Condividi
Andare in basso
Pgragnani2
Golden Ears
Golden Ears
Messaggi : 1232
Data d'iscrizione : 30.08.13

Re: HDAC: Domande e risposte

il 11/7/2017, 07:45
Sto aspettando la versione definitiva dell'HDAC da molto, molto tempo. Ne ho conosciuto molti dei modelli intermedi ma, mi si dice, l'ultimo è il migliore. Bene, non vedo l'ora.
Nel frattempo, però (mica potevo aspettare così tanto tempo) ho affiancato al fido DDDAC uno SCHIIT GUNGNIR MULTIBIT (in realtà ho fatto upgradare il vecchio delta sigma). Si tratta, lo saprete, di un multibit industriale con filtro digitale proprietario e stadio di uscita a discreti. Il suono è davvero eccellente. Per me ha tutto quello che Edmond e Bandalex individuano come auspicabile: naturalezza, dinamica, spazialità, armoniche, insomma, la migliore analogicità. Io sarei già  molto soddisfatto così (se si tralascia il fatto che va tenuto SEMPRE acceso) ma, se, come mi si dice, la nuova creatura è migliore, sarò ancora più contento.
Ma nessuno l'ha finito?
avatar
Edmond
Fragola
Fragola
Messaggi : 1061
Data d'iscrizione : 28.08.13

Re: HDAC: Domande e risposte

il 11/7/2017, 09:38
Ciao, vedo, andando a girovagare per internet, che il dddac è comunque, in una sua versione plug & play per gli incapaci del diy, è un dac abbastanza costoso (attorno ai 2.700 euro come costo medio):

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]

Vale tutti i soldi che costa, a tuo parere?

Riguardo allo Schiit ti chiedo qualche info in più. Del marchio ho conoscenza solo del DAC e dell'ampli cuffia entry level (Asgard e Bifrost), che mi sono apparsi abbastanza spenti sonicamente...

Grazie
avatar
bandAlex
Golden Ears
Golden Ears
Messaggi : 5665
Data d'iscrizione : 29.04.11
Località : Roma

Re: HDAC: Domande e risposte

il 11/7/2017, 10:48
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link] ha scritto:Ciao, vedo, andando a girovagare per internet, che il dddac è comunque, in una sua versione plug & play per gli incapaci del diy, è un dac abbastanza costoso (attorno ai 2.700 euro come costo medio): Vale tutti i soldi che costa, a tuo parere?

Guarda, potrei rispondere come fanno in molti, e cioè: se ti piace, allora vale tutti i soldi che costa. Che poi sarebbe come non darti alcuna risposta.

Ho costruito il DDDAC. Anzi, ne ho costruiti due: uno per me e uno per un altro forumer.

Se guardo al progetto in se', al valore dei componenti e al contenuto ingegneristico, ti direi che no: non li vale tutti quei soldi. Il DDDAC suona bene, molto bene, ma non ha nulla di così diverso dagli altri dac per giustificare un prezzo così alto. In fondo, sempre di un delta-sigma si tratta, anche se privo di filtro digitale.

Il costo, come ben sappiamo, non è mai rapportato al valore intrinseco della componentistica (e nemmeno della progettazione), quindi chi vuole guadagnare con questa roba deve farci sopra un ricarico enorme. Gli unici costi per chi produce un dac come quello sono per l'appunto i componenti e la produzione dello stampato. Il componente più costoso, se si acquista la versione che lo prevede, è il trasformatore di uscita. Una coppia costa circa 250 Euro se ricordo bene. Ma trattandosi di un prodotto semi-artigianale, rivolto a chi fa della qualità audio un obiettivo irrinunciabile, ed essendo quasi un prodotto esclusivo che non trovi nel solito negozio online, il prezzo (se pure assurdo in assoluto) può essere accettato da chi considera queste cose come un valore aggiunto.

Dal punto di vista progettuale, come già detto, nel DDDAC c'è ben poco: lo stadio di conversione I/V è ridotto ad una semplice resistenza o al massimo a un trasformatore. Tutta l'elettronica che serve è all'interno del chip PCM1794. La schedina di conversione vera e propria è piena di condensatori elettrolitici di bypass che occupano un sacco di spazio (una scelta discutibile) e che sono tutti di una marca ben precisa. E' il prodotto rivolto a tutti coloro che ritengono importante il marchio o il metallo di cui è fatta una singola resistenza, e queste scelte maniacali di solito fanno lievitare i costi. Se poi a tale incremento di costo corrisponde un altrettanto incremento della qualità sonora, questo non lo so.

