bandAlex
Golden Ears
Golden Ears
Messaggi : 6926
Data d'iscrizione : 29.04.11
120914
L'assemblaggio della pcb dell'AF-6 non è cosa complicata, ma il rispetto di alcune semplici regole permette di abbattere la probabilità di errore e di velocizzare il lavoro. Oltretutto questo è uno stampato un po' più grande del solito, misura infatti 25 x 16 cm, e durante il montaggio si rischia di perdere più tempo per cercare dove va messo un componente piuttosto che per l'esecuzione del lavoro stesso. Per questo motivo la scheda è stata suddivisa in zone, ma non si tratta di una suddivisione meramente geografica, bensì di una suddivisione in base alla logica e alla funzionalità dei vari circuiti che compongono l'amplificatore.

Questa è una copia ridotta che riporto qui per comodità, l'originale che scaricate dal server ha una risoluzione maggiore.

AF-6: assemblare la pcb - Pagina 3 15231765751_8911d3c765_b_d

Come vedete, le zone sono contraddistinte da una lettera: nel successivo documento che troverete sul server, per ogni zona ci sarà l'elenco dei componenti associato. Quindi il consiglio è quello di assemblare la scheda "a zona" (come ai bei tempi della Magica Roma), il che velocizza molto il lavoro perchè la posizione del componente è limitata all'interno della zona che si sta considerando.

Ma il vantaggio non è solo quello di facilitare l'assemblaggio: dal momento che alcune parti dell'amplificatore possono essere considerate opzionali, sapere esattamente quale parte può essere esclusa tout-court è molto utile. Ad esempio, chi non è interessato ad avere i tre ingressi ma gliene basta uno, può evitare di saldare tutti i componenti delle zone O, e si risparmia ben 6 relè e i relativi componenti assortiti. Altro esempio: le zone N sono relative al cambio di gain: chi non è interessato può evitare di saldare quei componenti, e si risparmia altri due relè e quattro condensatori a film.

Nel prossimo post avrete l'elenco completo delle zone con le caratteristiche associate.


Ultima modifica di bandAlex il 14/9/2014, 15:06 - modificato 1 volta.
Condividi questo articolo su:redditgoogle

Commenti

mariovalvola
21/12/2015, 19:46mariovalvola
Il dissipatore va sollevato con due rondelle. Il fissaggio con le due viti è la prima cosa da fare. La molla è fonte di bestemmie. Le devi fare scorrere lateralmente con una pinza. Ci vuole forza e precisione.  Auguri bookread
flibix
21/12/2015, 22:09flibix
E' una delle prime cose che ho tentato di fare. Però il "grip" esercitato dentro l'apposita canalina non rende l'operazione fattibile, non scivola; riesco solo, con una operazione simile a far "scivolare" mosfet+molla  in posizione corretta ma a...secco senza Thermal pad.

Pensavo ci fosse qualche altra furbata che mi sfuggiva!

Mi sa che farò quattro fori filettati e metterò le viti (peccato); cosi risultà anche fattibile una eventuale sostituzione del Mosfet senza ulteriori danni.

Grazie comunque.
mariovalvola
21/12/2015, 23:00mariovalvola
la furbata, sta nell'avere pazienza. prima fissi il dissipatore con le due viti+ rondelle al CS e dopo fai il resto. Quando hai la sensazione che non scorra la molletta, prova a tirarla in un altro modo. Ti accorgerai che si sposta con facilità. Era la mia prima volta che avevo a che fare con simili arnesi.
flibix
21/12/2015, 23:11flibix
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link] ha scritto:la furbata, sta nell'avere pazienza. prima fissi il dissipatore con le due viti+ rondelle al CS e dopo fai il resto. Quando hai la sensazione che non scorra la molletta, prova a tirarla in un altro modo. Ti accorgerai che si sposta con facilità. Era la mia prima volta che avevo a che fare con simili arnesi.

Farò ancora qualche tentativo nei prossimi giorni.
Contenuto sponsorizzato
Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.