Dubbio potenziometro difettoso?

Andare in basso

Dubbio potenziometro difettoso?

Messaggio Da the Crimson King il 18/1/2018, 14:51

Ciao a tutti, pensavo di scrivere ad Alex visto che il mio ampli lo ha assemblato lui, ma non si sa mai che la cosa possa essere utile anche ad altri. Durante la scorsa estate, come al solito, ho ascoltato poco e niente in cuffia, praticamente solo iem e grado sr80 col Fiio X1, il VHF MOS quindi è rimasto fermo per circa tre mesi in ambiente non umido a temperatura ambiente (quindi anche 32 gradi in agosto, giusto per dovere di cronaca). Verso l'autunno alla ripresa degli ascolti tradizionali mi sono accorto di una stranezza: dopo un po' che ascolto col VHF, se ruoto la manopola del volume (che per come è costruito l'ampli io uso praticamente sempre a circa ore 9 con HE400i, HD 600 e TP50rp MK III) si sente come se ci fossero uno o a volte più piccoli "grumi" lungo la corsa del potenziometro, ma solamente nei dintorni della posizione ore 9... abbastanza lievi ma fastidiosi in linea di principio. Altre stranezze: non si percepiscono ad ampli freddo nè quando è acceso ma non sta "suonando", e quando è in funzione, cioè durante l'ascolto, se si ruota la manopola avanti e indietro un po' di volte questi "grumi" tendono a diminuire. La sensazione, in scala ovviamente molto ridotta, è uguale a quella di una manopola dell'acqua incrostata di calcare che poi usandola ne viene liberata... cosa ne pensate? E' capitato a qualcun altro? Spero di aver spiegato bene il fenomeno...
avatar
the Crimson King
mela
mela

Messaggi : 45
Data d'iscrizione : 20.03.16
Località : un po' qui, un po' là, un po' altrove...

Torna in alto Andare in basso

Re: Dubbio potenziometro difettoso?

Messaggio Da bandAlex il 18/1/2018, 15:58

Il fenomeno mi è molto chiaro, anche se in teoria un VHF-MOS dovrebbe esserne immune. Questa specie di "fruscio" che si sente quando si ruota la manopola del volume è un difetto dei VHF-1 e VHF-N che hanno lo stadio di ingresso a bjt, senza condensatore di disaccoppiamento: la corrente di base dei transistor, seppur minuscola, scorre nel potenziometro e si genera quel piccolo fruscio.

Ma il VHF-MOS all'ingresso ha i jfet al posto dei bjt, i cui gate sono isolati e quindi non dovrebbe esistere questo problema.

Il che mi fa supporre che potrebbe trattarsi di una instabilità o piccola oscillazione parassita, il che potrebbe giustificare il fatto che compare solo dopo che l'ampli è caldo.

Se non si manifestano altri sintomi, si può ignorare la cosa, se invece il difetto peggiora o si notano altre stranezze, allora sarebbe meglio una controllatina.
avatar
bandAlex
Golden Ears
Golden Ears

Messaggi : 5450
Data d'iscrizione : 29.04.11
Località : Roma

Torna in alto Andare in basso

Re: Dubbio potenziometro difettoso?

Messaggio Da bandAlex il 18/1/2018, 16:24

Naturalmente potrebbe pure essere il potenziometro difettoso... non l'ho scritto dandolo per scontato. grande sorriso
avatar
bandAlex
Golden Ears
Golden Ears

Messaggi : 5450
Data d'iscrizione : 29.04.11
Località : Roma

Torna in alto Andare in basso

Re: Dubbio potenziometro difettoso?

Messaggio Da the Crimson King il 19/1/2018, 00:27

Ciao Alex! L'unica altra particolarità è che a volume pari a zero con le Grado sr80 (e solo con queste) si sente lievemente la musica, per il resto nulla di evidente alle mie orecchie...
Non c'entra nulla col fatto che il potenziometro lavora sempre abbastanza vicino allo zero? (che è a ore 7 più o meno), anni fa leggevo che sarebbe bene farlo lavorare un po' più in su ma non ne conosco il motivo ammesso che sia vero
avatar
the Crimson King
mela
mela

Messaggi : 45
Data d'iscrizione : 20.03.16
Località : un po' qui, un po' là, un po' altrove...

Torna in alto Andare in basso

Re: Dubbio potenziometro difettoso?

Messaggio Da bandAlex il 19/1/2018, 10:10

Se si sente qualcosa molto - molto piano in cuffia con la manopola del volume a zero, significa che la cuffia è molto sensibile. Non è una cosa di cui preoccuparsi, succede perchè nessun potenziometro a volume zero garantisce davvero una resistenza zero verso massa.

Il fatto di tenere la manopola molto chiusa (diciamo su valori entro le ore 9) durante l'ascolto può essere problematico solo per un motivo: perchè nei tratti iniziali della sua corsa il potenziometro in genere è meno preciso, e può manifestarsi un leggero sbilanciamento tra i due canali. A parte questo, non ci sono altre controindicazioni rilevanti, e la voce che gira in merito al fatto che la manopola dovrebbe trovarsi a circa metà posizione è una leggenda metropolitana. Naturalmente se è necessario tenere la manopola dalle ore 8 in giù o dalle 14 in su, vuol dire che il gain è rispettivamente troppo alto o troppo basso per la cuffia utilizzata.
avatar
bandAlex
Golden Ears
Golden Ears

Messaggi : 5450
Data d'iscrizione : 29.04.11
Località : Roma

Torna in alto Andare in basso

Re: Dubbio potenziometro difettoso?

Messaggio Da Dirty Harry il 19/1/2018, 10:37

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link] ha scritto:
Il fatto di tenere la manopola molto chiusa (diciamo su valori entro le ore 9) durante l'ascolto può essere problematico solo per un motivo: perchè nei tratti iniziali della sua corsa il potenziometro in genere è meno preciso, e può manifestarsi un leggero sbilanciamento tra i due canali. A parte questo, non ci sono altre controindicazioni rilevanti, e la voce che gira in merito al fatto che la manopola dovrebbe trovarsi a circa metà posizione è una leggenda metropolitana. Naturalmente se è necessario tenere la manopola dalle ore 8 in giù o dalle 14 in su, vuol dire che il gain è rispettivamente troppo alto o troppo basso per la cuffia utilizzata.
E ricordo, al riguardo, che Suono introdusse tale problematica in una misura di laboratorio per le amplificazioni sottoposte a prova.
Tuttavia, rimane sospesa una considerazione: perché avvalersi di amplificazioni eccedenti lo scopo ?
Ed è un tema di ordine generale, a vedere come viene recepita la necessità di grandi potenze per amplificare i diffusori, anche quando non ce ne sia bisogno...
roll
avatar
Dirty Harry
pesca
pesca

Messaggi : 750
Data d'iscrizione : 16.06.11

Torna in alto Andare in basso

Re: Dubbio potenziometro difettoso?

Messaggio Da bandAlex il 19/1/2018, 11:37

E' un tema controverso, e a parte le potenze in gioco, che nel caso delle cuffie sono una frazione di quelle necessarie ai diffusori, è valida la regola che, finchè la potenza è sufficiente alla bisogna, un amplificatore più potente suonerà peggio di uno meno potente.

Ciò è valido sia per amplificatori in classe A che in classe B (o AB che dir si voglia).

Il problema è definire "più potente". In classe A infatti la potenza disponibile sul carico è sempre inferiore, a parità di dissipazione, rispetto ad un classe B, e quindi bisogna tener conto della potenza realmente dissipata.

Un classe A è comunque in vantaggio perchè non presenta distorsione di incrocio e non ha problematiche relative al controllo del bias con la temperatura, che generano la cosiddetta "distorsione termica". E' un difetto che colpisce la totalità degli amplificatori in classe B, soprattutto quelli più potenti, ed è legato al fatto che le caratteristiche dei dispositivi di uscita variano al variare della loro temperatura. Nei picchi musicali le giunzioni dei transistor possono essere soggette a variazioni termiche consistenti, e il bias dovrebbe seguire in maniera veloce e precisa tali variazioni. Invece succede che, durante un picco musicale la temperatura aumenta, il bias dopo un certo tempo si adegua (e fin qui non è un problema perchè a temperature più alte è sufficiente un bias inferiore), ma nel passaggio musicale successivo che richiede meno potenza il bias è ancora su valori legati al picco precedente con un valore di bias troppo basso, e fa capolino la distorsione di incrocio.

E' estremamente difficile sincronizzare il bias con le variazioni di temperatura delle giunzioni, per questo motivo alcuni transistor della On Semiconductor hanno il diodo di compensazione incorporato nel case (il nome commerciale è  ThermalTrak, ad esempio questo: [Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link] ma sono usati raramente perchè piuttosto costosi.

Maggiore è la potenza di uscita, più grandi le variazioni termiche, più alta sarà tale distorsione. Nei classe A tale problema ovviamente non esiste.
avatar
bandAlex
Golden Ears
Golden Ears

Messaggi : 5450
Data d'iscrizione : 29.04.11
Località : Roma

Torna in alto Andare in basso

Re: Dubbio potenziometro difettoso?

Messaggio Da the Crimson King il 19/1/2018, 12:08

Ok allora vado avanti tranquillo se ci sono novità le segnalerò. Grazie.
avatar
the Crimson King
mela
mela

Messaggi : 45
Data d'iscrizione : 20.03.16
Località : un po' qui, un po' là, un po' altrove...

Torna in alto Andare in basso

Re: Dubbio potenziometro difettoso?

Messaggio Da Dirty Harry il 19/1/2018, 12:49

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link] ha scritto:E' un tema controverso, e a parte le potenze in gioco, che nel caso delle cuffie sono una frazione di quelle necessarie ai diffusori, è valida la regola che, finchè la potenza è sufficiente alla bisogna, un amplificatore più potente suonerà peggio di uno meno potente.
Ne sono convinto in seguito alle mie esperienze d'ascolto...
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link] ha scritto:E' estremamente difficile sincronizzare il bias con le variazioni di temperatura delle giunzioni, per questo motivo alcuni transistor della On Semiconductor hanno il diodo di compensazione incorporato nel case (il nome commerciale è  ThermalTrak, ad esempio questo: [Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link] ma sono usati raramente perchè piuttosto costosi.
Molto interessante...
avatar
Dirty Harry
pesca
pesca

Messaggi : 750
Data d'iscrizione : 16.06.11

Torna in alto Andare in basso

Re: Dubbio potenziometro difettoso?

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum