, e alla posizione degli elettrolitici, conta di più il tratto induttivo generato da tali piste di collegamento che vanifica del tutto la presenza o meno del film plastico... per avere efficacia, il bypass deve trovarsi nel punto giusto (ovvero vicino) al circuito che utilizza quel tratto di alimentazione. Il concetto è: per la frequenze più basse è l'elettrolitico ad intervenire, e la distanza conta poco. Per quelle alte (parliamo dal centinaio di kilohertz in su) dal momento che la pista comincia ad essere importante, è il bypass che interviene in loco. Tutto ciò è valido solo se è presente almeno un piano di massa e solo se il bypass è nel punto giusto. Altrimenti tutto si complica parecchio ed entrano in gioco anche i ritorni di massa (in realtà, anche con il piano di massa, non sempre va dato per scontato di avere una vera massa sotto il culo, ma per frequenze al di sotto del megahertz si può fare finta che sia così).

d) Priama del ponte di diodi metterò un CAP da 0,22/0,68µF così come metterò un X2 sull’ingresso della 230V

La pratica di mettere un condensatore prima del ponte di diodi serve a fare in modo che eventuali disturbi di switching generati dai diodi stessi non si propaghino (per via della capacità primario/secondario del trasformatore) sulla linea elettrica. E' una protezione per l'esterno, insomma, più che per l'interno. Un toroidale però ha già di suo una capacità piuttosto alta sul secondario, e quindi spesso si può fare a meno di tale condensatore. Quello sulla linea di alimentazione di tipo X2 invece serve effettivamente a filtrare disturbi di tipo impulsivo. Rimane il fatto che tali condensatori sono sempre una buona cosa, a prescindere che possano essere inutili o meno in determinate occasioni.

e) Per il POT avrei in casa un’ALPS da 100K
Che ne pensate???, suggerimenti, correzioni, dritte sono gradite….

Il valore è un po' alto. Meglio se da 50K.
avatar
bandAlex
Golden Ears
Golden Ears

Messaggi : 5504
Data d'iscrizione : 29.04.11
Località : Roma

Torna in alto Andare in basso

Re: Preamplificatore a operazionali

Messaggio Da cesarev il 20/3/2018, 17:18

[quote="bandAlex"]

Buonasera, .....  captain
grazie per le risposte molto esaustive…… ora devo pensarci sopra e ragionare.... bookread ; nel
frattempo però, un paio di considerazioni si potrebbero già fare:

a)i silver mica in questione hanno come capacità 0,1µf, ora trovare dei "polistyrene" con quel valore a volumi ristretti mi resta difficile, quindi ho resto sui silver/mica o devo metterci dei WIMA-MKP/FKS o dei poliestere della Vishay
b) che valori consigli per i cap X2
c)per la massa credo che ci metterò un Loop Ground Break, l’ho fatto su altri PRE ed ha funzionato benissimo, almeno credo…Tipo lo schema che segue

.

Per l'ALPS da 50K, non sarebbe difficile trovarlo, anzi la rete ne è piena. Il problema è capire se è farlocco o no

cordialmente......... guitar
avatar
cesarev
mela
mela

Messaggi : 11
Data d'iscrizione : 15.03.18

Torna in alto Andare in basso

Re: Preamplificatore a operazionali

Messaggio Da bandAlex il 20/3/2018, 18:47

@cesarev ha scritto:
a)i silver mica in questione hanno come capacità 0,1µf, ora trovare dei "polistyrene" con quel valore a volumi ristretti mi resta difficile

Condensatori in mica da 0.1uF? Se ce li hai, mi puoi dire quanto li hai pagati? Perchè mouser, ad esempio, per un pezzo (che non ha a magazzino) fa pagare sui 40 euro + IVA... e le dimensioni sono faraoniche: 38x12 mm x 24 mm di altezza.  blink

Pure i polistirene, eh, non è che siano così indicati per un bypass: 12 mm di lunghezza per un diametro di 10 mm. E la capacità massima che si trova in giro di solito si ferma sui 0.01uF.

quindi o resto sui silver/mica o devo metterci dei WIMA-MKP/FKS o dei poliestere della Vishay

E un ceramico? Magari per fare il figo usi i ceramici C0G che sono insensibili alle variazioni termiche e di tensione. E per bypass sono il meglio che puoi ottenere vista la loro bassa induttanza e l'ESR molto basso in alta frequenza.

b) che valori consigli per i cap X2

Di solito il valore che si usa per il classico X2 in parallelo ai 240V è di 470nF.

c)per la massa credo che ci metterò un Loop Ground Break, l’ho fatto su altri PRE ed ha funzionato benissimo, almeno credo…Tipo lo schema che segue
.

Ottimo, ma visto che è un pre e che puoi scegliere come inscatolarlo, potresti usare un cabinet di plastica o di legno, non colleghi la terra della linea elettrica, e in un sol colpo ti liberi di qualsiasi problema legato ai ground loop. Certo, sarebbe meglio un trasformatore di alimentazione con doppio isolamento... ma è il DIY, bellezza.

Per l'ALPS da 50K, non sarebbe difficile trovarlo, anzi la rete ne è piena. Il problema è capire se è farlocco o no

Se prendi >>>questo<<<, farlocco non è.
avatar
bandAlex
Golden Ears
Golden Ears

Messaggi : 5504
Data d'iscrizione : 29.04.11
Località : Roma

Torna in alto Andare in basso

Re: Preamplificatore a operazionali

Messaggio Da cesarev il 20/3/2018, 20:11

@bandAlex ha scritto:
@cesarev ha scritto:
a)i silver mica in questione hanno come capacità 0,1µf, ora trovare dei "polistyrene" con quel valore a volumi ristretti mi resta difficile

Condensatori in mica da 0.1uF? Se ce li hai, mi puoi dire quanto li hai pagati? Perchè mouser, ad esempio, per un pezzo (che non ha a magazzino) fa pagare sui 40 euro + IVA... e le dimensioni sono faraoniche: 38x12 mm x 24 mm di altezza.  blink

al volo,...... chiedo venia... sleeping
ho scambiato 0,1uF dei mica con gli effettivi richiesti da 100pF.
Quindi mica a 0,1uF non li ho mai visti

buona....... essen
avatar
cesarev
mela
mela

Messaggi : 11
Data d'iscrizione : 15.03.18

Torna in alto Andare in basso

Re: Preamplificatore a operazionali

Messaggio Da Davide. il 23/3/2018, 10:31

Il preamplificatore originale sull'alimentazione ha due quasi-lattine da 10.000 uF e la differenza si sente.

Le schede clone più recenti (3 operazionali per canale), se acquistate da rivenditori seri (come il ben noto "along") sono fornite testate, con componenti pari o migliori di quelli che si possono trovare dal negozio d'elettronica vicino casa.

Il tempo dei componenti "farlocchi", di quando la Cina era terzo mondo, è un pò passato: oggi (purtroppo) quasi tutto è prodotto "da loro"...

Ovviamente è fondamentale appurare la reputazione del venditore.


Ultima modifica di Davide. il 23/3/2018, 10:49, modificato 1 volta
avatar
Davide.
mela
mela

Messaggi : 74
Data d'iscrizione : 25.02.18

Torna in alto Andare in basso

Re: Preamplificatore a operazionali

Messaggio Da Davide. il 23/3/2018, 10:43

Riguardo la scelta degli operazionali, avrei trovato in rete questa approfondita analisi di laboratorio su un'ampia serie di opamp, tra cui i più noti che ormai ben conosciamo...

http://www.nanovolt.ch/resources/ic_opamps/pdf/opamp_distortion.pdf
avatar
Davide.
mela
mela

Messaggi : 74
Data d'iscrizione : 25.02.18

Torna in alto Andare in basso

Re: Preamplificatore a operazionali

Messaggio Da bandAlex il 23/3/2018, 11:09

Documento estremamente interessante, e in parte anche didattico per l'appendice molto chiara ed esauriente sulle varie tipologie di opamp.

Il mio AF-C02 rientra nella categoria a singolo stadio, folded cascode, con ingresso a jfet ed ora, nella versione v6 e v7, con buffer a mosfet.
avatar
bandAlex
Golden Ears
Golden Ears

Messaggi : 5504
Data d'iscrizione : 29.04.11
Località : Roma

Torna in alto Andare in basso

Re: Preamplificatore a operazionali

Messaggio Da cesarev il 23/3/2018, 16:18

@Davide. ha scritto:
Il tempo dei componenti "farlocchi", di quando la Cina era terzo mondo, è un pò passato: oggi (purtroppo) quasi tutto è prodotto "da loro"...

si posso anche essere d'accordo, fanno delle copie molto buone, ma sempre di copie si tratta. se parliamo di una PCB, tutto sommato la vedi; se parliamo invece di un condensatore, allora la cosa potrebbe cambiare anche in maniera molto rilevante, così come per un ALPS.
Detto questo a magazzino ho diversi cap in polypropilene di fabbricazione cinese,.. bowdown  (vedi es.i "jb" e diversi NIS) che mi hanno pienamento soddisfatto.   no Il dubbio mi resta quando acquisto un ELNA for Audio, mi domando:è un'Elna? è una buona copia???... boh... staremo a vedere, però non è che questi Elna te li fanno pagare poco., pure.
la domanda è.... val la pena tentare??? ...vertag
cordialmente...........

*****************************
p.s.
puoi postare il link di "along"
avatar
cesarev
mela
mela

Messaggi : 11
Data d'iscrizione : 15.03.18

Torna in alto Andare in basso

Re: Preamplificatore a operazionali

Messaggio Da Davide. il 23/3/2018, 16:40

Con il tempo ho iniziato a preferire (e non poco) componenti d'alta qualità "industriale" alle "cose specifiche per audio"...

Quando mi riferivo alla differenza tra copie e "farlocchi", intendevo dire che, se ordinando componenti da Rs o da Distrelec e simili, ci accorgiamo che le aziende come Texas Instruments o St producono i loro componenti originali in profondo oriente e lo scrivono bene in chiaro sulle loro buste sigillate, credo che l'unica cosa da fare oggi sia verificare l'autenticità dei componenti, non che siano o meno delle "buone copie"...

Se il "cinese di turno" è un rivenditore serio, i componenti e le schede sono sempre di elevata qualità e originali... (basti vedere il clone 1:1 del Dartzeel: componenti che arrivano da RS, selezionati, accoppiati, circuito collaudato...) smile
avatar
Davide.
mela
mela

Messaggi : 74
Data d'iscrizione : 25.02.18

Torna in alto Andare in basso

Re: Preamplificatore a operazionali

Messaggio Da cesarev il 24/3/2018, 09:25

@Davide. ha scritto:Con il tempo ho iniziato a preferire (e non poco) componenti d'alta qualità "industriale" alle "cose specifiche per audio"...

Si è vero, e ti  do ragione ho avuto degli ottimi elettrolitici della Epcos (ma non proprio gratis), così come dei Ducati, poi se vogliamo si parla pure bene dei nostrani Kendeil.
Scusa Davide non è per rompere "i bal", ma riusciresti a trovarmi il link di"along".

Grasssie e buona giornata........... flower
avatar
cesarev
mela
mela

Messaggi : 11
Data d'iscrizione : 15.03.18

Torna in alto Andare in basso

Re: Preamplificatore a operazionali

Messaggio Da b.veneri il 24/3/2018, 12:34

Ciao Cesare, dovrebbe essere questo lo store ebay di along http://stores.ebay.com/along1986090

--


Benedetto - Now playing: AF-6 
avatar
b.veneri
Fragola
Fragola

Messaggi : 1469
Data d'iscrizione : 29.07.11
Località : Roma

Torna in alto Andare in basso

Re: Preamplificatore a operazionali

Messaggio Da Davide. il 24/3/2018, 12:36

@cesarev ha scritto:
@Davide. ha scritto:Con il tempo ho iniziato a preferire (e non poco) componenti d'alta qualità "industriale" alle "cose specifiche per audio"...

Si è vero, e ti  do ragione ho avuto degli ottimi elettrolitici della Epcos (ma non proprio gratis), così come dei Ducati, poi se vogliamo si parla pure bene dei nostrani Kendeil.
Scusa Davide non è per rompere "i bal", ma riusciresti a trovarmi il link di"along".

Grasssie e buona giornata........... flower

Ciao, scusami, ieri ho provato a cercare, ma "along" pare abbia finito le scorte... cioè ce l'ha solo già assemblato e con chassis...

https://www.ebay.it/itm/Fully-Balanced-Single-Ended-Preamp-Audio-XLR-RCA-Preamplifier-MBL6010-Circuit-/192262097979?hash=item2cc3b6cc3b


Se può al limite interessarti il clone che ho io (la scheda con 6 operazionali), ne ho già acquistate 3 al link qui sotto e sono perfettamente identiche, testate e preparate in modo impeccabile.

23 euro.  Fornisce anche il servizio con DHL.

https://www.ebay.it/itm/HIFI-6010-Preamplifier-board-base-on-Germany-MBL6010D-preamp-Circuit-board/132249378268?hash=item1ecaad5ddc:g:0usAAOSwFJBZWxkM
avatar
Davide.
mela
mela

Messaggi : 74
Data d'iscrizione : 25.02.18

Torna in alto Andare in basso

Re: Preamplificatore a operazionali

Messaggio Da Davide. il 24/3/2018, 12:49

P.s.

Purtroppo in questo periodo non ho la possibilità d'andare di "saldatore" per improntare le modifiche consigliate dal nostro Alex. Però sostituendo i due condensatori in ingresso e (volendo/potendo) gli operazionali (comunque le schede arrivano con degli NE originali), è un bel sentire, con un silenzio di fondo e un'insensibilità ai disturbi davvero ottimi.

Già accesa e usata così com'è potrebbe piacere... ma con quelle piccole modifiche (condensatori ingresso, operazionali, alimentazione), diventa tutto un altro discorso.
avatar
Davide.
mela
mela

Messaggi : 74
Data d'iscrizione : 25.02.18

Torna in alto Andare in basso

Re: Preamplificatore a operazionali

Messaggio Da cesarev il 25/3/2018, 12:04

Buongiorno e Buona Domenica,……………. Brava gente.... essen

@_Benedetto

@b.veneri ha scritto:Ciao Cesare, dovrebbe essere questo lo store ebay di along
Ciao Benedetto…….. grazie per il suggerimento.......(ogni tanto ci si ritrova qua e la,...vedi)

*****************

@_Davide
@Davide. ha scritto:
Se può al limite interessarti il clone che ho io (la scheda con 6 operazionali), ne ho già acquistate 3 al link qui sotto e sono perfettamente identiche, testate e preparate in modo impeccabile.

Ti ringrazio per l’offerta, ma al momento vorrei terminare la PCB (MBL6010 V1.2) versione nera. Quindi, mettendoci componenti di qualità, già viene a costare abbastanza, basti pensare che uno chassis di alluminio (tutto alluminio) e di gradevole vista (con due manopole), viene a costare sui 68 euri
Per tanto:
24 scheda
68 chassis
17 ALPS originale (sicuro)
10 selettore degli ingressi
7 relè
3   pulsante accensione con led
11 cap elettrolitici di livellamento
15 trasformatore
40 (facciamo 40 ad occhio) componenti: resistenza Dale, Vishai, cap Nichicon, operazionali, regolatori di tensione, trimmer
Spese di spedizione non calcolate…. saremo oltre duecento eurozzi
Forse conveniva compralo già belleffatto,………. eeeh…. a pensarci prima, ma il DYI è il DYI

Nota su “Along”:
attenzione non è che sia molto conveniente, alcuni esempi:
- Along:Trasformatore toroidale 100VA 24V (55€ ss comprese)
- TME: Trasformatore toroidale 100VA 24V  (15 + 7,5 di spedizione)
- Along: 4 way Audio input choose board/ Stereo Audio selector switch (19 ss comprese)
- Aliexpress: 4 way Audio (fotocopia di quello sopra) (9,93 ss comprese)
Poi ho notato che sulle realizzazioni che vende usa un fracco di cap della Audiophiler: non è che siano il massimo, anzi………? Boh…………detto questo la prudenza è d’obbligo,…sempre.  Fate voi.

*****************


lavori in corso........... captain



installato le Dale e le Vishay, sostituito i diodi rettf.

buona.............. fishing
avatar
cesarev
mela
mela

Messaggi : 11
Data d'iscrizione : 15.03.18

Torna in alto Andare in basso

Re: Preamplificatore a operazionali

Messaggio Da Davide. il 25/3/2018, 17:22

@cesarev ha scritto:Boh…………detto questo la prudenza è d’obbligo,…sempre.  Fate voi.

*****************

 



Firmo e sottoscrivo...


(p.s. il mio era solo un esempio "x" di venditore che non invia componenti non originali)
avatar
Davide.
mela
mela

Messaggi : 74
Data d'iscrizione : 25.02.18

Torna in alto Andare in basso

Re: Preamplificatore a operazionali

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 2 di 3 Precedente  1, 2, 3  Seguente

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum