Condividi
bandAlex
Golden Ears
Golden Ears
Messaggi : 6288
Data d'iscrizione : 29.04.11
050618
Ho volutamente tralasciato la marca nel titolo, con l'intenzione di solleticare la curiosità di chi passa da queste parti. Di questa cuffia infatti non se ne parla affatto, in nessun forum italiano. Neanche una parola, niente. Ma può darsi che abbia cercato male e che, negli anfratti di qualche discussione sperduta, si trovi menzionata o magari solo linkata. Chissà.

E non è che si tratti di una economica da supermercato. Parliamo di una cuffia da cinquecento euro, una cifra che dovrebbe incutere un certo rispetto. Oddio, è pur vero che ultimamente le centinaia di euro sono considerate pochi spiccioli per una cuffia degna di attenzione, e se questa non costa almeno migliaia di euro non viene nemmeno considerata. Sarà questo il motivo?

Intanto ho messo il titolo. Qualcuno l'ha già ascoltata? Io lo farò domani. Che poi, per chi legge, potrebbe essere oggi, oppure ieri. Che giorno è "domani"?

Amiron Home - Pagina 3 40779079580_cd30730c6b_o_d

Amiron Home - Pagina 3 42535212602_d6a4d10a5a_o_d


Ultima modifica di bandAlex il 6/6/2018, 16:52, modificato 1 volta
Condividi questo articolo su:diggdeliciousredditstumbleuponslashdotyahoogooglelive

Commenti

bandAlex
il 2/7/2018, 23:49bandAlex
@password ha scritto:Che cuffia!

blink huh fisch
password
il 3/7/2018, 08:50password
Ebbene si, la Amiron è arrivata, con il suo carico di aspettative, sia perchè è un prodotto di una casa costruttrice famosa per i trasduttori dinamici con una esperienza maturata in oltre cento anni di storia, sia perchè il nostro mentore Alex ne ha parlato in termini a dir poco entusiastici.

La confezione con cui arriva, una semplice scatola di cartone, non è molto lusinghiera, un pò povera, mi sarei aspettato di meglio ricordando la vecchia confezione della DT880 in alluminio, ma forse la cura del prodotto è da qualche altra parte.
Infatti aperta la scatola ne esce, dal suo box per il trasporto, una cuffia per i miei gusti bellissima, sobria, elegante, vagamente retrò,che invoglia ad essere accarezzata e questo sicuramente ben dispone all'ascolto.

Quando la si indossa si ha la sensazione di calzare un indumento, morbidi pad che ti coccolano,bassa pressione sulle orecchie, archetto imbottito e ottima stabilità con una distribuzione del peso ineccepibile.

Il cavo è di ottima fattura, lungo, per molti troppo, per me perfetto, mi permette di stare sul mio divano rilassato che dista proprio la lunghezza di questo.

Per l'ascolto ho utilizzato HDAC con l'ultima versione  degli AF-C02, ampli AF-6 e ligthining.

Inizio l'ascolto con un disco di pianoforte di Roberto Szidon Le rapsodie ungheresi di Liszt, un disco meraviglioso sia come interpretato che come reso tecnicamente. Il piano è lì, immenso, potente negli attacchi e nei fortissimo, delicato e suadente nei passaggi più delicati, articolato e avvolgente nei momenti più complessi. Una dinamica e microdinamica eccellenti che ti trasportano nell'evento, si può alzare il volume o abbassarlo, ma i contrasti dinamici rimangono, l'ascolto quindi rimane apprezzabile anche a livelli sonori più moderati.
Il bilanciamento tonale è ottimale, con una gamma bassa e mediobassa presente, potente e articolata,  la cuffia vira sul versante caldo, ma mai deborda oltre offuscando la frequenze superiori.
La gamma media è chiara, aperta, liquida, mai affaticante, i tasti centrali della tastiera hanno il giusto peso, proprio quello voluto dall'artista, il medioalto mai un accenno di nasalità o ipercaratterizzazione.
La gamma alta in questo disco dona un senso di ambienza corretto, ampio, ma lo strumento è sempre focalizzato e stabile al centro senza disperdersi lateralmente.

Il secondo disco è The Firebird di Stravinsky, ottimamente diretto da Pierre Boulez: tra i migliori dischi di classica da me ascoltati, tecnica di registrazione magistrale, è un affresco di suoni, emozioni in continuo mutamento che travolgono l'animo di chiunque e  in questo incalzante susseguirsi  di colori musicali la Amiron direi che scompare... No, non scompare, ma la musica diventa l'elemento dominante come è giusto che sia, si è investiti dalla musica di Stravisky direttamente senza alcun diaframma, nessuna compressione, le sezioni orchestrali sono pefettamente separate distinguibili, al loro posto, ma anche integrate tra di loro in un unico musicale. Spiccano le sezioni degli ottoni, potenti, lucidi e ambrati contemporaneamente, mai trapananti o aggressivi.

Don Rafaè  mi permette di apprezzare la voce profonda e intensa, appesantita  dal fumo, ma sempre agile  del grande Fabrizio; la ritmica percussiva distribuita su tutto lo spettro sonoro evidenzia le doti di dinamica e microcontrasto della cuffia mantenendo intellegibile l'intreccio musicale.

Ovviamente come sempre quando arriva una nuova cuffia ho saggiato brani presi quà e là nella mia libreria musicale, anche canzoni vecchie, anche mal registrate, ma ho sempre percepito la tendenza di questa cuffia a coinvolgere, a farti partecipe della musica, senza mai relegandoti ad un ascolto distratto, distante. Insomma sei sempre dietro il direttore d'orchestra, nelle prime file, fai parte della musica.

Insomma una cuffia senza difetti?
Non lo so, probabilmente la sorpresa di incontrare una cuffia così interessante per il momento mi oscura particolari meno riusciti, rimane comunque difficile da battere in questa fascia di prezzo e anche oltre.
b.veneri
il 3/7/2018, 11:37b.veneri
Grande recensione, grazie Stefano!
dankan73
il 3/7/2018, 16:42dankan73
@b.veneri ha scritto:Grande recensione, grazie Stefano!
special cool
bandAlex
il 4/7/2018, 12:02bandAlex
Grazie Stefano.

Io ti avevo avvisato... roll
supertrichi
il 8/7/2018, 17:37supertrichi
@Bandalex 
Il lato positivo di tutto questo è che, data l'enorme offerta di magnetoplanari cresciuta in pochissimo tempo, tutti i produttori, compresi quelli storici come Sennheiser e Beyerdynamic, hanno potuto farsi un'idea più precisa di ciò che cercano gli appassionati, delle loro preferenze soniche, e anche delle loro idiozie.



Tralasciando il settore Pro, se guardo il super affollato catalogo consumer di Beyer, Senneheiser e AKG,  che parte da auricolari da 10 € fino a cuffe da un migliaio, non sono proprio sicuro che abbiano le idee chiare su quello che desidera il cliente ed in particolare l'audiofilo. 

Troppi modelli, dal suono spesso diversissimo, nella stessa fascia di prezzo, quasi come fossero dei tentativi a centrare la formula giusta. 
Magari questa Amiron apre una nuova strada nella direzione auspicata da Bandalex....
Mah!? Non ne sono tanto convinto ... no
bandAlex
il 8/7/2018, 20:37bandAlex
@supertrichi ha scritto:Troppi modelli, dal suono spesso diversissimo, nella stessa fascia di prezzo, quasi come fossero dei tentativi a centrare la formula giusta. Magari questa Amiron apre una nuova strada nella direzione auspicata da Bandalex... Mah!? Non ne sono tanto convinto ... no

Eppure questa Amiron non può essere frutto del caso. Anche tenendo in considerazione il fatto che la cuffia non suonerà allo stesso modo con tutto (con l'AF-N sembra essere un'accoppiata particolarmente felice) c'è stata senza ombra di dubbio una sterzata da parte del costruttore sul tuning di alcune delle sue ultime cuffie. Anche la DT880 BLACK è una evoluzione che si avvicina a quanto desiderato dal pubblico audiofilo, ed è significativo che si tratti di una PRO. Sarà una scelta consapevole, quella del costruttore, oppure solo un tentativo alla cieca? Ma poi, ha importanza?

Io credo che il problema questa volta stia dall'altra parte, se di problema si può parlare: trovo davvero sconcertante che di una cuffia così non se ne parli. Il senso del mio appello è questo: attenzione signori, qui c'è una cuffia che non costa un occhio della testa, suona divinamente, è comoda ed è costruita bene. E poi, la fanno praticamente dietro casa nostra, senza scomodare costruttori oltreoceano. Magari non vi piacerà, magari l'ampli a cui la collegherete non sarà adatto, però vale la pena ascoltarla almeno una volta, se non altro per farsi un'idea.
dankan73
il 8/7/2018, 20:56dankan73
Confermo comodissima e ben suonante il che non é scontato, con AFN una sinergia eccellente.
password
il 9/7/2018, 09:28password
Secondo me la Amiron Home dimostra solo che se una ditta di grandi dimensioni, con un know-how alle spalle può produrre dispositivi di grande qualità a prezzi umani, ma il successo dipende da altri fattori.
Considerando solo i numeri, vediamo che sono state vendute vagonate di DT880 e DT990, mettendole a confronto con la Amiron in due secondi ci accorgiamo delle differenze di qualità, però siamo sicuri che quest'ultima farà i numeri delle prime?
Le ditte non sono opere pie, se la vendita della Amiron non sarà soddisfacente verrà tagliata con buona pace per me e per Alex e si continueranno a vendere DT880 e 990 e senza la BE.
Che poi non se ne parli sui forum forse perché a questa cuffia manca quell'aria di esoterismo ed esclusività con cui si ammantano alcuni brand più in voga.
Troppo semplice nel driver, niente cups in legno di palissandro e mogano stratificato nelle notti luna piena e cavo nemmeno pitonato.
bandAlex
il 9/7/2018, 10:04bandAlex
@password ha scritto:Che poi non se ne parli sui forum forse perché a questa cuffia manca quell'aria di esoterismo ed esclusività con cui si ammantano alcuni brand più in voga. Troppo semplice nel driver, niente cups in legno di palissandro e mogano stratificato nelle notti di luna piena e cavo nemmeno pitonato.

In effetti

il bamboo giapponese (che non e' il bamboo che conosciamo noi) e' in patria considerato in modo quasi mistico, fa parte della cultura jappa e simboleggia forza e purezza, nonche' prosperita' e stabilita'. usarlo per delle cuffie e' segno di enorme rispetto. inoltre la lavorazione e' molto piu' difficile e costosa del noce usato per le D7200

Basta leggere da altre parti quanto valore psicologico (o feticistico) abbiano certi dettagli.   bye
Giacomino
il 9/7/2018, 14:20Giacomino
Ciao a tutti, ringrazio Alessandro per l'ultimo suo parere che mi ha fatto decidere l'acquisto dell'Amiron, cosa posso aggiungere........oltre a questa cuffia ho la HD800S la HD600 e la X2 pilotate dal Burson conductor V2+ ebbene ad oggi ho solo più ascoltato con l'Amiron (curiosità la mia è la n.5000) e diffusori Klipsch RF7, si questa cuffia con la complicità della sua freschezza che non fa sudare e immersione totale nella musica se la gioca con la top di casa Senneheiser , consigliata!!!!! buona giornata in musica!!
bandAlex
il 9/7/2018, 14:38bandAlex
Ciao Giacomino, sono contento che la cuffia ti piaccia! E benvenuto nel Giardino! flower
password
il 9/7/2018, 15:56password
Benvenuto Giacomino, poi dovrai trovare l'occasione di provare l' AFN con la Amiron.
Riduci un po' le dimensioni dell'avatar altrimenti copre i tuoi scritti.  special cool
Edmond
il 9/7/2018, 16:47Edmond
L'avete provata con l'AF-6?
password
il 9/7/2018, 17:05password
Io la faccio andare proprio con  questo. Però non ho potuto metterli a confronto. Vediamo quando riusciremo a metter su l'AFN per un duello.
bandAlex
il 9/7/2018, 17:08bandAlex
@Edmond ha scritto:L'avete provata con l'AF-6?

AH AH! Che domande. laser

Considera che @password ha l'AF-6 e credo lo usi anche come pre. Dal canto mio, ti pare che non abbia provato ad attaccare la Amiron all'AF-6? blink

Certo che l'ho fatto... sono due ampli molto diversi... Quello che posso dire è che la Amiron va bene con entrambi, molto bene direi. Con l'AF-6 la Amiron ha leggermente più punch ed è più controllata. Con l'AF-N invece è più rilassata e acquista una certa magia in gamma media e nella ricostruzione tridimensionale.

I due amplificatori sono complementari, nel senso che hanno due modi diversi di restituire il messaggio sonoro, ma sono entrambi estremamente piacevoli. Tieni presente che l'AF-N ha praticamente lo stesso stadio di ingresso dell'AF-6, e quindi i due ampli si differenziano solo per il finale. "Solo" è un termine riduttivo, lo ammetto, e in effetti la differenza c'è e si sente.

Questo AF-N mi sorprende ogni giorno di più. Ma anche il dac...

Che dac, con i nuovi moduli pensati ad hoc... altro che denafrick. bye
dankan73
il 9/7/2018, 19:49dankan73
La parola che identifica il combo AFN, HDAC é tridimensionalitá.
E inoltre il timing che hanno é perfetto ascoltando Goldfingers - J. Barry si sentiva quando la cantante prendeva il respiro e tutti gli stacchi di voce che la traccia presenta una traccia abbastanza complessa perché c'é un'orchestra che accompagna e la dinamica presenta escursioni notevoli con molti strumenti e la voce in contemporanea.
La Amiron ma anche la mia BeyerMods hanno suonato con un palcoscenico intorno alla testa molto esteso una dinamica eccezionale.
Vogliamo parlare dei dettagli che si riescono a sentire ascoltando Seventh Floor - F Mazzaron & F Ranghiero un blues registrazione di eccellenza Velut Luna  si sentivano perfettamente il colpi di bacchette tra loro che il batterista usava come schiocchi delle dita e i piatti suonati in modo jazz in sottofondo o di sentire anche un impercettibile lievissimo difetto di un secondo appena della registrazione della traccia, che in un passaggio di silenzio presenta questo disturbo che si sente appena.

Una categoria a parte poi la HE 1000 con AFN che vogliamo dire? Nulla tanto avete capito grande sorriso

Vi racconto un altra cosa che centra poco ma che fa capire la qualitá delle realizzazioni di Alex.
Negli ultimi mesi senza aver fatto confronti accurati ma solo per comoditá ho ascoltato attraverso il Matrix M-stage che é un ottimo all in one con upgrade dell'opamp di Alex (matrix che costava comunque 350 euro) ma ieri alcune mie certezze sono crollate e oggi ho ricollegato il mio vhf1e mettendolo nelle migliori condizioni con cavi ecc e ho fatto il confronto con il matrix e .... non c'é storia!
Gli ampli di Alex hanno dalle origini delle medie frequenze dal suono valvolare le voci sia femminili che maschili sono bellissime le ultime realizzazioni (Af6 e forse anche di piú AFN) sono eccezionali su tutti i parametri.
Sono colpevole per pigrizia di averlo messo in disparte ma da oggi ho rivoluzionato la postazione collegandolo ad un dac di mia realizzazione con scheda cs4398 ed é tornato la mia prima scelta con la BeyerMods l'ascolto é commovente, credo che il matrix... laser
E presto bisognerá costruirsi sia il hdac che l'ampli afn!
bandAlex
il 9/7/2018, 20:30bandAlex
Grazie Ste' flowers grande sorriso

E' stato un pomeriggio piacevole, e divertente. Stefano ha iniziato ad ascoltare la Amiron con il Matrix da lui portato. Lo vedevo un po' perplesso, e all'inizio ho pensato che non incontrasse i suoi gusti. Del resto - ho pensato tra me e me - a uno che gli piace la DT990 la Amiron potrebbe non andare bene. Poi mi ha passato la cuffia, e subito ho capito che c'era qualcosa che non andava. Allora gli ho detto: ok, Ste'... ora ti faccio sentire la vera Amiron. E l'ho attaccata all'AF-N. Dopo qualche attimo vedere l'espressione del suo viso cambiare in quel modo così palese... beh, credo che sia una di quelle cose che rendono felici un autocostruttore.  grande sorriso

Poi abbiamo proseguito con le altre cuffie, e c'è stata la sorpresa della DT990 modificata. Per fortuna che @dankan73 era sordo... baby
Edmond
il 9/7/2018, 20:41Edmond
Boss, dimmi qualcosa della Amiron con l'AF6... Please...
bandAlex
il 9/7/2018, 21:13bandAlex
@Edmond ha scritto:Boss, dimmi qualcosa della Amiron con l'AF6... Please...

Ho capito... mi stai chiedendo in quale buco metterei il connettore, vero? fisch

Risposta secca: l'AF-N.

Risposta con vaselina: preferiresti salire su una comoda, rilassante e morbida Bentley, oppure in una scomoda, stretta e claustrofobica monoposto da F1? Ti piacciono le prestazioni pure, come velocità, accelerazione, scatto e ripresa, o l'esperienza complessiva di guida?

E' una domanda difficile? Anche scrivere la risposta lo è... Con l'AF-6, la nostra Bentley, hai tutto quello che ti serve: c'è la correttezza di un basso presente, una gamma media pulita e senza colorazioni, una gamma alta estesa e ricca di dettaglio.

Se vuoi un'emozione forte, però, lasci la Bentley a casa e accendi la monoposto...
Edmond
il 9/7/2018, 21:18Edmond
Azzzzzzzzz..... mi serve un altro ampli???? Mi ci vorranno un paio d'anni per averlo... grande sorriso
bandAlex
il 9/7/2018, 21:20bandAlex
@Edmond ha scritto:Azzzzzzzzz..... mi serve un altro ampli???? Mi ci vorranno un paio d'anni per averlo... grande sorriso

Ah ah! grande sorriso

Te ne presto uno, così mi dai un tuo parere.
Edmond
il 9/7/2018, 21:23Edmond
L'essere Bentley è un po' il problema dell'AF6...
bandAlex
il 9/7/2018, 22:08bandAlex
Sto ascoltando la Amiron con l'AF-6 da circa un'ora ormai, e c'è da dire una cosa molto importante: questo ampli ha bisogno di almeno trenta minuti prima di andare a regime, solo dopo sfoggia le prestazioni di cui è capace da un punto di vista sonoro.

Il grande basso ben frenato e profondo è una goduria con la Amiron, davvero incredibile. I transienti del brano "The Better Shoes" degli Acoustic Alchemy sono riprodotti in maniera eccellente, senza alcuna sbavatura o indecisione, anche a livelli di ascolto molto elevati. Rispetto all'AF-N il fronte sonoro è un po' più raccolto, ma il basso è più deciso e presente, soprattutto la parte più profonda. Una riproduzione a cui non manca nulla: se non avessi qui a fianco l'AF-N con cui fare un confronto diretto, sarei pienamente soddisfatto comunque, senza alcun dubbio.

L'AF-N, per contro, ha il suo punto forte nella gamma media di un single-ended: un medio-basso più in evidenza (dovuto probabilmente all'impedenza di uscita più alta rispetto a quella dell'AF-6) e una naturalezza sulle voci disarmante. Qui la tipologia dello stadio finale la fa da padrone. Nel brano  "Amore Disperato" di Nada, dove l'ambienza è volutamente esaltata, l'AF-N riesce a ricreare un palcoscenico maestoso, ricco di micro-dettagli spaziali, che creano un headstage espanso e credibile. Del resto, questo è il vantaggio essenziale di un single-ended nerboruto come quello dell'AF-N.

Tieni presente, caro @Edmond, che queste differenze sono ben percepibili ad un confronto diretto, ma dubito che possano rappresentare un motivo valido per scegliere un ampli rispetto all'altro. Anche perchè con altre cuffie tale differenza potrebbe essere meno percepibile.

Una soluzione che mi piacerebbe realizzare è quella di un "update" dell'AF-6, una scheda compatibile con le stesse connessioni di quella attuale, ma con il finale in single-ended uguale a quello dell'AF-N, forse leggermente più potente.

Se i tuoi dubbi sono su una eventuale Amiron con l'AF-6, vai pure tranquillo: per quello che posso ascoltare ora, sono sicuro che ti piacerebbe assai! wink
Edmond
il 10/7/2018, 09:38Edmond
Il Boss ha scritto:Te ne presto uno, così mi dai un tuo parere.
Eccellente proposta....  special cool special cool special cool
torna
il 10/7/2018, 10:35torna
@bandAlex ha scritto:Una soluzione che mi piacerebbe realizzare è quella di un "update" dell'AF-6, una scheda compatibile con le stesse connessioni di quella attuale, ma con il finale in single-ended uguale a quello dell'AF-N, forse leggermente più potente.
Anche questa non è niente male...  oh my!
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum