bandAlex
Golden Ears
Golden Ears
Messaggi : 6926
Data d'iscrizione : 29.04.11
120914
Qui scriviamo le nostre esperienze di ascolto con il nostro AF-6.

band


Ultima modifica di bandAlex il 20/2/2015, 13:56 - modificato 1 volta.
Condividi questo articolo su:redditgoogle

Commenti

mariovalvola
20/10/2015, 22:37mariovalvola
Grazie. Chiedo a un amico per un minimo di incisione e poi decido.
alessandro1
24/10/2015, 07:56alessandro1
complimenti a tutti e tre! band
andreae
24/10/2015, 09:43andreae
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link] ha scritto:
Certo, se lo si confronta con il mio ampli, molto più orientato alla HD800 e all T1, qualcosa sulla voce della Callas e su strumenti solisti (clavicembalo, flauto per esempio) forse, qualcosa, si perde ma può essere solo una mia suggestione indotta dalla necessità di trovare una sorta di riscatto. Per qualcuno, la gamma acuta del mio potrebbe venire considerata più "vetrosa" soprattutto perché non risulta controbilanciata da un corpo particolarmente presente. 

Ciao Mario, 
sarebbe penso interessante se tu potessi condividere qualche misura del tuo ampli... potrebbe esser l'occasione per il caro Alex di raccontarci perché tecnicamente quando riprodotta da valvole (principalmente in se) la voce "impressiona" di più... 

Io ho letto spesso (ma sono poco competente) che effettuando le giuste misure e con la giusta esperienza, questo si possa dedurre anche senza ascoltare...

Per il resto io ascolto poco con le cuffie (HD-650, shr-940) e con il VHF-1 VHF-N o Lightning (diversi stadi VAS) ma mi hai fatto venir voglia di costruirmi anche questo :) quindi ti ringrazio per l'eccellente disamina di ascolto (ringrazio anche gli altri che ti hanno preceduto).

Andrea
mariovalvola
24/10/2015, 15:54mariovalvola
Se ci fossero misure davvero discriminanti e approcci vincenti a prescindere, ci sarebbero molti più ampli realmente godibili come l'AF-6. Purtroppo i capolavori si basano anche su una serie di dati strumentali impeccabili ma questi sono solo la punta di un iceberg. C'è molto oltre.
Alex è bravo. Molto bravo. Sono convinto, però, che il raggiungere determinate prestazioni strumentali, lo fa sentire solo a metà del guado.
IL resto, ed è molto, si basa sull'esperienza, sulla sensibilità del progettista, sul suo udito, e sulla sua propensione all'ascolto di musica dal vivo.
Confezionare un prodotto simile richiede doti davvero particolari.
password
24/10/2015, 16:58password
L' AF-6 per me è un capolavoro e per essere tale ci deve essere una persona speciale dietro.
Pgragnani2
24/10/2015, 18:48Pgragnani2
Grazie Alessandro!!!
bandAlex
24/10/2015, 19:32bandAlex
Grazie a tutti voi... wub
Edmond
25/10/2015, 20:16Edmond
Proseguono con notevole soddisfazione gli ascolti con le cuffie a disposizione. Tolto il Metrum DAC, l'ascolto con la 565 appare ancora molto godibile, senza asprezze particolari, anche se il suono, a mio parere, si schiarisce un po' troppo, sbilanciando un pelo l'equilibrio complessivo.

La vecchia AKG K340 viene pilotata alla grande senza il Metrum, riacquistando smalto e lucidità dimenticati da tempo. Eccellente equilibrio tonale, per una prestazione che ricorda quella molto positiva della T1 di Mario.

Dove, invece, il Metrum diviene necessario è nell'ascolto con la Senny 430. Questa cuffia, eccellente per l'ascolto di musica classica, diviene aggressiva e tagliente, con elevata fatica d'ascolto. Necessario il ricorso al Metrum per smussare le asprezze e ritornare ad un ascolto molto, molto più piacevole.
eisenstein
25/10/2015, 22:44eisenstein
A memoria, mi faresti una comparativa (anche timbrica) tra questo ampli e quello di Ado?
Edmond
25/10/2015, 22:59Edmond
A memoria direi.......... proprio due mondi differenti, Zio...........
eisenstein
25/10/2015, 23:03eisenstein
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link] ha scritto:A memoria direi.......... proprio due mondi differenti, Zio...........


Limitiamoci al continente timbrica. Riesci a dirmi qualche parola di raffronto?
Edmond
26/10/2015, 06:46Edmond
Timbrica............ L'ADO era un amplificatore nato con caratteristiche specifiche, ovvero nato per pilotare la HD800 smussandone l'esuberanza in gamma acuta e riequilibrando verso un tono più rotondo la timbrica della cuffia. Era un risultato decisamente azzeccato, perchè forniva alla cuffia una resa al contempo naturale e non fastidiosa, permettendo alla gamma bassa di risultare più presente e leggibile.

Un ottima equalizzazione, dire, che donava grazia ed equilibrio anche ad altre Sennheiser, come la 598, la 430 e la 600.

L'AF6 risulta immediatamente molto più neutro ed equilibrato fra le gamme tonali, con una estensione verso l'alto sconosciuta all'ADO ed una presenza della gamma bassa dotata di una birra parecchio superiore. Cosa che fornisce all'amplificatore una versatilità sconosciuta all'ADO in termini di capacità di pilotaggio dell'universo cuffie.

Tuttavia, come hai letto, questa sua estensione e questa sua neutralità generano, al mio orecchio, dei fastidi abbastanza elevati con cuffie dalla timbrica chiara, come la 430, richiedendo artifici diversi, come l'inserimento di un DAC dal suono morbido in gamma medio-alta, oppure l'uso delle valvole.
bandAlex
26/10/2015, 08:43bandAlex
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link] ha scritto:Tuttavia, come hai letto, questa sua estensione e questa sua neutralità generano, al mio orecchio, dei fastidi abbastanza elevati con cuffie dalla timbrica chiara, come la 430

Anche per il mio orecchio la HD800 era fastidiosa, ma non ho mai pensato di sistemare le cose costruendogli un amplificatore intorno.

Il problema della HD800 (e di cuffie simili dalla timbrica dubbia) non è tanto il fatto di essere troppo "chiara", ma di avere una risposta in gamma medio-alta con dei picchi accentuati, che la rendono fruibile solo per quei generi musicali che non eccitano tali risonanze. Non è sorprendente quindi il fatto che sia apprezzata soprattutto da coloro che ascoltano musica classica, un genere che di solito non ha un gran contenuto energetico a quelle frequenze.

La risposta accidentata della HD800 in gamma medio-alta, che traspare solo parzialmente dai grafici, è esacerbata da una gamma bassa del tutto inconsistente, che rappresenta un ulteriore problema per tutto l'universo musicale che non sia musica da camera.

Basta fare un confronto con una qualunque cuffia ortodinamica di buon livello, per capire quanti passi avanti siano stati fatti in questi ultimi anni. Una più economica HE560 ha una gamma bassa che fa impallidire la HD800. E parlo di qualità, non solo di quantità. E un equilibrio tonale sconosciuto alla ex-top di casa Sennheiser.

L'evidenza di tutto questo è confermata dal fatto che tutti i possessori di HD800 fanno i salti mortali per farsela piacere: amplificatori a valvole ultra compensati in gamma alta, cavi ultra costosi, sorgenti melliflue, e via discorrendo. Alla fine, una cuffia da mille euro comporta un lavoro che sul totale incide molto più della cuffia. Ha senso tutto questo? Secondo me, no. Anche perchè, pur attenuando la gamma medio-alta, le imperfezioni (i picchi e i buchi) rimangono: si attenua solo la fatica di ascolto, ma il risultato rimarrà approssimativo. Ripeto: ha senso tutto questo? Secondo me, no.

Secondo me, è molto più costruttivo accettare una cuffia per quello che è, se pensiamo che ne valga la pena: un headstage spaziale può essere un valido motivo per molti. Ma non ci vengano a raccontare che la HD800 è una cuffia equilibrata e neutrale, e che è per questo che non piace alle masse: questa è una stronzata colossale. Dal vivo, di fronte a un'orchestra, o a fianco di un gruppo jazz, o ad un concerto amplificato a dovere e finanche di fronte ad un jet in partenza, non esiste fatica di ascolto simile a quella provata con una HD800. Pensare che non sia colpa della cuffia è semplicemente ridicolo.
mariovalvola
26/10/2015, 08:51mariovalvola
Eisenstein. Se ho compreso bene, ti preoccupi della 800S ma, con il sistema utilizzato da te, la HD800 era ammorbidita a dovere. È giusto?
Edmond
26/10/2015, 09:37Edmond
Ciao Alex, pensando come un progettista, sono d'accordo con la tua scelte.

Come utente di un dato oggetto, invece, sono convinto che si possa cercare, con cavi ed amplificazioni adeguate, un miglioramento di un oggetto che conquista per determinate prestazioni. Così fù per la realizzazione dell'ADO, che rendeva la HD800 una cuffia godibilissima.
Come, peraltro, il mio vecchio integrato con le 300B pilotate dalle 6EM7.

Non trovo la cosa scandalosa...
bandAlex
26/10/2015, 09:58bandAlex
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link] ha scritto:Ciao Alex, pensando come un progettista, sono d'accordo con la tua scelte.

Come utente di un dato oggetto, invece, sono convinto che si possa cercare, con cavi ed amplificazioni adeguate, un miglioramento di un oggetto che conquista per determinate prestazioni. Così fù per la realizzazione dell'ADO, che rendeva la HD800 una cuffia godibilissima.
Come, peraltro, il mio vecchio integrato con le 300B pilotate dalle 6EM7.

Non trovo la cosa scandalosa...

Giorgio, non penso ci sia nulla di scandaloso nel bilanciare il proprio impianto in base alla cuffia, ci mancherebbe.

Trovo insensato però l'atteggiamento di coloro che insistono nel sostenere che la HD800 sia una cuffia equilibrata e neutrale. E nel contempo, la propongono con ampli e configurazioni che di equilibrato non hanno assolutamente nulla. wink
mariovalvola
26/10/2015, 12:29mariovalvola
Sono d'accordo. Apprezzo la HD800 per le sue doti dinamiche e per la sua impostazione timbrica che con certi generi, risulta particolarmente godibile. La apprezzo meno per la sua voglia di stupire sempre e comunque con effetti speciali che, alla lunga, forse stufano.
Sicuramente non è una cuffia neutra ( le misure sennheiser sono affette da notevole smoothing).
È confortevolissima ma molto delicata da maneggiare nell'uso quotidiano.
Considerando le sue peculiarità, nel bene e nel male, mai penserei a un tentativo di controĺlo. Se non mi va bene per certa musica, faccio prima a cambiare cuffia.
Esistono cuffie più universali ed equilibrate? Probabilmente si. Comunque la tengo per tutto il buono che innegabilmente sa offrire.
eisenstein
26/10/2015, 21:57eisenstein
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link] ha scritto:
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link] ha scritto:Tuttavia, come hai letto, questa sua estensione e questa sua neutralità generano, al mio orecchio, dei fastidi abbastanza elevati con cuffie dalla timbrica chiara, come la 430

Anche per il mio orecchio la HD800 era fastidiosa, ma non ho mai pensato di sistemare le cose costruendogli un amplificatore intorno.

Il problema della HD800 (e di cuffie simili dalla timbrica dubbia) non è tanto il fatto di essere troppo "chiara", ma di avere una risposta in gamma medio-alta con dei picchi accentuati, che la rendono fruibile solo per quei generi musicali che non eccitano tali risonanze. Non è sorprendente quindi il fatto che sia apprezzata soprattutto da coloro che ascoltano musica classica, un genere che di solito non ha un gran contenuto energetico a quelle frequenze.

La risposta accidentata della HD800 in gamma medio-alta, che traspare solo parzialmente dai grafici, è esacerbata da una gamma bassa del tutto inconsistente, che rappresenta un ulteriore problema per tutto l'universo musicale che non sia musica da camera.

Basta fare un confronto con una qualunque cuffia ortodinamica di buon livello, per capire quanti passi avanti siano stati fatti in questi ultimi anni. Una più economica HE560 ha una gamma bassa che fa impallidire la HD800. E parlo di qualità, non solo di quantità. E un equilibrio tonale sconosciuto alla ex-top di casa Sennheiser.

L'evidenza di tutto questo è confermata dal fatto che tutti i possessori di HD800 fanno i salti mortali per farsela piacere: amplificatori a valvole ultra compensati in gamma alta, cavi ultra costosi, sorgenti melliflue, e via discorrendo. Alla fine, una cuffia da mille euro comporta un lavoro che sul totale incide molto più della cuffia. Ha senso tutto questo? Secondo me, no. Anche perchè, pur attenuando la gamma medio-alta, le imperfezioni (i picchi e i buchi) rimangono: si attenua solo la fatica di ascolto, ma il risultato rimarrà approssimativo. Ripeto: ha senso tutto questo? Secondo me, no.

Secondo me, è molto più costruttivo accettare una cuffia per quello che è, se pensiamo che ne valga la pena: un headstage spaziale può essere un valido motivo per molti. Ma non ci vengano a raccontare che la HD800 è una cuffia equilibrata e neutrale, e che è per questo che non piace alle masse: questa è una stronzata colossale. Dal vivo, di fronte a un'orchestra, o a fianco di un gruppo jazz, o ad un concerto amplificato a dovere e finanche di fronte ad un jet in partenza, non esiste fatica di ascolto simile a quella provata con una HD800. Pensare che non sia colpa della cuffia è semplicemente ridicolo.

A posto siamo!

Provo a rispondere agli amici intervenuti.

L' ADO non è stato pensato per la HD800, ma per la HD 430, una cuffia non propriamente un fulmine di guerra. Il suo equilibrio tonale è vagamente centrato sul medio alto, ma è poco più di una illusione. Sostanzialmente è un mid range formato cuffia, privo di acuti, per nulla dettagliato, del tutto privo di bassi, povero di mediobassi. Piacevole nell' ascolto a bassissimo volume, ma fuorviante come poche.

Per come l' ho ascoltato io, l' amplificatore di Domenico è tonalmente equilibrato. E' pur vero che non ho potuto fare raffronti, visto che l' altro ampli in mio possesso  non era fededegno, essendovi stati aggiunti due TU posticci non previsti dal progettista e temo di non eccelsa fattura.
Mi sono permesso di chiedere a Giorgio (interlocutore gradevolissimo e contraddittore assai garbato) un raffronto con l' ADO solo per avere un termine di comune raffronto.
E' pur vero che Giorgio trovò sparata sull' acuto persino la ED9+RP33, di cui ho ricordi orripilanti per altre nequizie, ma che aveva nella luminosità uno dei pochi punti per cui non provai sincera vergogna. Questo solo per dire che io e lui abbiamo due modi di ascoltare entrambi legittimi, come ovvio, ma assai differenti.

Personalmente non ho mai trovato la HD800 strillare o sferzare sull' acuto, nemmeno quando la attaccai sull' uscita cuffia integrata del mio computer di allora. Constato che molti la pensano in modo diverso. Per fare un esempio: ho ascoltato tempo dopo la T1 con tre diversi amplificatori commerciali per cuffie. Secondo voi la T1 in gamma acuta avrebbe problemi simili a quelli della HD800? Secondo me no, nel senso che le sentii simili, e prive di sferragliamenti o affaticamenti auricolari (come invece trovai in alto la HD650, raggelante come poche).

Dissento dalla disamina dell' amico Alessandro sulla gamma bassa della HD800, che trovai eccellente per estensione, articolazione e impatto. Non è un pistone nel culo, come è giusto che sia, trattandosi di altro genere di piacere carnale, né restituisce le emozioni degenerate di esperienze psichedeliche in torbidi ritrovi ludibrici, essendo stata pensata per musiche colte, dall' organico assai nutrito, in ambienti adeguati, per persone perbene.

In linea generale ringrazio tutti i convenuti per l' esaustività delle loro risposte e guardo con favore morale ai sensi di un rinnovato dibattito.
Edmond
26/10/2015, 22:16Edmond
Zione, non ricordo se l'ADO fosse stato pensato per la 430, ma certamente quando ne parlai con Domenico l'idea era quella di creare uno strumento idoneo per la 800......

Detto questo, se sbalio mi corigerete, come disse il polacco...... Ho amato molto la HD800, ma oggi non la riacquisterei più, optando certamente per la T1..............

Ma non acquisterei mai neppure una HiFiMan 560................. grande sorriso

In effetti, analizzando bene la 009, non credo di aver bisogno d'altro, se non, forse, un ampli progettato da Mario............. Per l'AF6 , probabilmente, dovrei optare per la HE1000, ma la LCD-X continua a ronzarmi nella testa...
eisenstein
26/10/2015, 22:20eisenstein
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link] ha scritto:Zione, non ricordo se l'ADO fosse stato pensato per la 430, ma certamente quando ne parlai con Domenico l'idea era quella di creare uno strumento idoneo per la 800......

Detto questo, se sbalio mi corigerete, come disse il polacco...... Ho amato molto la HD800, ma oggi non la riacquisterei più, optando certamente per la T1..............

Ma non acquisterei mai neppure una HiFiMan 560................. grande sorriso

In effetti, analizzando bene la 009, non credo di aver bisogno d'altro, se non, forse, un ampli progettato da Mario............. Per l'AF6 , probabilmente, dovrei optare per la HE1000, ma la LCD-X continua a ronzarmi nella testa...

In alto, le trovi così differenti?
Edmond
26/10/2015, 22:33Edmond
No, non così differenti, ma non sopporto più la falsa ricostruzione scenica della 800, cosa che prima mi piaceva tantissimo...
eisenstein
26/10/2015, 22:36eisenstein
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link] ha scritto:No, non così differenti, ma non sopporto più la falsa ricostruzione scenica della 800, cosa che prima mi piaceva tantissimo...

Questo è un altro discorso ancora, ma era per avere un comune benchmark, come si usa  dire adesso.
Edmond
27/10/2015, 06:37Edmond
La T1 è, tuttavia, piuttosto più equilibrata della 800...
mariovalvola
27/10/2015, 06:58mariovalvola
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link] ha scritto:In effetti, analizzando bene la 009, non credo di aver bisogno d'altro, se non, forse, un ampli progettato da Mario.............

Grazie per la fiducia, ma ne deve passare di acqua sotto i ponti. Per ora, sono agli inizi.
Ormai, anche la stessa Sennheiser ammette delle irregolarità percepibili sulle alte frequenze dopo averti fornito un pdf della singola cuffia dove si vede l'assoluta linearità.
AF-6: l'ascolto - Pagina 4 Mia_hd10
La T1, anche lei presenta le sue criticità in alto ( che, ovviamente, hanno risolto con la nuova versione  furious furious). C'è da evidenziare, però, un comportamento migliore con il clavicembalo per esempio. Bisognerebbe vedere, poi, come si percepiscono queste irregolarità soprattutto quando queste coesistono con un corpo sul medio-basso un poco più presente.
flibix
12/1/2016, 18:54flibix
Finalmente posso anche io definirmi un felice possessore di questo eccellente prodotto.
Non voglio aggiungere o sporcare con altri aggettivi la già bella immagine descritta con effettiva competenza da tutti quelli che mi anno preceduto su questo forum.
L'ascolto è effettivamente "emozionante con tutto" e basta.
Ringrazio il bravo progettista che ha messo a disposizione ai più, questa sua opera intellettuale, che descrive la sua interpretazione di come la musica deve essere ...sentita. BRAVO!
bandAlex
12/1/2016, 19:45bandAlex
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link] ha scritto:Finalmente posso anche io definirmi un felice possessore di questo eccellente prodotto.
Non voglio aggiungere o sporcare con altri aggettivi la già bella immagine descritta con effettiva competenza da tutti quelli che mi anno preceduto su questo forum.
L'ascolto è effettivamente "emozionante con tutto" e basta.
Ringrazio il bravo progettista che ha messo a disposizione ai più, questa sua opera intellettuale, che descrive la sua interpretazione di come la musica deve essere ...sentita. BRAVO!

Grazie flibix... mi fa molto piacere che il frutto di tanti mesi di lavoro sia apprezzato.

flowers

Contenuto sponsorizzato
Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.