Riguardo allo Schiit ti chiedo qualche info in più. Del marchio ho conoscenza solo del DAC e dell'ampli cuffia entry level (Asgard e Bifrost), che mi sono apparsi abbastanza spenti sonicamente... Grazie

Schiit è nota per l'altissimo rapporto qualità/prezzo dei suoi prodotti. Da questo punto di vista, il dac di Schiit è agli antipodi rispetto al DDDAC.

Ho avuto il Bifrost per qualche tempo, la versione con chip dac AKM. Un classico delta-sigma, ma con stadio di uscita a discreti. Un buon dac, dal costo onesto, ma nulla di più. Ultimamente, ho acquistato il multibit economico della casa, il Modi2. Avevo letto recensioni grandiose su questo dac, c'era chi gridava al miracolo. Ma quando l'ho ascoltato, il giorno dopo è uscito definitivamente dalla mia casa. Forse, sono abituato troppo bene... grande sorriso
avatar
Pgragnani2
Golden Ears
Golden Ears
Messaggi : 1232
Data d'iscrizione : 30.08.13
Località : Roma

Re: HDAC: Domande e risposte

il 11/7/2017, 11:50
sperando che l'OT sia concesso, rispondo a Edmond.

Il DDDAC è eccezionale. E il miglior delta sigma (in realtà è ibrido, i primi 8 bit sono multibit) che io abbia mai ascoltato. 2700 sono troppi. Io vendo il mio a 650........ Si può pagare fino a 1500.

Resta sempre un delta sigma, però. Con l'avvento dei nuovi multibit, per me, i D/S sono diventati inascoltabili.

Lo schiit, invece, per me, è meraviglioso. Ha veramente tutto ciò che si chiede a un dac di livello assoluto: dettaglio, musicalità, armoniche, bassi profondi e controllati, una scena larghissima e profondissime e una naturalezza incredibile. In più è bilanciato e upgradabile.

L'unico difetto, come dicevo, è che è INDISPENSABILE lasciarlo sempre acceso. se si spegne per più di un'ora, poi ci vuole almeno una giornate, se non due, per farlo ritornare a suonare nelle specifiche.

Sono, peraltro, completamente in disaccordo con Alex sul Modi. Lui lo ha ascoltato solo con l'ingresso USB, che è pessimo. Io l'ho trovato molto molto valido e musicale. Certo, il fratello maggiore è un'altra cosa.....
avatar
Edmond
Fragola
Fragola
Messaggi : 1061
Data d'iscrizione : 28.08.13

Re: HDAC: Domande e risposte

il 11/7/2017, 11:57
Grazie Alex, come sai non voglio fare alcuna osservazione sul costo degli apparecchi e sul gusto di chi li acquista, ci mancherebbe. Il mio punto di vista, che è anche il mio limite (anche non da poco) è che sono cresciuto in un periodo dove il valore reale delle cose aveva un senso profondo, quasi etico. Ovvero, se un qualsiasi oggetto veniva proposto ad un determinato costo, tale costo doveva essere giustificato da un pari valore... Quindi, quando spendo dei soldi per un apparecchio, in particolare per un DAC, sono sempre "limitato" da questo blocco... :-)

A mio modo di vedere 2.700 euro (5 milioni e mezzo...  grande sorriso) DEVONO corrispondere ad un apparecchio di qualità alta, uno di quegli apparecchi che, indipendente dai gusti personali, possa essere a ragione considerato definitivo. Non parliamo di quelli che ne costano 10.000...

Il fatto che tu mi dica, secondo il tuo gusto e la tua esperienza, che il DDDAC sia un buon dac che suona anche molto bene, ma nulla di speciale, mi fa riflettere... Non so se mi spiego...
avatar
Edmond
Fragola
Fragola
Messaggi : 1061
Data d'iscrizione : 28.08.13

Re: HDAC: Domande e risposte

il 11/7/2017, 12:01
Ringrazio anche Pier Paolo (ricordo bene il nome?) per la sua onestà. Mi pare di poter capire dalle tue parole che consideri lo Schiit concretamente superiore al DDDAC ed, in ogni caso, un dac di qualità molto elevata in assoluto, cosa che, tenuto conto di un prezzo pari alla metà del DDDAC appare MOLTO interessante...

Mi spiegate, per cortesia, come funzionano i dac multibit?  fisch
avatar
Pgragnani2
Golden Ears
Golden Ears
Messaggi : 1232
Data d'iscrizione : 30.08.13
Località : Roma

Re: HDAC: Domande e risposte

il 11/7/2017, 12:03
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]

Si, considero il Gungnir un dac di livello assoluto (e ne ho ascoltati un pò).
Devo però informarvi di un fatto importante: da alcuni mesi non ascolto più in cuffia ma con i diffusori.
nel considerare le mie valutazioni bisogna tenerne conto.


Ultima modifica di Pgragnani2 il 11/7/2017, 12:09, modificato 1 volta
avatar
bandAlex
Golden Ears
Golden Ears
Messaggi : 5665
Data d'iscrizione : 29.04.11
Località : Roma

Re: HDAC: Domande e risposte

il 11/7/2017, 12:08
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link] ha scritto:E il miglior delta sigma (in realtà è ibrido, i primi 8 bit sono multibit) che io abbia mai ascoltato.

Attenzione, se definiamo "ibrido" il PCM1794, allora lo sono tutti i delta-sigma prodotti da diversi anni a questa parte. Anche i Sabre, o gli AKM. Un delta-sigma puro a singolo bit sarebbe inascoltabile. E comunque nel caso del PCM1794 i bit che passano "indenni" sono solo 6, non 8. grande sorriso

avatar
Pgragnani2
Golden Ears
Golden Ears
Messaggi : 1232
Data d'iscrizione : 30.08.13
Località : Roma

Re: HDAC: Domande e risposte

il 11/7/2017, 12:13
E ovvio che Alex, sui DAC, è ormai in Conflitto di Interessi. grande sorriso
avatar
Pgragnani2
Golden Ears
Golden Ears
Messaggi : 1232
Data d'iscrizione : 30.08.13
Località : Roma

Re: HDAC: Domande e risposte

il 11/7/2017, 12:13
Comunque, me ne torno nell'ombra
avatar
bandAlex
Golden Ears
Golden Ears
Messaggi : 5665
Data d'iscrizione : 29.04.11
Località : Roma

Re: HDAC: Domande e risposte

il 11/7/2017, 12:41
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link] ha scritto:E ovvio che Alex, sui DAC, è ormai in Conflitto di Interessi. grande sorriso

Accetto lo scherzo, ma non c'è alcun "Conflitto di Interessi", soprattutto se scritto con le maiuscole come hai fatto tu. grande sorriso

Io non produco nulla, e il mio dac non è in competizione con i prodotti commerciali. Chi si butta in questo settore oggi come produttore, o è un pazzo, oppure ha le spalle molto grosse. Sì, potrei rientrare nella prima ipotesi (in fondo un po' di pazzia è fondamentale) ma non ho le carte in regola per competere.

Viceversa, il mio dac si rivolge ad una cerchia ben precisa di persone. Soprattutto a chi sa costruirselo e prova soddisfazione per questo.

Non consiglierei di certo il mio dac (che si ferma a 96 KHz di fs, poi) a coloro che possono permettersi un prodotto commerciale come il Gungnir. Per non parlare di dac anche più costosi e certamente più performanti di un vecchio TDA1541. Queste persone non hanno bisogno del mio dac per il loro impianto, che sicuramente sfigurerebbe vicino ad apparecchi molto più costosi.
avatar
Edmond
Fragola
Fragola
Messaggi : 1061
Data d'iscrizione : 28.08.13

Re: HDAC: Domande e risposte

il 11/7/2017, 13:01
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link] ha scritto: Queste persone non hanno bisogno del mio dac per il loro impianto, che sicuramente sfigurerebbe vicino ad apparecchi molto più costosi.
Non so perché ma, mi pare di percepire del sarcasmo....  bleh
avatar
bandAlex
Golden Ears
Golden Ears
Messaggi : 5665
Data d'iscrizione : 29.04.11
Località : Roma

Re: HDAC: Domande e risposte

il 11/7/2017, 13:22
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link] ha scritto:
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link] ha scritto:E il miglior delta sigma (in realtà è ibrido, i primi 8 bit sono multibit) che io abbia mai ascoltato.

Attenzione, se definiamo "ibrido" il PCM1794, allora lo sono tutti i delta-sigma prodotti da diversi anni a questa parte. Anche i Sabre, o gli AKM. Un delta-sigma puro a singolo bit sarebbe inascoltabile. E comunque nel caso del PCM1794 i bit che passano "indenni" sono solo 6, non 8.   grande sorriso


Per approfondire un po', si può dire che i problemi più gravi con i modulatori delta-sigma sono il rumore e la risoluzione limitata (a dispetto dei 24 o 32 bit di targa). Questi dac si basano essenzialmente sullo stesso principio dei modulatori PWM (pulse-width modulator). I livelli di valore intermedio si ottengono facendo lavorare gli switch interni al dac a diverse frequenze (fino a 64x per il PCM1794), tenendoli aperti n cicli di 64 per avere n/64 livelli possibili di uscita dopo l'integrazione. Dal momento che il dac fa lo switch costantemente dell'unico "bit" al massimo livello di uscita, ne consegue l'alto livello di rumore ad alta frequenza generato.

Questo rumore è fatto slittare fuori dalla banda audio per mezzo dell'algoritmo delta-sigma che è piuttosto complesso, il quale utilizza un anello di feedback digitale per modellare il rumore di modulazione. Se si da uno sguardo allo spettro della densità di rumore al di sopra dei 20 KHz si vede il tappeto di fondo salire fino a +30 dB, nel caso del PCM1794.

Se si integrasse un singolo campione in uscita dal PCM1794 si otterrebbe una risoluzione di 1/64, ovvero all'incirca 6 bit di risoluzione.

Come conseguenza della strategia di switching, c'è anche una maggiore suscettibilità al jitter e alla distorsione ai transienti nello stadio di conversione I/V.

I dac delta-sigma sono usabili solo per applicazioni a bassa frequenza (l'audio). Per le applicazioni dove le frequenze sono più alte (RF, oppure le telecomunicazioni) si preferiscono i ladder perchè sono più precisi e più immuni al jitter.

E quindi, lunga vita al TDA1541!  grande sorriso
avatar
Edmond
Fragola
Fragola
Messaggi : 1061
Data d'iscrizione : 28.08.13

Re: HDAC: Domande e risposte

il 11/7/2017, 13:27
E i multibit sono comunque dac delta-sigma?
avatar
bandAlex
Golden Ears
Golden Ears
Messaggi : 5665
Data d'iscrizione : 29.04.11
Località : Roma

Re: HDAC: Domande e risposte

il 11/7/2017, 13:40
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link] ha scritto:E i multibit sono comunque dac delta-sigma?

NO. Un multibit non ha bisogno di un modulatore delta-sigma.

avatar
Edmond
Fragola
Fragola
Messaggi : 1061
Data d'iscrizione : 28.08.13

Re: HDAC: Domande e risposte

il 11/7/2017, 15:28
Quindi sono privi dei problemi da te descritti in precedenza?
avatar
bandAlex
Golden Ears
Golden Ears
Messaggi : 5665
Data d'iscrizione : 29.04.11
Località : Roma

Re: HDAC: Domande e risposte

il 11/7/2017, 15:31
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link] ha scritto:Quindi sono privi dei problemi da te descritti in precedenza?

SI.
avatar
pa67
mela
mela
Messaggi : 34
Data d'iscrizione : 28.08.13
Località : Trieste

USB to I2S

il 29/7/2017, 22:51
Salve a tutti, mi avanza una schedina come questa [Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link] posso usarla con l'HDAC o c'è qualcosa di meglio?
Grazie
avatar
password
Golden Ears
Golden Ears
Messaggi : 1252
Data d'iscrizione : 03.12.11
Località : Roma

Re: HDAC: Domande e risposte

il 30/7/2017, 07:42
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link] ha scritto:Salve a tutti, mi avanza una schedina come questa [Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link] posso usarla con l'HDAC o c'è qualcosa di meglio?
Grazie
È perfetta.
avatar
Edmond
Fragola
Fragola
Messaggi : 1061
Data d'iscrizione : 28.08.13

Re: HDAC: Domande e risposte

il 30/7/2017, 09:45
Cosa puoi dirci, Alex, di questa "frizzantezza" in gamma acuta percepita da Cotton? E' un impronta timbrica del DAC, oppure lo è della HE-6?
avatar
cotton
nespola
nespola
Messaggi : 289
Data d'iscrizione : 01.04.17
Località : Emilia Romagna/Sicilia

Re: HDAC: Domande e risposte

il 30/7/2017, 11:09
Mi dispiace non avere un'altra cuffia e dac per poter fare un confronto serio, quindi prendete le mie impressioni con le pinze.
Alex rispondendo a me lo ha scritto che la HE1000 suona diversa con la stessa catena audio
avatar
password
Golden Ears
Golden Ears
Messaggi : 1252
Data d'iscrizione : 03.12.11
Località : Roma

Re: HDAC: Domande e risposte

il 30/7/2017, 11:29
Secondo me va a gusti e ad età. Un orecchio giovane ovviamente è più sensibile a piccolissime variazioni di intensità ad alta frequenza, ma vista la facilità con cui si può provvedere, non me ne preoccuperei più di tanto. Con la He1000, mi sembrava tutto ok. Con la He6 un pochino di esuberanza, ma non sgradevole, con la Meze 99, eccellente.
A questo punto mettiamoci un selettore e tre resistenze di valori diversi così accontentiamo tutti.
avatar
bandAlex
Golden Ears
Golden Ears
Messaggi : 5665
Data d'iscrizione : 29.04.11
Località : Roma

Re: HDAC: Domande e risposte

il 30/7/2017, 11:31
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link] ha scritto:Cosa puoi dirci, Alex, di questa "frizzantezza" in gamma acuta percepita da Cotton? E' un impronta timbrica del DAC, oppure lo è della HE-6?

Non saprei dirti. Di solito è la minerale che ha una sua frizzantezza gradevole, soprattutto d'estate. grande sorriso

Con un certo disagio ho inserito il termine "frizzantezza" nel dizionario. Ma solo per non vederlo sottolineato di rosso, non perchè lo ritenga degno di appartenere alla lingua italiana.

Per il dac, sto approfondendo la problematica. Non conosco le orecchie di Cotton, quindi devo andarci molto cauto nello stilare delle conclusioni che potrebbero essere errate. Lo stesso possessore di quelle orecchie dice di essere ipersensibile alle alte frequenze, e ciò potrebbe darmi un indizio, ma questo non mi esonera dal verificare con attenzione quello che sta succedendo. Se qualcuno usa il termine "frizzante", e non si trova in un ristorante, è molto probabile che tale termine scateni il panico e che si assista ad un fuggi-fuggi generale.

E quindi, chi è il colpevole? La HE6 o questo sconosciuto HDAC?

Di solito sono gli sconosciuti a commettere i delitti più atroci, e quindi punterei sul secondo, senza dubbio.

Del resto, la HE6 la conosciamo (anche se i pads in pelle sono un'aggravante non da poco): di tutto si è detto su di lei, che è antipatica, scostante, presuntuosa. Ma mai che fosse troppo frizzante. Quindi eliminerei dalla lista degli indagati la HE6, senza pensarci troppo.

Per il dac, una volta eliminato il filtro di compensazione, quello che rimane è un TDA1541 utilizzato in modalità NOS nudo e crudo, e quindi senza alcun movente per farci del male alle orecchie.

Vi ricordate l'onda quadra che ho pubblicato nel thread delle misure? E' talmente quadra che fa quasi tenerezza. E' un'onda che accarezza, non punge. Fatevi accarezzare. Non abbiate paura della realtà.
avatar
Edmond
Fragola
Fragola
Messaggi : 1061
Data d'iscrizione : 28.08.13

Re: HDAC: Domande e risposte

il 30/7/2017, 13:19
Concordo sulla questrione "frizzantezza"!!! laugh laugh laugh L'ho virgolettato apposta...  bleh bleh  bleh . In verità sono un po' interessato, in quanto anch'io ho, nonostante l'età, un po' di ipersensibilità alle frequenze medio-alte... Era solo per capire se si tratta della cuffia (di cui non me ne può fregar di meno, non avendola) , oppure del DAC, cosa che mi preoccuperebbe di più... fisch
avatar
trevanian54
mela
mela
Messaggi : 52
Data d'iscrizione : 30.10.13
Località : Ardea

Re: HDAC: Domande e risposte

il 30/7/2017, 14:09
Innerfidelity sulla HE6:
" I find the treble here not only a bit too emphasized, but also having a bit too much tizz...". Le impressioni di ascolto secondo Tyll sono suffragate dai test strumentali.
avatar
bandAlex
Golden Ears
Golden Ears
Messaggi : 5665
Data d'iscrizione : 29.04.11
Località : Roma

Re: HDAC: Domande e risposte

il 31/7/2017, 16:05
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link] ha scritto:Era solo per capire se si tratta della cuffia (di cui non me ne può fregar di meno, non avendola) , oppure del DAC, cosa che mi preoccuperebbe di più... fisch

Il dac non presenta asprezze di sorta, ma è ovvio che poi ognuno ha le sue orecchie. Il filtro di compensazione può in effetti accentuare una certa sensibilità, ma basta eliminarlo.
Contenuto sponsorizzato

Re: HDAC: Domande e risposte

Torna in alto
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum